Category - Domenico Nesci

1
That’s Isola: Domenico Nesci all’Isola dei Famosi 7
2
That’s Amore, la finale – E così Domenico scelse Megan
3
That’s Amore VS Il Galà di X-Factor (Chissenecronaca in contemporanea)
4
A Shot at Love with Tila Tequila (stagione 2) + That’s Amore da martedi 3 giugno
5
Who cares (post post-influenzale)
6
That’s Amore with Domenico Nesci

That’s Isola: Domenico Nesci all’Isola dei Famosi 7

domenico nesci isola dei famosi

L’isola 7 comincia a carburare, dopo un mese in cui si è trascinata senza personalità dietro al capocomico Aldo Busi. L’assenza dell’intellettuale ha fatto sì che la puntata di stasera si rivitalizzasse, ma lo spettro dello scrittore epurato aleggiava in studio insieme agli “ZAN ZAN” di Simona Ventura. L’opinionista Monica Setta si è guadagnata le simpatie della conduttrice, che in chiusura di puntata l’ha salutata con un’inquietante “Monica Setta attenta che arrivano le querele!”, per aver accusato Aldo Busi di essere stato processato per atti osceni in luogo pubblico. Arriva la telefonata (in privato, durante la pubblicità) chiarificatrice da parte dello scrittore che smentisce ogni accusa e Supersimo si lancia nel solito pippone settimanale sulla libertà espressiva. Ventura e Setta hanno sfiorato l’accapigliamento in stile riunione di condominio, ma tutto è bene quel che finisce bene. Grande intensità recitativa (paragonabile ad un teatro delle marionette polacco) quando L’Isola si trasforma in Uomini e Donne (altra querela, da parte di Maria de Filippi, stavolta?). Federico Mastrostefano – coadiuvato da un uso criminoso dei congiuntivi –  lascia la fidanzata Pamela in diretta perché “Je vojo bbene ma nun la amo ppiù“; lei in lacrime urla “a solo zzitto te ne ddddevi statte!“. Come ho scritto su FB, ho amato questo momento quasi quanto quello analogo alla Talpa tra Pamela Camassa e Filippo Bisciglia (se anche tu che leggi in questo momento ti chiami “Pamela”, ti consiglio di stare in campana, ché basta un attimo e il tuo amato ti scarica in diretta tv).

Ma la parte migliore è arrivata sul finale, con l’arrivo dell'”italian stallion”, l’uomo dotato di una “red hot sausage” ma non si è capito bene dove. Qualche mese fa aveva fatto un’ospitata sospetta a “Quelli che il calcio” e da allora cominciò a circolare il rumor che potesse naufragare sull’isola venturiana. Oggi il pettegolezzo è diventato realtà e Domenico Nesci è entrato ufficialmente a far parte del cast del reality di Raidue, con l’esplicito compito di far innalzare il livello ormonale grazie alla sua mutanda tricolore, già noto feticcio sulle peggiori bancarelle di Little Italy. Ora: possiamo pensare tutto il male possibile di Simona Ventura, ma dobbiamo obiettivamente riconoscerle che sa puntare su personaggi attuali, che fanno discutere la Rete, e che possiedono un altissimo potenziale trash.

Questo blog va fiero dell’arrivo del nuovo naufrago, perché qui si parlava di Domenico Nesci in tempi non sospetti. Potrei dire “l’ho scoperto io”, alla pippobaudo maniera (o potrei dire anche “ZAN ZAN“, che ci sta bene sempre).

That’s Amore, la finale – E così Domenico scelse Megan

Vai a quel Paese, Mtv!! Per quanto mi sforzi (molto poco, in realtà) di criticare i tuoi show, evidenziandone gli aspetti più ridicoli e le peculiarità più spazzatureggianti, alla fine mi faccio sempre abbindolare e non solo me li guardo tutti d’un fiato, ma mi tocca pure ammettere che qualcosa di buono – infondoinfondo – c’è.

Fatta la tara degli eccessi televisivi, lo show sentimental-mozzarelloso di Domenico Nesci (partito male e migliorato nel corso delle misere sei puntate dal budget calante), riesce sia a farti abbozzare qualche mezzo sorriso, che a cullarti con le flaccide braccia del sentimentalismo (la sera dell’eliminazione di Kathleen e Talor avevo le lacrime agli occhi come davanti a “Thelma&Louise” nella scena in cui Susan Sarandon e Geena Davis si lanciano dal canyon). Anche nei momenti più marcatamente trash, in “That’s Amore” si sente un retrogusto di “focolare domestico”, un focolare dove ogni tanto la polenta si carbonizza, ma grazie ad un corposo gotto di Chianti ed una barzelletta su Berlusconi, anche il cuoco meno navigato può ottenere la remissione dei propri peccati. E forse il peccato più grande di That’s Amore non è stato il rappresentarci in un – comunque divertente, seppur ultraabusato – stereotipo. Bensì il rappresentare un maschio italiano medio che per sei settimane si vanta di essere riuscito a sedurre le più deplorevoli zoccolacce degli States, ma che alla fine sceglie come amore per la vita il più tipico esemplare del “femminino sacro“.

E a proposito di donne coraggiose, ce n’è una che si è davvero sfranta per noi, che si è offerta di guardare e raccontare tutti, ma proprio tutti, i momenti topici di ciascuna puntata dello show. Grazie infinite, Elena! (pubblico in ordine contrario, per puro gusto estetico: avete da leggere per tutto il weekend…)

La finale: La musichetta della sigla, mi mancherà…Questa tarantella con il faccione di Domenico Nesci su uno scooter che porta la pizza aggirando i maggiori monumenti Italiani…Come potremo farne a meno? Ed ecco le nostre due ultime concorrenti andare in Italia assieme al polletto pronte a conoscere la sua famiglia: Catapultate in un paesino delle campagne calabresi di nome Acquaro la prima cosa che notano è che sono tutti vecchi e nessuno fa nulla o lavora. Che deliziosa immagine dell’Italia! Infilata Kim in una bettola di albergo, Megan viene scarrozzata su un’Ape verde per il paese e, una volta giunti al Bar Carmelo, si danno al Crodino come da tradizione. Quindi il tour prosegue verso una macelleria dove la carcassa di un roseo maiale viene scannata per la gioia del pubblico. E poi via verso il clou della giornata: l’incontro con la famigliola! Ci sono tutti…dai genitori ai bisnonni e visto che Megan è una chiavica in cucina, le comari si metton d’impegno a insegnarle a preparar la pasta in casa. Durante la cena la timidina viene bombardata di domande e va completamente in palla, si aggiudica i complimenti delle donne di casa ma non ha gran successo con gli uomini. Il giorno dopo tocca a Kim, dopo la colazione in pasticceria si va a passeggiar, con stivali da 400 dollari minimo, per le campagne umidiccie ove il nonno li aspetta per ammazzare un pollo

Read More

That’s Amore VS Il Galà di X-Factor (Chissenecronaca in contemporanea)

Su Mtv Inizia That’s Amore with Domenico Nesci e contemporaneamente durante il Galà di X-Factor, i Cluster stanno cantando “Enjoy the Silence” con Morgan che balla in canottiera bianca da muratore. Ecco, adesso mi toccherà fare zapping sfrenato per non perdermi neanche mezzo sencondo di nessuno dei due show.

Pioggia a catinelle da Domenico: reality bagnato, reality fortunato? Mah, non credo, visto che il programma va in onda per tre sere alla settimana, come se Mtv volesse sbolognarsi al più presto questa zavorra di caciocavalli Auricchio e di Prosciutti Rovagnati. I Cluster fanno le imitazioni degli altri concorrenti di X-Factor: questi ragazzi sono dei veri fenomeni, voglio vederli dal vivo! Da una limousine tricolore si apprestano a scendere le quindici aspiranti fidanzate in bikini. Ma il fondo è sdrucciolevole e la prima ragazza che mette piede in terra, scivola sotto l’auto come una pera cotta. In quel momento, sotto l’auto, di pere ce ne sono tre, quindi. Aram Quartet con il loro pezzo forte, a X-Factor: “Per Elisa”. Ribadisco il guidizio della scorsa settimana, sfiorano un’altra volta l’eccellenza. A Villa Nesci, cocktail di benvenuto per le pretendenti: per farsi conquistare sono disposte ad affrontare qualsiasi prova, anche il palpeggio mammario alla ricerca del silicone perduto. “Io cerco una donna vera” dice Domenico. “No, tu cerchi una donna americana e le americane hanno tutte le tette rifatte” precisa la bionda Kim. “Beh, le mie sono vere!” esclama la lentigginosa – ma piatta come l’encefalogramma del padrone di casa – Megan. Ancora non sa (o forse sì?) che sarà lei la vincitrice.

Nel frattempo Mara Maionchi, in un filmato da bollino rosso, bacchetta Saverio Grandi, l’autore dell’inedito di Tony: analizza il brano e gli fa apportare delle modifiche al testo:

[…]”aspettavo te”, ma cosa vuoi aspettare, a 19 anni uno deve dire “ti vorrei ingroppare”, a 19 anni non si aspetta nessuno, a 19 anni ti tira il ca**o, a 19 anni si sco*a perché si vuole sco*are non perchè sei innamorato di questa ca**o di donna…

Ovazione del pubblico in studio, grandissima Mara! Tony canta in playback, perché è ancora sotto cortisone dalla settimana scorsa: un diciannovenne da rottamare. C’è da chiedersi, comunque, perchè il medesimo autore, scrivendo per i cantanti di Amici partorisca delle porcherie inaudite, mentre “Mi togli il respiro” risulti piuttosto gradevole.

Read More

A Shot at Love with Tila Tequila (stagione 2) + That’s Amore da martedi 3 giugno

Entusiasmante notizia dell’ultim’ora che apprendo dai commenti (e il sito di Mtv conferma): martedì 3 giugno alle 22.30, prende il via su Mtv “That’s Amore with Domenico Nesci”, spin off all’amatriciana di “A Shot at Love with Tila Tequila”, di cui abbiamo già parlato e pure svelato il finale, ma che attendiamo comunque con ansia prima di entrare in astinenza da trash.

Nel contempo, sull’ MTv che sta dall’altra parte del mondo, archiviati gli italianismi della neostar Domenico, si è riaperta la sfida per conquistare il cuore di Tila Nguyen in arte Tequila, la tizia francovietnamita dalla professione non ben definita. Un’altra delegazione di amiche di saffo in abiti succinti ed un esercito di bei maschioni testosteronici dagli addominali a tartaruga, si stanno dando aspra battaglia per imparare a leggere e scrivere arrivare in finale ed essere incoronati Miss o Mister Tequila. Se la prima edizione del reality, seppur dal gusto discutibile, aveva quelcertononsoché di morbosamente seducente, questa mi pare già alla frutta ancor prima di cominciare (e per “frutta” ovviamente intendo meloni e banane).

In una recente intervista alla Associated Press, Tila Tequila confessa che non voleva un’altra stagione del reality show che porta il suo nome perché doveva ancora guarire dalla ferita al cuore arrecatale dal vincitore della scorsa edizione, Bobby Cuordibanana (dimenticando di dire, però, che dopo l’ultima puntata, lei è scomparsa nel nulla e la redazione del programma si è resa irreperibile ogni qualvolta il povero Bobby tentasse di contattarla, sempre che anche le dichiarazioni di Bobby fossero attendibili e non facessero parte della trash-sceneggiatura già scritta per un reality reale come la promessa di abolizione del bollo auto). La divetta fenomeno di Myspace, atteggiamenti da pornodiva consumata, fisico da adolescente il cui sviluppo è stato bloccato da un bisturi, e faccia da cane pechinese rassegnato alla vivisezione, dice anche che non ha mai voluto promuovere la sua immagine, ma crede veramente nelle potenzialità dello show di Mtv. Nella nuova edizione è meno aperta e più guardinga, non ha intenzione soffrire ancora ed è davvero propensa a trovare l’anima gemella dopo anni di sofferenze a causa della sua (non troppo) celata bisessualità, vissuta rinchiusa nella sua cameretta dalle finestre affacciate sul social network. Dichiarazioni che suonano come un “ho già pronta nel cassetto la trama per la terza stagione“.

E intanto ci si azzuffa: finalmente si vede un po’ di sangue!

Who cares (post post-influenzale)

Il titolare è in via di guarigione: recupera qualche news che si è lasciato scappare e promette che – con la dovuta calma perché deve prendere confidenza con la nuova interfaccia 2.5 di WordPress – si torna alla normalità.

5) – Due pesi e due misure per trattare i blogger gossipari. Mentre in America Mtv assume Perez Hilton affidandogli una rubrica settimanale su TRL, in Italia la tv musicale censura Chissenefrega per aver pubblicato il video spoiler del gran finale di “A Shot at Love“. Grazie Viacom! Per dispetto spoilerizzo sulla fine di “That’s Amore” che si è concluso nel fine settimana: Domenico Nesci ha scelto di fidanzarsi con una certa Megan, ovvero una di ‘ste due facce da apple pie qui a fianco, devo ancora capire se quella di destra o quella di sinistra (Mtv: tiè tiè tiè!!!)

4) – Anna Tatangelo si è rifatta. Nell’intervista che correda il servizio fotografico senza veli comparso pochi giorni fa su un importante mensile patinato, la donna che non vuole riempire solo una minigonna, ma anche un reggiseno a balconcino, confessa di essersi affidata alla chirurgia estetica per far rifiorire il suo décolleté (che per averlo sfiorito a soli vent’anni una deve essere proprio messa male). Ma noi che di plastiche ne sappiamo, guardandola bene ci rendiamo conto che il chirurgo è sicuramente intervenuto anche con una blefaroplastica per rialzare le palpebre. D’altronde, essendo obbligata ad ascoltare (e cantare!) canzoni di Gigi d’Alessio tutto il giorno, è il modo migliore per riuscire a tenere aperti gli occhi.

3) – Crederci sempre, arrendersi sarebbe ora. Se c’è qualcuno che compra i libri di Amici di Maria, ci sarà anche qualcuno che comprerà l’autobiografia di Simona Ventura, in cui la (un tempo graffiante, ora gracchiante) conduttrice parla a ruota libera dei suoi uomini, dei suoi aborti, di droga, sesso e rock’n’roll. Un masterpiece della letteratura contemporanea, da portarsi dietro assolutamente quando si va a fare una grigliata in campagna (non per leggerlo, ma per usarlo insieme all’alcool per accendere le braci sulle quali cuocere la carne che assumerà un gusto unico di “ciurlata nel manico”).

2) – Porco di un Mirko. La bestemmia che ha valso a Mirko Sozio l’espulsione dalla casa del Grande Fratello è stata davvero impercettibile, ma gli autori non hanno avuto pietà: non vedevano l’ora di crearsi l’ennesimo scandaletto basato sul nulla per ravvivare un reality morente. Fa specie, comunque, che una mezza imprecazione a denti stretti di Mirko abbia fatto inorridire i perbenisti, che, invece, vedono in Lina un esempio costruttivo di femminismo da quando ha fatto a Roberto quello che lui stesso ha definito “un adolescenziale raspino”.

1) – Disco lies. Quanto ci piace il nuovo singolo di Moby? Belle sonorità, bella melodia, bello anche il video ispirato alla famosa barzelletta “sai cosa ci fa un gallo davanti alla vetrina di una macelleria?” (uhm no, non sono ancora guarito del tutto…)

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

That’s Amore with Domenico Nesci

Non so se “A Shot of Love with Tila Tequila” sia un successo o meno. MTv non è rilevata dall’auditel, ma considerando le decine di accessi che quotidianamente il post relativo al programma riceve su questo blog, direi che le vicende pseudoamorose della divetta francovietnamita hanno i suoi bei fans, tra i quali sono costretto ad autoannoverarmi. Perchè quando il trash è volontario e ben costruito, seppur sguazzando nella sua scontatezza e dubbia moralità, affascina. Ed è meritevole di un degno spin-off.

Avevamo già notato che tra i “manzi” pronti a pavoneggiare per Tila, il meno manzo e forse un po’ più “tacchino alla cacciatora” era un nostro connazionale, il “server” milanese trapiantato a Los Angeles, Domenico Nesci. Domenico è protagonista da questa settimana, di un reality show tutto suo sulla Mtv americana, dal titolo che-più-originale-non-si-puòThat’s Amore“, dove si trova impegnato a mettere in atto tecniche di seduzione alla carbonara per scegliere una tra quindici aspiranti fidanzate attratte dal Tricolore che riempie le sue mutande.

Domenico non è né bello né tenebroso, ha costantemente l’aria di quello che si è alzato dal letto cinque minuti fa e che tiene la coda di lepre appesa allo specchietto retrovisore della sua Alfa. Domenico è l’antibachelor per definizione, un non-tronista che visto dalla madrepatria ti verrebbe voglia di prenderlo a panettoni in faccia perché incarna tutti i più beceri stereotipi dell’italianità, ma che nonostante tutto, non disdegneresti di trovarti come vicino di ombrellone per poter condividere quello spirito cazzaro che fa un po’ parte del nostro DNA di abitanti dello Stivale e che è sempre pronto ad emergere anche nel più snob degli italiani all’estero.

Nella prima puntata Domenico, tra salsicce, prosciutti e caciocavalli, si offre di odorare le ascelle di una delle sue pretendenti che non è molto apprezzata dalle concorrenti per via della scarsa igiene intima (dicono che puzza come una “Booty Marinated In Some Fish Sauce”). [ps: lo voglio su Mtv Italia, subito!]

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Leggi anche:

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.