Category - Hannah Montana

1
Miley Cyrus – 7 things [VS] Ali Lohan – All the way around
2
Miley Cyrus nuda

Miley Cyrus – 7 things [VS] Ali Lohan – All the way around

Sfida a colpi di raschiamento di corde vocali tra due delle superteenager più in vista del momento. Due bambine brufolose nate ieri che si atteggiano a grandi dive e che rappresentano la più alta espressione dell’inzoccolimento precoce delle generazioni moderne, allo scopo di soddisfare la voglia di fama e di pecunia dei loro genitori.

Miley Cyrus, quindici anni, dopo le sue foto compromettenti pubblicate da Vanity Fair e quelle che un giorno sì e uno no continuano misteriosamente a sbucare fuori dai suoi archivi personali (qui, per esempio, è ancora una volta svestita e fradicia), rischia di veder ridotto in coriandoli il suo contratto con la Disney. Poco male: supportata dal truzzo padre e mentore Billy Ray, Miley si ricicla nei panni di se stessa come interprete di “7 Things”, brano poprockeggiante dalle sonorità trite e ritrite a metà strada tra la prima Ashlee Simpson ed il rombare del motore di un autobus in avaria sulla tangenziale. Allo strazio risponde, con il suo primo singolo ufficiale, la quattordicenne Ali Lohan (ma a sfondare ci aveva già provato ai tempi di “Christmas Magic”, come già documentato) sorella di quella Lindsay attualmente impegnata in un presunto amore saffico e il cui ultimo brano (Bossy) non è che abbia propriamente fatto impazzire il mondo. Ali, già nota per essere la bambina delle medie più anziana dell’universo conosciuto, si affida alla manager, amica e madre Dina (autodefinitasi “The white Oprah” per la sua dialettica e la capacità di dare consigli ai giovani, e infatti i risultati sono sotto gli occhi di tutti) e ad una canzone dalle sonorità timbalandiane, ma altrettanto abusate, per tentare la scalata alla classifica delle suonerie monofoniche.

Miley Cyrus nuda

Miley Cyrus non è particolarmente bella, non è particolarmente brava. Ma è una quindicenne di successo perché, anche grazie al non esemplare padre (il da sempre avido manager e pigmalione Billy Ray Cyrus, già protagonista del telefilm tappabuchi “DOC” dove con i suoi gilet in capretto e i cappelli da cowboy faceva capitolare tutte le infermiere più tamarre del policlinico), è riuscita a strumentalizzare ogni lato oscuro dello showbiz trasformandolo in gossip a suo favore. Miley Cyrus è una di quelle teenager che si farebbero abbordare da qualsiasi sconosciuto fuori dai cancelli dell’istituto tecnico in cambio di MMS e suonerie di Bill Kaulitz. Nella scacchiera Disney, Miley “Hannah Montana” Cyrus rappresenta la pedina che si è mangiata la Hilary Duff di Lizzie Mc Guire, ma che ancora non è riuscita a mettere sotto scacco l’astro nascente Vanessa Hudgens, nonostante i suoi continui tentativi di emularne personalità, comportamenti e scandaletti a sfondo sessuale, l’ultimo dei quali l’ha obbligata a chiedere scusa pubblicamente ai suoi fans, dopo la diffusione in rete di svariate foto private ritenute sconvenienti per una della sua età. E l’affare si ingrossa anche per (de)merito della pubblicazione di alcune fotografie su Vanity Fair di giugno, dove la giovane attrice compare mezza nuda e con un make up che sembra sia appena stata ripescata dal lago d’Iseo dopo un tentativo di annegamento a dicembre. Un grande “buzz” che sembra creato ad arte attorno al suo personaggio, rendendola in breve tempo la più giovane miliardaria di Hollywood. Minni e Topolino prima si indignano e poi gioiscono, e lei, nel frattempo, dall’alto dei suoi quindici anni sta già lavorando alla sua prima autobiografia, corredata di foto esclusivamente caste.

E per riabilitare completamente l’immagine, dopo i peccatucci veniali di cui sopra, Miley è già in tour negli ospedali per incontrare i suoi fans più sfortunati. Se non merita una laurea ad honorem in marketing (anzi in markètting) questa…

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.