Tag - Radioblog

1
Sigla!
2
Tutto quello che (non) avreste sempre voluto sapere sui Radioblog
3
Radioblog breaking news
4
Si chiamano Radioblog, applausi ai Radioblog
5
Il fantasma del suo ex

Sigla!

Il baraccone Chissenefrega è ufficialmente riaperto, mi sto leggendo lentamente tutti i vostri commenti, anche se tre quarti sono stati lasciati da carampane dei Tokio Hotel (per cui dovrei fare relativamente presto: ogni volta che vedo una K, salto e passo al successivo). Noto, comunque, che si sono anche sviluppate delle discussioni interessanti non solo in ambito musicale, abbiamo guadagnato qualche nuovo lettore affezionato e un paio di post che ritenevo sepolti si sono magicamente rivitalizzati. Bravi.

Per ringraziarvi per la costante presenza e riaprire alla grande la stagione, informo che i Radioblog hanno mantenuto la promessa e ci hanno fornito un jingle personalizzato sulle note della hit “Il fantasma del suo ex“. Un mp3 da scaricare subito, solo per avere il piacere di cancellarlo.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Tutto quello che (non) avreste sempre voluto sapere sui Radioblog

** PREMESSA **

Con questo post Chissenefrega chiude la baracca e stacca la spina (del modem) ininterrottamente connessa da mesi e mesi, per prendersi una meritata vacanza. Durante la settimana di ferragosto saranno pubblicati dei post contenenti una sorta di “best of” di questo primo anno di vita del blog. La riapertura della stagione gossipara/televisionara è prevista per il 4 settembre con grandi novità (non è vero, non ce ne sarà nessuna, ma è sempre una frase che fa effetto). Buone vacanze. [ps. il nome del vincitore del Chisseneconcorso sarà annunciato in settembre]

** FINE PREMESSA **

I Radioblog, la band rivelazione del vostro pianerottolo, approdano in radio con il primo singolo ufficiale. Io ormai ho preso a cuore la causa di questo misterioso gruppo emergente: soprattutto perchè quando arriverà il solito Cecchetto di turno per offrir loro un contratto miliardario con una major, io pretenderò una percentuale sulle vendite (oltre ai 12/24 dei diritti SIAE).

Pensate che con “Il fantasma del suo ex” (la canzone con l’uso del riverbero più spropositato dell’universo) hanno fatto addirittura sloggiare L’Aura dalla posizione numero 21 della classifica italiana di Maurizio Melita (una classifica che ha una credibilità pari a quella della ricetta dello strudel di carciofi di Antonella Clerici). Se non ci credete ascoltate qua: i Radioblog con i Finley, Pino Daniele, Zucchero e molti altri prestigiosi colleghi. [apro una parentesi – quadra – per dire che l’ultimo singolo di Alexia è di una bruttura inaudita… “Du du du” si intitola: sì, du maroni…]

Riporto qualche info in più su di loro, avute tramite i miei servizi di intelligence (so che non dormivate di notte senza queste fondamentali notizie):

I componenti del gruppo sono due giovani laureati (e oggi sappiamo che le lauree le danno a cani e porci)

Uno compone i testi e la musica, l’altro cura gli arrangiamenti e la voce (bene, direi che è arrivato il momento di scambiarsi i ruoli…)

Vivono in una città del nord (io me li immagino vagabondare per strada tipo due punkabbestia col cane)

Assicurano che non hanno niente da spartire con gli Zeroassoluto né con Gigi D’Alessio (anche se con quest’ultimo vorrebbero spartirsi la Tatangelo)

Hanno varie canzoni pronte nel cassonetto. Uh, no, scusa ho letto male: hanno varie canzoni pronte nel cassetto

Questo è il loro ultimo tentativo per avere successo. Poi venderanno gli strumenti su ebay (cioè, fatemi capire, quanto pensate di ricavarci da una pianola Bontempi?). Prima che arrivi questo tragico giorno, io credo che meritino una chance, giusto per non essere assaliti dal rimorso per non averci provato. Faccio appello a chi è in ascolto in questo momento, di attaccarsi al telefono e sommergere di sms con richieste de “Il fantasma del suo ex” ognuna delle seguenti stazioni radiofoniche (italiane ed estere – la lista è stata fornita dai Radioblog stessi):

Read More

Radioblog breaking news

Si sono rifatti vivi i Radioblog: qui e qui i post che parlano di loro. Se ancora non li conoscete, procuratevi con qualsiasi mezzo lecito o illecito la loro prima hit mondiale: “Il fantasma del suo ex“. Scrivono in un commento:

La sigla è già in lavorazione [si riferiscono alla mia richiesta di farmi una “sigla” per il blog: guardate che ora la pretendo!]. Purtroppo per ora niente autografi, ma da lunedì “Il fantasma del suo ex” sarà trasmesso in versione integrale su oltre 200 radio locali sparse in tutta Italia, all’interno della “Classifica italiana” di Maurizio Melita [io conosco un’altra Melita che forse è un po’ più gnocca di questo Maurizio, però dai, ci accontentiamo]. Da oggi ti nominiamo assieme al blogger di Radio Music Smile che per primo ci ha scoperti, “Manager ufficiale via web” e ti chiediamo quindi di fare bene e onestamente il lavoro che ne deriva….! [a parte che io faccio tutto bene e onestamente, e poi non so se posso accettare, sono Manager anche di Luisa Pinguna Deejay, mi sa che dovrete dividermi con lei] Pubblicizza la cosa più che puoi, estendendo l’invito anche a tutti i lettori! Se dovesse succedere quello che speriamo da anni (Festivalbar o qualcosa del genere), indosseremo in diretta una delle tue magliette col logo del blog! [Tutto qua? Aggiungiamoci che dovrete dare anche (a scelta) una slinguata alla Canalis o una bastonata in testa a Silvestrin]. Chiunque dovesse ascoltarla per le varie radio locali può lasciare un commento qui o scrivere a infofantasma[at]katamail.com , indicando la relativa radio…! Grazie tante, “Radioblog”.

Che dire? Spargete la voce come se fosse un virus letale, altrimenti faccio un “meme” (è una minaccia…)

Si chiamano Radioblog, applausi ai Radioblog

Ecco svelato il segreto del tormentone dell’estate senza l’aiuto della Cia o dell’Fbi. In fin dei conti bastava chiedere, no? Ho spedito una mail ai misteriosi autori de “Il fantasma del suo ex” e questa è stata la risposta:

Ciao CNSF, come vedi ti rispondiamo volentieri. Abbiamo appena visto il tuo blog e ti ringraziamo per aver dedicato un post alla nostra canzone. Il pezzo è uno dei tanti che abbiamo scritto, non è una gogliardata ma è volutamente ironico-realista. Sul trash potremmo stare a parlare qui per ore ma se tu la consideri tale sei liberissimo di farlo! “Il Fantasma del suo ex” sarà ascoltabile dalle prossime settimane su molte radio locali sparse in tutta Italia, dopo aver avuto, fortunatamente, un discreto successo in Emilia Romagna!Noi siamo “I Radioblog” e puoi ascoltare un’altra nostra canzone in questo sito: www.myspace.com/radioblogger

Per concludere, il tuo post ci ha divertito molto e,se possimamo farti un appunto, siamo d’accordo con chi ha scritto che l’anonima alcolisti è una cosa seria e non una buffonata sulla quale scherzare.Complimenti per il tuo blog, e grazie ancora.

I “Radioblog”.

P.S.: scusate per la “video cassetta” ma la canzone è stata
scritta nel 1998, quando ancora i dvd costavano troppo!!!

La mia risposta:

Ciao Radioblog (gran bel nome, giuro!)Il giudizio “trash” su di voi è un modo rapido per fare capire dove collocherei il vostro brano. Non pensavo che dietro ci fosse una band “seria”, ma che fosse una presa in giro molto ben riuscita. Ascoltando “così non va” mi rendo conto che dietro c’è del
lavoro fatto con impegno e ciò depone a vostro favore.Il mio blog è volutamente cinico-satirico-sarcastico e talvolta esce dal
politically correct, come nel caso dell’anonima alcolisti. Ho scritto
anche ben di peggio, se è per questo. Spero di poter contare ancora sul
vostro senso dell’ironia se e quando riparlerò di voi. Ah, e quando
andrete al Festivalbar, ricordatevi di fare un saluto ai chissenefregari!
😀

Saluti, grazie per la risposta, e in bocca al lupo per la vostra
attività di musicisti.

Csnf

La loro ri-risposta:

Grazie tante. Se vorrai scrivere di noi, con ironia e sarcasmo, saremo ben contenti. Se ti va, potresti anche pubblicare la precedente email, così i tuoi lettori sapranno qualcosa in più sul nostro conto. Siamo felici che ti sia piaciuta “Così non va”!Per quanto riguarda il Fantasma, posso dirti che è una storia realmente accaduta… diciamo che è un pezzo tragicomico!Non conoscevo il tuo blog ma devo dire, sinceramente, che sei molto bravo. Sull’anonima alcolisti, è soltanto un punto di vista, ma capisco che non c’è nulla di cattivo. Quando ho letto il post che ci riguardava, mi sono fatto delle gran risate, e poi i commenti sono stupendi!

Se Festivalbar sarà, stai tranquillo che ci ricorderemo di te…

Grazie ancora, a presto.

Un simpatico e cordiale scambio di battute. Lo “space” dei Radioblog entra di diritto tra i miei preferti, rinnovo a loro i saluti e l’augurio di una felice carriera. Tanto hanno perfettamente capito che noi siamo qui pronti a stroncarli se ce ne sarà la necessità! (p.s. per il Festivalbar io mi sono già fatto un nodo al fazzoletto)

Il fantasma del suo ex

La regione Emilia Romagna in collaborazione con l’Anonima Alcolisti è lieta di presentare il nuovo tormentone spiaggiarolo dell’estate. Se dalla stessa terra, da sempre madre di pregevoli artisti, arrivava l’anno scorso l’indimenticato Peto Bahia con “Patacca Vigliacca“, il 2007 regala agli appassionati di buona musica un nuovo brano da ballare sotto, sopra e in fianco all’ombrellone. Scoperto e riportato da Radio Music Smile, un misterioso duo anonimo di cui in rete non esistono al momento ancora informazioni (sono sempre meglio degli Zeroassoluto, comunque, ma si sa, ci vuol poco) ci regala “Il fantasma del suo ex“. Da scaricare e trasferire sull’ipod o sul cellulare. Subito.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.