Category - Veronica Mars

1
Who cares? della settimana / 7
2
Veronica Mars: lo scempio è servito

Who cares? della settimana / 7

  • 7) Nostra Signora della solidarietà animale, Paris Hilton, si mobilita per salvare gli elefanti dall’alcolismo, mentre test clinici dimostrano che i topi maschi si leccano meno se nella loro gabbia c’è una foto dell’ereditiera (grazie a Licoreo per la news).
  • 6) Due sabati fa a Santa Barbara, California, Gwen Stefani ha dato l’addio alla sua fulminante carriera solista (costellata di successi tangibili, ma un po’ troppo hip-hoppeggianti, per i miei gusti) durata tre anni. Dal 2008 si torna all’antico, e Gwen riparte come frontwoman dei riuniti No Doubt. L’idea sembra buona, almeno nelle intenzioni.
  • 5) Ognuno ha i propri punti deboli, ed il mio si chiama Veronica Mars. Il telefilm più bistrattato della scorsa stagione, con un adattamento pessimo ed irritanti censure, e ritenuto dalla rivista Telefilm Magazine un “cult mancato”, torna da lunedì 12 novembre alle ore 15 su Italia Uno, con la terza ed ultima stagione in prima visione tv. Punto il videoregistratore.
  • 4) Ci sarebbero fiumi di parole da scrivere a proposito dell’argomento “telefilm” e sull’inedito sciopero degli sceneggiatori dei più popolari serial tv americani. Magari sospendessero i lavori anche gli sceneggiatori delle fiction italiane (cioè, avete provato a buttare l’occhio sulla “Figlia di Elisa” di Rivombrosa?): per la nostra tv sarebbe solo un bene.
  • 3) Felicitazioni: Ever Gabo Anderson è la neonata figlia dell’attrice Milla Jovovich e del regista Paul Anderson. Quella della poliedrica calendiva Fernanda Lessa e del tastierista dei Subsonica Boosta (Davide Di Leo), invece, si chiama Lua. Cioè, non so se mi spiego: Lua di Leo. Servono ulteriori commenti?

Top “…Who cares?” of the week:

  • 1) Ho seguito il diverbio tra Simona Ventura e Nunzio, l’ex fidanzato di Karen Picozzi, in diretta da una camera d’albergo dove non avevo una connessione ad internet sotto mano (ero quasi tentato di catapultarmi in pigiama dalla mia suite imperiale alla hall dove c’era un Pentium II ad uso pubblico) e sul momento avrei avuto un mucchio di cose da dire. Oggi è tardi per esprimersi: la predica televisiva della Ventura parla da sola e, di quello che dice, non si capisce un tubo. A parte “figlio di Pooh“, naturalmente.
You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Veronica Mars: lo scempio è servito

Quel poco di decente che vediamo in tv proviene senza dubbio dai serial americani. Mi riferisco, per esempio, a Veronica Mars, la cui season two è terminata ieri sera. Anzi: ieri notte.

Nonostante il grande apprezzamento internazionale, e i numerosi riconoscimenti da parte del pubblico e della critica, il telefilm si è dimostrato (almeno per Italia Uno) un prodotto scomodo. Forse per i contenuti che, tanto per dirne una, erano già passati sotto le doppie cesoie sia della censura video che audio, smussando scene e dialoghi per adeguarli ad un pubblico di sbarbatelli e allegre famigliole (ricordo che tra gli sbarbatelli e le allegre famigliole italiane ci sono anche i De Nardo di Novi Ligure e i Lorenzi di Cogne, ai quali, evidentemente, la censura televisiva non è certo servita a non far compiere certe atrocità).

Read More

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.