Category - Isola dei famosi

1
La crisi dei reality: ce ne faremo una ragione.
2
La lavagnatta
3
L’ Isola dei Famosi (ma anche no)

La crisi dei reality: ce ne faremo una ragione.

Il Circus di Canale 5 non decolla, ma per la D’Urso è il programma più bello e più serio del mondo. L’Isola 4 è in evidente crisi creativa, oltre che di congiuntivi coniugati correttamente dalla Ventura. Wild West ha portato Rai 2 nella Fossa delle Marianne dell’Auditel, ma la Parietti, anzichè fare un profondo esame di coscienza, dà la colpa a imprecisati fattori esterni. L’unico che par funzionare, ma non è un reality nel senso stretto del termine, è La Pupa e il Secchione, ormai un piccolo “cult” televisivo, che durerà da Natale a Santo Stefano, ma che, finchè resiste ci accontentiamo, perchè, rispetto alla noia fornita dai reality suoi antagonisti, almeno presenta un minimo di originalità. E ci fa un po’ divertire. E discutere, anche.

Scrive Francesco Specchia sul suo Telebestiario:

Dispiace per gli amici smanettatori di blog e appassionati fans dei figli del Grande Fratello; ma il reality, in voga sin dai tempi del Panopticom di Jeremy Bentham, nel ‘700 (il grande carcere circolare e trasparente sotto eterno controllo) ha esaurito la sua carica

Come “smanettatore di blog” devo dire che, riguardo alla crisi dei reality, un bel chissenefrega ci sta tutto. E come telespettatore sarei il primo ad essere contento se le nostre emittenti ritornassero a programmare telefilm, film, quiz e varietà come ai vecchi tempi (ma basta fiction italiane con la Arcuri & co, perlamordiddio). Magari avremo tutti un po’ meno visite, ma gli argomenti su cui disquisire non mancherebbero, perchè il mondo dei blogger non è mica piatto, noioso, monotono e senza creatività come quello degli autori televisivi, per fortuna.

La lavagnatta

Lo sapevo che L’Isola 4 non avrebbe (per il momento) dato granchè di cui parlare. Quindi dirò solo che mi piacciono le scelte registiche e un po’ meno la scenografia (preferivo quella dell’anno scorso, almeno non pioveva dentro). La Ventura, già alla prima puntata, non riesce a comporre una frase di senso compiuto e, tra tutte le novità (ehh capirai), rimane un caposaldo della trasmissione la mitica lavagnatta. Quella su cui Sara Tommasi, la quale millanta di essersi laureata a pieni voti alla Bocconi, ha tentato di scrivere con il jack dell’auricolare, pensando che fosse “un pennarello che si illumina“.

L’ Isola dei Famosi (ma anche no)

Tralascio volutamente, per il momento, l’argomento “Isola dei Famosi” che è ai nastri di partenza su Rai 2. Le precedenti edizioni insegnano che è un reality a gasolio: nelle prime puntate non regala mai grandi emozioni, per poi rifarsi dopo qualche settimana di programmazione, con contenuti altamente trash adatti a soddisfare anche i cassonetti più raffinati. Per ora, quindi, mi limito ad osservare, attendendo il gossip spinto, le risse sanguinarie e gli sputtanamenti reciproci che, sono certo, anche quest’anno non mancheranno. Ad esempio Sara Tommasi (nella foto, le altre le trovate sul suo sito non ufficiale) e Luca Calvani (per la par condicio) potrebbero litigare su chi dei due abbia il miglior estetista o la miglior messa in piega.

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.