Category - 90210

1
Eli Stone, Chuck, Earl, 90210: il punto della situazione
2
Beverlyscettico
3
In cantiere il remake di Melrose Place
4
Il primo promo di 90210
5
Il nuovo cast di Beverly Hills 90210

Eli Stone, Chuck, Earl, 90210: il punto della situazione

Dopo tre settimane (e sei episodi in tutto) posso ammettere con franchezza che Eli Stone mi ha già stancato (anzi “stoncato”, ah ah). Ha fatto la stessa fine di “Life”: ho seguito con interesse – calante – le prime due puntate (più che altro  incuriosito da tutto ciò che di positivo avevo letto in rete); la terza e la quarta le ho viste mentre rispondevo al telefono, chattavo su Facebook, cambiavo le piastrine per le zanzare; per seguire quelle di questa sera, invece, ho acceso la tv, azzerato il volume e mi sono disteso sul letto con due fette di cetriolo sugli occhi mentre ascoltavo l’iPod e contemporaneamente mi phonavo capelli. Mi sono anche dimenticato di cambiare le piastrine perciò ad un certo punto la mia camera è stata invasa da un nugolo di zanzare tigre attirate dal bagliore della tv accesa inutilmente. Insomma, senza esagerare: se dobbiamo fare un confronto tra “commedie forensi con visioni mistiche”, Ally Mc Beal era meglio.

Al contrario, avevo iniziato a vedere il telefilm che segue con una certa diffidenza, catalogandolo frettolosamente come “una cretinata”. Poi mi sono reso conto che era molto più originale e spassoso del previsto. La perdita di interesse per Eli Stone è stata compensata da una crescita di quello rivolto a Chuck, tanto che auspicherei una promozione in prima serata per quest’ultimo (che sennò mi tocca registrarlo e il mio videoregistratore dà ampi segni di cedimento). Mi è stato impossibile non affezionarmi al protagonista imbranato, un antieroe geek che suo malgrado si trova a dover collaborare con la Cia in veste di spia dei servizi segreti che in ogni episodio rischia la vita in improbabili missioni top secret, per poi ritornare – dopo salti da grattacieli e rocambolesche fughe su una Toyota modificata – all’amata tranquillità del negozio di computer in cui lavora. E’ il classico stereotipo duale di Clark Kent/Superman (o forse di Paperino/Paperinik): la persona comune, inconsapevole e un po’ sfigata, che sfugge alla quotidianità sventando crimini – più o meno – efferati grazie ad una identità segreta che non può rivelare. In Chuck, però, tutto ciò è attualizzato alla versione “due punto zero”, dove le citazioni “tecnico/nerdose internet oriented” non mancano ed il clima generale è sempre sopra le righe (e tra le attrici del cast ci sono gnocche non da poco che farebbero sbavare sulla tastiera anche il più testaquadrata degli ingegneri informatici [per gli ingegneri gestionali, invece, ci stiamo ancora attrezzando]).

Read More

Beverlyscettico

Scrivevo un anno fa:

vedendo le prime scene di 90210 […] ci vedo molta patina e poca sostanza. […] Il rischio è quello che la serie stanchi ancor prima di cominciare e che anziché celebrare degnamente l’originale, risulti svilente anche per il telefilm capostipite.

Quindi qui le cose sono due: o questi telefilm moderni (i cui protagonisti sono tutti blackberry, blog, pay-tv, party chic, pettinature prefette, abiti di classe, jet privati, corna dorate e anfetamine) fanno schifo e basta (vedi Gossip Girl di cui 90210 sembra la fotocopia), oppure sono talmente aderenti alla scriteriatezza della società giovanile che si propongono di rappresentare che sono malfatti apposta.

In cantiere il remake di Melrose Place

Dopo il successo (crescente, a quanto pare) di 90210, la versione rinnovata e ammodernata di Beverly Hills, giunge dagli States la notizia che anche Melrose Place avrà il suo rifacimento in versione “terzo millennio”. Gli autori saranno gli stessi di Smallville e la trama del telefilm sarà molto aderente allo script originale. Qualche tempo fa scrivevo:

sinceramente, preferivo Melrose Place a Beverly Hills… se mi massacrano anche quello vado a cercare i produttori a Hollywood e gli stacco le orecchie

perché Melrose per me era un appuntamento immancabile, più adulto e inverosimile di Beverly, pieno di corna e di disgrazie, in grado di trattare con giovanile incoscienza i temi più crudi, sempre nuovo e sorprendente nella sua pionieristica costruzione di soap opera leggera e al contempo altamente drammatica. Nella mia testa è stampato uno dei migliori finali di stagione di sempre, quello in cui la rossa Kimberly (Marcia Cross, oggi Bree di Desperate Housewives) in preda ad una specie di possessione demoniaca (successivamente giustificata con un tumore al cervello) piazza delle bombe e fa esplodere il mitico condominio. E conservo anche una cotta per l’altra rossa schizzata, Sidney (Laura Leighton, che scopro solo ora essere moglie nella vita reale di Doug Savant, Matt allora nella serie, Tom Scavo in Desperate Housewives oggi). Svampitamente adorabile.

Dopo il salto tutti i 23 protagonisti in un montaggio tratto dalle sigle delle sette stagioni (non ricordavo che ci fosse anche Kelly Rutherford, attualmente mamma della Gossip Girl Serena Van Der Woodsen).

Read More

Il primo promo di 90210

A me la curiosità era rimasta, voi nel post dell’altro giorno l’avevate condannato senza possibilità di appello. E vedendo le prime scene di 90210, il figlio di Beverly Hills, mi sa che avevate ragione: sarà un giudizio affrettato però, così, di primo acchito, ci vedo molta patina e poca sostanza. Che non è detto che i due ingredienti non debbano esserci, ma se già in un’anteprima di pochi secondi sembrano maldosati, figuriamoci nel prodotto finale. Il rischio è quello che la serie stanchi ancor prima di cominciare e che anziché celebrare degnamente l’originale, risulti svilente anche per il telefilm capostipite.

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Cioè, paragonato con questo non c’è storia:

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Il nuovo cast di Beverly Hills 90210

Da un po’ di tempo si rincorrevano voci su un rifacimento in versione 2.0 della mitica serie tv (che, diciamolo, ha profondamente segnato lo stile ed il linguaggio della serialità televisiva dagli anni 90 ad oggi) Beverly Hills 90210. L’emittente a stelle e strisce CW ha finalmente annunciato il cast definitivo del telefilm, che non sarà un remake vero e proprio, bensì uno spin-off attualizzato ed al passo coi tempi. Da sinistra a destra: Dustin Milligan, AnnaLynne McCord, Jessica Walter, Shenae Grimes, Tristan Wilds, Lori Loughlin, Ryan Eggold, Jessica Stroup, Michael Steger.

Annie e Dixton Mills saranno i nuovi Brenda e Brandon Walsh, che trasferiti dal modesto Kansas dovranno vedersela con la sbrilluccicante realtà delle sfarzose colline di Beverly Hills. Il loro paparino è il preside del West Beverly High, mentre la mamma (nella foto qui sopra è l’unica attrice che conosco, Lori Loughlin, la zia di Jesse Mc Cartney in Summerland) dovrà tenere a bada la suocera vamp svampita che impartirà ai nipoti lezioni di lusso e di ubriacatura. Con una trama giovane e contemporanea dove troveranno spazio anche internet e Youtube, e la partecipazione straordinaria di Jennie Garth (la vecchia Kelly Taylor del telefilm originale, ma in corso d’opera potrebbe arrivare anche Donna Martin – Tori Spelling), il nuovo 90210 si candida ad essere l’evento televisivo della prossima stagione in America. Riuscirà a soddisfare tutte le aspettative che si sono create intorno al fenomeno e a competere con il mito incontrastato del progenitore?

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.