Category - Isola dei famosi

1
Isola dei Famosi 9 – Vince Antonella Elia
2
La signora Ventura mi avrebbe protetto
3
Isola dei Famosi 9 – Savino soporifero, Luxuria rivelazione. Rimpiangiamo Simona Ventura
4
That’s Isola: Domenico Nesci all’Isola dei Famosi 7
5
Lavori usuranti
6
Quattro “figli di” sull’Isola dei Famosi 7
7
Isola dei Famosi 7 (con clamorosa caduta di Simona Ventura)

Isola dei Famosi 9 – Vince Antonella Elia

antonella elia vince isola famosi 9In questa annata televisiva l’idea più brillante che abbiamo visto è stata quella di riciclare all’interno di reality e talent show, dei personaggi che li avevano già vissuti (al GF12 Patrick Ray & co, ad Amici i “big” del Sanremino interno, ad XFactor la rentrée di Ventura e Morgan) in modo da garantire un effetto nostalgico che riportasse davanti allo schermo qualche manciata di appassionati della prima ora ormai fuggiti.

L’isola 9 si è fatta promotrice dell’iniziativa ospitando sotto le palme dell’Honduras gli “eroi”, arruolati per fare “un’isola meravigliosa”(cit.) ma che sono caduti di settimana in settimana sotto i colpi ben assestati delle polemiche fomentate dai “mestieranti da reality” o dagli scatti psicotici di bionde showgirl sulla soglia dei 50 che abbracciano alberi e sussurrano ai calamari.

Nonostante una discreta stitichezza iniziale e un senso di deja-vù generale, quando le dinamiche hanno iniziato ad animarsi grazie anche ai continui innesti di concorrenti, l’Isola 9 è finalmente decollata. Regalando uno dei daytime migliori degli ultimi anni, in cui quotidianamente è emersa dalle cristalline acque delle playe honduregne la vera essenza del reality.

Il serale del giovedì ha riservato sempre poche sorprese ed è stato carente di pepe: il conduttore non ha avuto la giusta sensibilità per cavalcare momenti che avrebbero potuto sfociare in confronti (televisivamente) interessanti ed ha preferito smorzare ritmi e situazioni con il suo stile sobrio e coinvolgente come il risponditore automatico del 190. Vladimir Luxuria, al contrario, sempre reattiva e presente, si è caricata sul groppone la responsabilità della riuscita del programma, dimostrando a tutti – dirigenti Rai compresi – chi, in casa Isola dei Famosi, porta i pantaloni.

Read More

La signora Ventura mi avrebbe protetto

Premessa: tutto nasce da un poco elegante commento (“tu sei un ricchione” cit.) di Mariano Apicella all’indirizzo di Cristiano Malgioglio (ma prima c’era stato un meraviglioso dissing in stile gangsta rap tra lo stesso Apicella e Den Harrow, terminato con Otlema che dà del “tricheco” alla Marini). A me la scelta autorale di mandare in onda l’offesa del menestrello di Arcore non è piaciuta, ma una volta che la frittata è stata fatta bisognava anche darsi una mossa per limitare i danni.

Spiegandolo con una elegante metafora, è stato un po’ come mollare un fetente peto dentro un ascensore con le porte bloccate. A quel punto bisognava accanirsi ed aprirle con la forza, quelle porte, o almeno tentare di uscire dal soffitto e arrampicarsi sulle corde d’acciaio, rischiando di spellarsi le mani. Il conduttore, invece, ha preferito stare chiuso dentro a soffocare e c’è mancato un attimo che non prendesse fuoco tutto a causa dei gas emessi. Mi spiace, ma Savino ha fatto una figura inadeguata al ruolo che ricopre. Lui voleva una isola “comedy”, ma questo non vuol dire sottrarsi alle responsabilità quando il comedy vira inaspettatamente in tragedy, soprattutto quando sei tu quello che ci mette la faccia.

Savino ha dimostrato poca “passione”: evidentemente nel suo ruolo di conduttore sostituto della cazzutissima signora Ventura – santa patrona dei naufraghi – non ci crede manco lui.

Fine premessa. Ma ti pare che quell’unica volta che uno non è davanti al televisore, si perde il momento più cult di tutte le nove stagioni di un reality che ormai non parla più di naufraghi ma sta proprio naufragando esso stesso? L’isola si sveglia a mezzanotte e, verso fine puntata, scatta il momento thriller che vede l’ammutinamento degli eroi e una rivolta dei concorrenti contro la produzione del reality stesso.

Non c’è nulla da commentare, solo da vedere (video dopo il salto) e prendere atto che:

Read More

Isola dei Famosi 9 – Savino soporifero, Luxuria rivelazione. Rimpiangiamo Simona Ventura

Diciamolo con un twit:

quest’anno volevano ambientare l’ Isola Dei Famosi al Giglio, ma la location era già occupata da un altro reality

.

L’isola dei Famosi 9 prevede un cast di vecchie glorie (gli “Eroi”), che sono più che altro vecchie ciabatte. Sulla carta, la scelta di un nugolo di concorrenti riciclati sa di film già visto. Dalla Marini rigorosamente a tempo (perché deve rientrare per fare il tagliando) a Malgioglio e il suo ciuffo decolorato; dalle rissose rifatte Aida Yespica e Arianna David, a Den Harrow e Cecchi Paone; da Carmen Russo a Enzo Paolo Turchi e i suoi figli (come dite? Enzo Paolo Turchi non ha figli? Allora vuol dire che quelle emorroidi hanno raggiunto dimensioni davvero preoccupanti).

Però certi film alla seconda visione sorprendono; chissà che questo cast che già conosce in anticipo tutte le dinamiche del gioco, non riesca a farsi ricordare con qualcosa di memorabile (esempio: impalano Flavia Vento e la danno alle fiamme).

Ad affiancare gli isolani di secondo pelo, la cosiddetta “casta degli eletti”: la ex fidanzata del Trota, l’ex fidanzato di Pamela Prati, una morta di fama del Grande Fratello, il Mago Otelma senza paramenti (orrendo mix tra Boldi e Bondi con le mutande bianche comprate da Tuttoauneuro) e Mariano Apicella (chissà chi lo sostituisce alle allegre serate ad Arcore. Io proporrei di riesumare il maestro Alessandro Alessandro). Un gruppo di cervelli in fuga dai loro stessi crani che appare agguerrito ma solo per esigenze di audience.

Il serio presentatore Nicola Savino, alla prova forse più importante della sua carriera, convince poco. Ok che la “conduzione per sottrazione” è il trend del momento, ma stasera ci sono stati momenti di vuoto che ci si potevano mandare in onda intere stagioni di Beautiful. Eravamo abituati a una conduzione imperfetta e a tratti sgradevole, confusionaria e sloganistica, ironica e urlata, convinta e sgrammaticata, ma per questo profondamente identitaria.

Savino (passabile in radio, discreto imitatore, buona spalla per varietà pseudocomici), invece, ha la personalità di un ciocco di legno ricoperto di licheni e nella sua performance “conduttoriale” si sono fatti notare soprattutto i silenzi, oltre che una inquietante somiglianza con Clark Gable incrociato geneticamente con un criceto. Aver condotto una puntata ad interim l’anno scorso non lo trasforma automaticamente nell’uomo giusto per un progetto così impegnativo.

Read More

That’s Isola: Domenico Nesci all’Isola dei Famosi 7

domenico nesci isola dei famosi

L’isola 7 comincia a carburare, dopo un mese in cui si è trascinata senza personalità dietro al capocomico Aldo Busi. L’assenza dell’intellettuale ha fatto sì che la puntata di stasera si rivitalizzasse, ma lo spettro dello scrittore epurato aleggiava in studio insieme agli “ZAN ZAN” di Simona Ventura. L’opinionista Monica Setta si è guadagnata le simpatie della conduttrice, che in chiusura di puntata l’ha salutata con un’inquietante “Monica Setta attenta che arrivano le querele!”, per aver accusato Aldo Busi di essere stato processato per atti osceni in luogo pubblico. Arriva la telefonata (in privato, durante la pubblicità) chiarificatrice da parte dello scrittore che smentisce ogni accusa e Supersimo si lancia nel solito pippone settimanale sulla libertà espressiva. Ventura e Setta hanno sfiorato l’accapigliamento in stile riunione di condominio, ma tutto è bene quel che finisce bene. Grande intensità recitativa (paragonabile ad un teatro delle marionette polacco) quando L’Isola si trasforma in Uomini e Donne (altra querela, da parte di Maria de Filippi, stavolta?). Federico Mastrostefano – coadiuvato da un uso criminoso dei congiuntivi –  lascia la fidanzata Pamela in diretta perché “Je vojo bbene ma nun la amo ppiù“; lei in lacrime urla “a solo zzitto te ne ddddevi statte!“. Come ho scritto su FB, ho amato questo momento quasi quanto quello analogo alla Talpa tra Pamela Camassa e Filippo Bisciglia (se anche tu che leggi in questo momento ti chiami “Pamela”, ti consiglio di stare in campana, ché basta un attimo e il tuo amato ti scarica in diretta tv).

Ma la parte migliore è arrivata sul finale, con l’arrivo dell'”italian stallion”, l’uomo dotato di una “red hot sausage” ma non si è capito bene dove. Qualche mese fa aveva fatto un’ospitata sospetta a “Quelli che il calcio” e da allora cominciò a circolare il rumor che potesse naufragare sull’isola venturiana. Oggi il pettegolezzo è diventato realtà e Domenico Nesci è entrato ufficialmente a far parte del cast del reality di Raidue, con l’esplicito compito di far innalzare il livello ormonale grazie alla sua mutanda tricolore, già noto feticcio sulle peggiori bancarelle di Little Italy. Ora: possiamo pensare tutto il male possibile di Simona Ventura, ma dobbiamo obiettivamente riconoscerle che sa puntare su personaggi attuali, che fanno discutere la Rete, e che possiedono un altissimo potenziale trash.

Questo blog va fiero dell’arrivo del nuovo naufrago, perché qui si parlava di Domenico Nesci in tempi non sospetti. Potrei dire “l’ho scoperto io”, alla pippobaudo maniera (o potrei dire anche “ZAN ZAN“, che ci sta bene sempre).

Lavori usuranti

Ieri sera abbiamo scoperto che L’Isola dei Famosi è sottotitolata alla pagina 777 di televideo. Ma vi pensate quel povero disgraziato che per lavoro deve trascrivere in diretta per filo e per segno (beh, più o meno) tre ore di dialoghi triti e ritriti di Simona Ventura comprensivi di “cioè” e “praticamente” e congiuntivi un po’ alla ca**o? Mi auguro che  questa figura professionale venga profumatamente retribuita.

Read More

Quattro “figli di” sull’Isola dei Famosi 7

Novità all’Isola dei Famosi 7. Il cast dei naufraghi si arricchisce (vabbè, “arricchisce” in senso lato) di quattro “figli di”. Sbarcheranno in Nicaragua per far compagnia a Clarissa Burp, Mastrogeppettostefano, Rocky Bilboa, Olivia Bionda, Tracy Black Eyed Pisidì e a tutti gli altri (vi ricordo che ogni mercoledì sera alle 21 la Bacheca Ammiraglia su Facebook ospita i commenti live al programma):

1) Daniele “figliodeipooh” Battaglia
già amico nonché coinquilino di Francesco Facchinetti, si presenta dicendo: “cosa faccio a casa? di solito scopo… senza battute”. Non ama il sesso sadomaso, insomma;

2) Roberto “figliodirenatozeroedellospiritosanto” Fiacchini
I sorcini di Fonopoli sono in fibrillazione. Specifichiamo che renato Zero è il padre (adottivo) e non la madre (naturale);

3) Guenda “figliadimariateresarutaeamedeo” Goria
Ha ereditato dal padre lo sguardo da cocker bastonato e dalla madre il sorriso a 356 denti: se va dal dentista, altro che ponte, le devono installare in bocca un intero viadotto;

4) Manuela “figliadimaxcipollino” Boldi
La nuova Britney Spears, praticamente:

Isola dei Famosi 7 (con clamorosa caduta di Simona Ventura)

isola dei famosi 7 2010

E’ passato ben un anno e mezzo (sì, beh, vedendo com’è ridotta la Ventura si direbbe molto di più) dall’ultima Isola dei Famosi. Nel frattempo ci sono stati due Icsfactors e due Sanremi; Rubicondi, per guadagnarsi il ruolo da inviato, è stato costretto a cedere la figurina di Ivana Trump all’ex collega naufrago Er Mutanda; Belen Rodriguez è diventata una delle più grandi “burlèscs” della tv italiana. L’Isola fa dunque miracoli e Supersimo è pronta, per la settima volta, ad impartirci una benedizione solenne a suon di limoni tra le cozze e e gatti in tangenziale (Simona, se vuoi proprio essere cool, un consiglio: cambia il tuo vecchio tormentone da “durerà quanto un gatto in tangenziale” a “durerà quanto un gatto nelle grinfie di Bigazzi” oppure “durerà quanto un gatto nella fabbrica del Gran Soleil“). I concorrenti dell’Isola dei Famosi 7:

Simone Rugiati – massima solidarietà: è espatriato in Nicaragua pur di sfuggire alle malelingue che lo accusavano di essere fidanzato con Elisa Isoardi (durante la diretta scopriamo che non è un cuoco, bensì uno “Scioscèf”).

Claudia Galanti – mi rendo conto solo ora che l’ho sempre scambiata per Laura Barriales. E ho detto tutto.

Denis Dallan – proprio come Mauro Marin, anche lui è un noto playboy del trevigiano. E’ un membro della nazionale di Rugby, ma il suo “membro” è più famoso di lui per essere comparso su alcuni calendari hot.

Nina Senicar – si cerca la nuova Belen a colpi di deretani disegnati col compasso. Credo sia una delle gnocche più gnocche mai apparse in tv; non brilla certo per simpatia (ma tanto non ti serve, Nina, credi a me…), anzi molti dicono che è una che “serba” rancore (ah-ah).

Sandra Milo – più che una donna, un monolite: la Stele di Sandrocchia. E’ talmente vecchia che si mormora che sotto a strati e strati di lifting, si nasconda il codice per interpretare l’antico linguaggio sumero.

Clarissa Burt – se sul traduttore di Google digiti il suo nome, ti restituisce: “attempata attrice di fiction caduta in disgrazia, naturalmente predisposta al fracassamento delle altrui gonadi”. Ma lei afferma di voler dimostrare a tutti di non essere né cattiva, né rompipalle: lo farà dopo aver opportunamente squartato, rosolato e gustato tagliata di Lecciso e straccetti di Galanti.

Read More

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.