Tag - Clarissa Burt

1
Isola dei Famosi 7 (con clamorosa caduta di Simona Ventura)

Isola dei Famosi 7 (con clamorosa caduta di Simona Ventura)

isola dei famosi 7 2010

E’ passato ben un anno e mezzo (sì, beh, vedendo com’è ridotta la Ventura si direbbe molto di più) dall’ultima Isola dei Famosi. Nel frattempo ci sono stati due Icsfactors e due Sanremi; Rubicondi, per guadagnarsi il ruolo da inviato, è stato costretto a cedere la figurina di Ivana Trump all’ex collega naufrago Er Mutanda; Belen Rodriguez è diventata una delle più grandi “burlèscs” della tv italiana. L’Isola fa dunque miracoli e Supersimo è pronta, per la settima volta, ad impartirci una benedizione solenne a suon di limoni tra le cozze e e gatti in tangenziale (Simona, se vuoi proprio essere cool, un consiglio: cambia il tuo vecchio tormentone da “durerà quanto un gatto in tangenziale” a “durerà quanto un gatto nelle grinfie di Bigazzi” oppure “durerà quanto un gatto nella fabbrica del Gran Soleil“). I concorrenti dell’Isola dei Famosi 7:

Simone Rugiati – massima solidarietà: è espatriato in Nicaragua pur di sfuggire alle malelingue che lo accusavano di essere fidanzato con Elisa Isoardi (durante la diretta scopriamo che non è un cuoco, bensì uno “Scioscèf”).

Claudia Galanti – mi rendo conto solo ora che l’ho sempre scambiata per Laura Barriales. E ho detto tutto.

Denis Dallan – proprio come Mauro Marin, anche lui è un noto playboy del trevigiano. E’ un membro della nazionale di Rugby, ma il suo “membro” è più famoso di lui per essere comparso su alcuni calendari hot.

Nina Senicar – si cerca la nuova Belen a colpi di deretani disegnati col compasso. Credo sia una delle gnocche più gnocche mai apparse in tv; non brilla certo per simpatia (ma tanto non ti serve, Nina, credi a me…), anzi molti dicono che è una che “serba” rancore (ah-ah).

Sandra Milo – più che una donna, un monolite: la Stele di Sandrocchia. E’ talmente vecchia che si mormora che sotto a strati e strati di lifting, si nasconda il codice per interpretare l’antico linguaggio sumero.

Clarissa Burt – se sul traduttore di Google digiti il suo nome, ti restituisce: “attempata attrice di fiction caduta in disgrazia, naturalmente predisposta al fracassamento delle altrui gonadi”. Ma lei afferma di voler dimostrare a tutti di non essere né cattiva, né rompipalle: lo farà dopo aver opportunamente squartato, rosolato e gustato tagliata di Lecciso e straccetti di Galanti.

Read More

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.