Category - Italian Academy

1
Italian Academy 2 [VS] Amici Casting

Italian Academy 2 [VS] Amici Casting

Nell’Italia dei talent show che battono sul due, e che trapanano i cosiddetti sul Cinque, si accende questo pomeriggio la stella di Italian Academy 2, reality show danzereccio condotto da uno dei pochi nuovi talenti emergenti della televisione di Stato. In un campo dove ultimamente nascono solo ortiche (meglio note come Del Noce Angel’s, ovvero belle statuine miracolate incapaci di spiccicare parola a cui è stata regalata una gloria immeritata sulla rete ammiraglia), veder sbocciare su Rai Due una margherita di campo che risponde al nome di Lucilla Agosti (una che, nonostante la giovane età, ha alle spalle una certa gavetta, possiede un curriculum ben fitto di esperienze professionali, sa fare un discorso, ti strega con lo sguardo e last but not least è padrona del mio cuore fin da quando presentava Azzurro su Rete A), è un motivo più che sufficiente per fare lo sforzo di seguire il programma, sebbene io non trovi la formula particolarmente convincente e sebbene la concorrenza proponga  Amici Casting, il primo esperimento televisivo di recruiting & selection per la prossima stagione del talent show defilippiano.

Tutta la ridicola comitiva di giovanile umanità presentata “a sorpresa” la settimana scorsa in occasione della prima puntata di Amici Casting, e già messa di fronte alla perfida derisione di due commissioni formate da una marea di nuovi docenti, è stata più interessante di qualsiasi altra puntata pomeridiana di Amici andata in onda negli ultimi anni. E mi ha colpito a tal punto da pensare che Maria la Sanguinaria stia davvero architettando qualcosa di molto losco – e molto succulento – per Amici 9, riaccendendo in me una curiosità che ritenevo ormai sopita. Ne riparleremo di sicuro più avanti: oggi, però, è la giornata dell’esordio di Academy, che tenta di replicare sotto forma di ballo ciò che X-Factor ha fatto con la canzone: ridare credibilità ed una speranza professionale ai sogni degli aspiranti talenti nostrani. O almeno si spera.

Ci sono due errori di fondo nella programmazione di Raidue: il primo è che Academy parte con venticinque minuti di ritardo rispetto alla concorrenza che, nel frattempo, ha già snocciolato i primi provini di ballo, e l’ospitata della sua più mostruosa creatura acchiappascolti, Marco Carta; il secondo è che il talent di Lucilla Agosti è preceduto dalle prove di formula uno e dal solito talk show sportivo marchiato Rai con la scenografia virtuale che non traghetterà nemmeno mezzo telespettatore al programma successivo, per quanto il target di pubblico è differente.

Read More

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.