Category - X Factor

1
I videoclip dei finalisti di X-Factor 5
2
X-Factor 5 – vince Francesca Michielin al ballottaggio con I Moderni. Eliminata Antonella: Arisa ha vinto Sanremo a 27 anni e perso X-Factor a 29 (cit.)
3
X-Factor 5 – Gli inediti
4
X-Factor 5 per poveri – Sesta puntata (natalizia) su Cielo
5
X-Factor 5 per poveri – quinta puntata su Cielo
6
X-Factor 5 per poveri – quarta puntata su Cielo
7
Nel frattempo a X-Factor U.S.A. – La drammatica eclissi di Nicole Scherzinger

I videoclip dei finalisti di X-Factor 5

Posso capire l’inesperienza e la giovane età, ma devo dire che Francesca è anche di una cozzeria totale nel primo  videoclip della sua carriera. Per farla sembrare più convinta del “male che fa solo male” che canta, le hanno caricato nel software che le governa la faccia un campionario di espressioni forzatamente contrite che manca poco per la promozione a conduttrice di Pomeriggio 5.

Trama del video: Francesca vaga in un centro commerciale deserto dopo l’ispezione della Guardia di Finanza. Grazie ad un flashback si capisce che la cantante aveva appena comprato una canotta glam rock da Pimkie senza richiedere lo scontrino. Al momento dell’arrivo del capitano Argentero delle Fiamme Gialle è costretta a scappare e a rifugiarsi nei bagni insieme ad un complice dall’orrendo maglione a righe. Quest’ultimo però, è meno distratto del previsto e, appena riesce, fugge a gambe levate abbandonando Francesca al suo triste destino da evasora fiscale.

francesca michielin distratto video ufficiale

Read More

X-Factor 5 – vince Francesca Michielin al ballottaggio con I Moderni. Eliminata Antonella: Arisa ha vinto Sanremo a 27 anni e perso X-Factor a 29 (cit.)

francesca michielin vince xfactor5 venturaPer la serie: “la prima impressione è quella che conta”, alla premiere qui si diceva:

Per tutti è la vincitrice annunciata (anche per il sottoscritto) da quando portò i Led Zeppelin ai casting […] Francesca deve dimostrare molto, soprattutto di avere carattere per non cedere all’inevitabile “normalizzazione” che, con una caposquadra come quella che si ritrova, è pericolosamente dietro l’angolo.

E così è andata, normalizzazione musicale compresa, garantita dall’inedito eccessivamente elisiano (che ho leggermente rivalutato, però avrei vissuto benissimo anche senza).

Devo ancora ben capire se ero io che mi aspettavo troppo da questo X-Factor, oppure se è stata Sky ad illudermi, sedurmi ed abbandonarmi lasciandomi poi lì inerme con il cuore spezzato come fosse un biscottino al burro. Perché è innegabile che, seguendo i casting in prima serata e l’esordio scoppiettante di questa quinta edizione, fosse davvero evidente che la musica era cambiata, come da slogan di Cattelan (un po’ imbalsamato ma bravo, però aveva gioco facile perché confrontandolo con il suo predecessore sarebbe risultato un fenomeno anche un filetto di platessa impanato). Ma durante la corsa, qualcosa (anzi parecchio) nel programma non ha funzionato e sono stati infranti i sogni (e, scusate, anche un po’ le balle) di chi non perde mai la speranza che una nuova televisione sia possibile.

Alcune dinamiche note, le situazioni già viste, la supponenza di un paio di giudici, la micidiale schiapperia di certi concorrenti, la poca originalità generale, hanno più volte palesato un appiattimento creativo indegno per una televisione a pagamento. Era tutto scritto fin dall’inizio: doveva essere l’anno della rinascita della Ventura. Si sarà indebitata talmente tanto per comprare i call-center per televotare Francesca, che dovrà rinunciare al  tagliando dei 60.000 km dal chirurgo estetico.

Read More

X-Factor 5 – Gli inediti

Cari amici poveri e senza Sky, la mensa della Caritas stasera ci aspetta. Prima però, per festeggiare degnamente, questa fine d’anno ci porta in dono cinque nuove canzoni di cui non si sentiva la necessità: gli inediti dei concorrenti di X-Factor. Questa settimana, causa festività, niente chissenecronaca, ma ci focalizziamo direttamente sui meravigliosi brani scritti da grandissimi e stimatissimi autori della musica italiana. Ne approfitto per farvi gli auguri di buona fine e buon principio; e chissà se almeno una di queste cinque canzoni sopravviverà a capodanno, oppure se saranno tutte gettate dalla finestra insieme alla roba vecchia.

Di L.Mattioni, M.Cianchi e Kaballà “Sarà possibile”. Canta: Nicole

Come è stata presentata dalla Ventura: “inedito dalle sonorità HARD DANCE che potrebbe funzionare in previsione dell’estate”.

Cos’è nella realtà: arrangiamento fatto col Musik Maker 10.1 versione shareware, melodia banale che richiama l’ultima Giorgia (lei, però, non risponde).

Precisazioni: secondo me Nicole ha cantato in playback. Vi invito a rivedere il video dell’esibizione e fare caso a quando sale tra il pubblico.

Giudizio finale: fuori tempo, fuori stagione e soprattutto fuori (finalmente) Nicole dal programma.

 

Di L. Marino “Cuore scoppiato”. Canta: Antonella

Come è stata presentata da Arisa: “E’ stata scritta da un mio caro amico che si chiama Luca Marino ed è una canzone con le palle, un pezzo cazzuto che ha un tiro micidiale”

Cos’è nella realtà: ruffianeria pura nell’arrangiamento che tende ad accalappiare un pubblico fighetto dai gusti british, ma in soldoni pare un pezzo scartato da un album qualunque dei Subsonica. Il ritornello – orrendo – gira sulla rima cuore/amore, e non voglio infierire ulteriormente.

Precisazioni: 1) Arisa: cambia amicizie nonché spacciatore – 2) nel 2010 Luca Marino partecipò a Sanremo tra i giovani e su questo blog commentammo così: “Luca Marino: strappato, per venire a Sanremo, alla fabbrica di pantofole del padre. Un appello alla famiglia: non affrettatevi ad assumere qualcun altro” e “se Luca Argentero mettesse incinta un babbuino nascerebbe uno così”.

Giudizio finale: dai Goldfrapp a Dolcenera senza passare dal via.

Read More

X-Factor 5 per poveri – Sesta puntata (natalizia) su Cielo

Buonasera popolo squattrinato di X-Factor su Cielo e ancora buon Natale. Quello immortalato nella gif animata qui sotto è il momento più interessante della puntata. La Ventura entra in scena e rischia subito di lasciarci giù un femore. Questo avvenimento la renderà più trifolazebedei che mai.

simona ventura cade xfactor

Antonella

The world is not enough (Garbage) – Non so cosa dire, il sogno della mia vita era sentire una canzone dei Garbage a X-Factor e in tutta onestà non pensavo sarebbe mai stato possibile. Ora possiamo anche sopprimere il programma e i quattro giudici di questa edizione con esso (no vabbè, dai, Calimero Arisa la salviamo che mi fa troppa tenerezza). Non ho la lucidità necessaria per giudicare alcunché a causa del doppio carampanesimo che mi affligge (per Antonella e per Shirley Manson), ma invece ho la lucidità necessaria per dire che le eleganti obiezioni della Ventura (“devo mettermi a novanta?”) sono simpatiche come la cacca di cane pestata a piedi nudi un giorno d’agosto quando il comune ha sospeso l’erogazione dell’acqua corrente. Voto 10

Disincanto (Mango) – Concordo con Morgan che non conosce questo “inno della Lucania”: nemmeno io, e avrei preferito continuare a vivere nell’ignoranza. Antonella non c’entra nulla con questa roba sciatta e obsoleta, al primo ascolto mi pare una canzone adatta al più per la messa di mezzanotte. Virtualmente potrebbe essere il suo inedito: mi sento come se mi avessero svegliato tirandomi una secchiata di acqua gelata. Voto 4

Voto medio 7

Francesca

The house of the rising sun (The Animals) – Come look sembra una Adele magra e il rock è senz’altro il suo elemento (il suo “brodo”, secondo Elio). Tutto molto interessante finché rimaniamo nel mondo delle cover di pezzoni storici, ma contestualizzata nella discografia italiana attuale che rock la mettiamo a fare? Quello della pubblicità del Pocket Coffee con Irene Grandi? Voto 7

You shook me all night long (AC/DC) – La Ventura la presenta così: “un rock color metallo pesante, un rock da STADI PENI [ha detto proprio così e lei è una che se ne intende… di stadi, ovviamente], un rock con la canzone simbolo dei grandi EH SI, DISSI“. Francesca è poco convincente, molto meno rock di quanto dovrebbe e anche di quanto millanta di essere. Vocalità fiacca, poca personalità, in certe inquadrature pare Alessandra Amoroso. Voto 4

Voto medio 5,5

Read More

X-Factor 5 per poveri – quinta puntata su Cielo

arisia x factorAlla faccia dell’edizione british, stasera ad X-Factor domina il televoto. Un concorrente verrà eliminato dal pubblico sott’ano e l’altro – come di consueto – dai giudici. Peraltro, se proprio volessimo cercare l’uovo nel pagliaio (cit.), potremmo dire che in questa edizione il televoto è vittima del doping peggio che in Rai. Improbabile, infatti, che ci siano spettatori “occasionali” che si sintonizzano facendo zapping e decidono di televotare, dato il bacino ristretto di utenti di Sky. Pertanto, quelli che votano vedendo il programma sono sempre gli stessi. E la possibilità di esprimere la preferenza gratuitamente anche via internet e con le app per smartphone dà la possibilità di votare a chicchessia anche senza essere davanti al televisore (e quindi senza giudicare il reale merito dei cantanti). Se ne conviene che quest’anno più che mai vincerà il concorrente che dispone del fanclub più forte (al momento sembra essere quello di Nicole con interi comuni radunati al cinema parrocchiale). Io, per la cronaca, voto sempre Antonella a scatola chiusa.

Jessica – Sally. Come interpretazione ci siamo, come intonazione un po’ meno. Non mi colpisce come le altre volte, forse perché il pezzo è davvero stato cantato nei talent show fino allo sfinimento. Morgan prima fa delle allusioni sessuali, poi dice che Jessica potrà diventare la nuova Mia Martini. E’ evidentemente la sua area sudombelicale che parla. Voto 6+

I Moderni – Fuck you. Per la seconda volta  in cinque puntate mi sono piaciuti (meglio che niente). Non fanno dimenticare certi terribili momenti passati, ma l’esibizione di stasera aveva quel nonsoché di divertente, anche per l’irriverente dedica ad andare a quel paese rivolta a Morgan. Quest’ultimo risponde alla provocazione di Elio con un biberon gigante mentre lo stesso Elio fa la parodia castoldiana insultando strumentalmente i concorrenti, quindi salendo sul palco e prendendoli a calci nel sedere: “Come vi permettete? Avete fatto schifo, siete saccenti e arroganti, siete delle merde”. Loro sono sembrati sinceramente scioccati dalla reazione del loro giudice, il momento è stato indubbiamente divertente. L’Elio che vorremmo vedere sempre e che invece si concede con troppa parsimonia. Voto 6 e 1/2

Read More

X-Factor 5 per poveri – quarta puntata su Cielo

x factor 2011Alessandro Cattelan è fin troppo british stasera: apre il programma senza nemmeno un minimo saluto al pubblico, manco fosse Maria de Filippi. Nei primi due minuti di trasmissione riesce senza che nessuno lo corregga a: 1) dire che la finale di X-Factor si terrà il 5 maggio (????) 2) chiamare il cantante dei Maroon Five Davide (scambiandolo forse per Papasidero a cui è appena stato concesso un tanto inutile quanto indegno tributo) e 3) – anatema degli anatemi – pronunciare il cognome del leader dei Maroon Five LEVAIN anziché Levìn. Cattelan perde punti: mettiamogli – non so – un gobbo, un auricolare, un pappagallo parlante sulla spalla che gli faccia da suggeritore. E non vestiamolo di velluto stile cassa da morto, per favore. Peraltro, noto solo ora che batte le palpebre tipo 50.000 volte al minuto. Sarà colpa di Morgan che ha alzato la polvere?

Nicole – Heaven. “E’ un pezzo nuovo di trincia” afferma la Ventura. Ah, pensavo fosse un pezzo nuovo di Emeli Sandé (che poi, comunque, non si direbbe “nuovo di TRINCA” ???? MAH). Pezzo giovane cantato da una giovane, finalmente. Nicole risulta ancora parecchio acerba e carente di personalità. Ma carica di sebo. Voto 6

Vincenzo – Portatemi Dio. Da non ascoltatore di Vasco Rossi, ammetto di non aver mai sentito questa canzone prima d’ora. Il brano sarà anche adeguato, ma mi sembra che si stia trasformando Vincenzo nel nuovo Damiano Fiorella di X-Factor 3. Voto 6 e 1/2

Proprio l’altro giorno invocavo la limonata omosex per Cattelan come avvenuto per il conduttore di X-Factor USA, ma direi che la scena degli scongiuri con grattatine genitali reciproche tra lui e Vincenzo è stata più che sufficiente per farmi inorridire.

Claudio – Mi sei scoppiato dentro al cuore. Arisa dice titoli a caso, nel frattempo Claudio rivela che si sente insicuro perché proviene da un dimagrimento di 50 chili. E per gli altri 50 cosa stiamo aspettando, la dieta Joe Bastianich? La canzone è stata voluta dallo stesso Claudio (al posto dei Nickelback) e francamente gli interrogativi sul perché di tale scelta si sprecano. Arrangiamento popdanzereccio decisamente brutto, di cui Arisa di assume le responsabilità. Elio tenta senza successo di estorcere un outing a Claudio, il quale canta anche decentemente, ma nemmeno stavolta risulta particolarmente entusiasmante. Voto 6+

Read More

Nel frattempo a X-Factor U.S.A. – La drammatica eclissi di Nicole Scherzinger

Il nostro X-Factor a pagamento catalizza tutte le attenzioni nazionali, ma ogni tanto bisognerebbe buttare l’occhio anche sulle edizioni estere. Riassumiamo velocemente la storia di X-Factor USA: Simon Cowell, il papà del format, ha abbandonato la sua amata Inghilterra da oltre un anno per dedicarsi anima e corpo alla realizzazione della prima edizione di X-Factor in America. Edizione annunciata come rivoluzionaria, ma che nella realtà fatica a decollare e il cui successo sembra essere sotto le aspettative. I giudici chiamati dietro l’ormai famoso bancone non hanno dimostrato finora l’appeal necessario (d’altronde che ti vuoi aspettare da Nicole Scherzinger e Paula Abdul che in comune hanno solo i lineamenti plasticosi, e da L.A.Reid che è stato messo lì solo per evidenti intrallazzi discografici?) e il pubblico ha accolto il talent tiepidamente. Tanto tiepidamente che lo stesso Cowell ha ammesso che X-Factor USA non è il fenomeno che si era preventivato (colpa anche del format ormai obsoleto: l’innovativo “The Voice”, per dire, ebbe un impatto mediatico sicuramente maggiore sul pubblico d’oltreoceano – e anche sul sottoscritto – oltre che una media d’ascolto più alta).

In quanto a scene madri, però, X-Factor USA non si fa mancare nulla.

Nell’ultima puntata andata in onda, un simpatico siparietto (raccontato in quattro ipnotiche Gif animate – se non le vedete aspettate un po’ che devono caricare) che sa molto di deja-vù: Nicole Scherzinger, novella Arisa, deve decidere chi eliminare, ma non ce la fa a prendersi la responsabilità. A un passo dalla crisi mistica, mentre tampona le lacrime che sgorgano peggio che alla statuetta della Madonna di Lourdes, l’ex Pussycat vigliacca ed infingarda (nonché pessima attrice) non vuole eliminare la concorrente Rachel (del Team Cowell, qui la sua esibizione) e nemmeno il concorrente Marcus (del Team Reid, qui la sua esibizione), consapevole che qualunque scelta si ripercuoterà su di lei (e pensare che lo show avrebbe dovuto condurlo la stessa Nicole e invece poi è stata promossa a giudice in corsa).

Nicole non sa che fare, dice espressamente che non vuole scegliere. Il conduttore la incalza e lei non ci capisce più niente. Alla fine, in preda all’arrizzamento di carni e con la morte nel cuore, chiama il TILT. Il voto del pubblico sovrano a stelle e strisce sceglie di mantenere in gara il concorrente Marcus e la Scherzinger si vede passare davanti agli occhi tutta la sua fallimentare carriera, dai balletti sgallettati ai featuring con Enrique Iglesias, come in un film di serie B.

Read More

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.