Category - Anna Tatangelo

1
Saranno i nuovi giudici di X-Factor che… (no, non ce la posso fare)
2
Dopo l’ondata di popolarità…
3
Gigi d’Alessio – Superamore [VS] Laura Pausini – Invece no
4
Who cares (post post-influenzale)

Saranno i nuovi giudici di X-Factor che… (no, non ce la posso fare)

anna tatangelo nuovo giudice x-factor4 2010

Ebbene, Tv Sorrisi e Canzoni ufficializza e conferma ciò che per noi appassionati (ormai ex) era l’incubo peggiore: Anna Tatangelo è il nuovo giudice di X-Factor. Affiancherà la veterana Mara Maionchi, la già confermata new entry Elio e l’esule da Mistero Enrico Ruggeri. Ecco, proprio a lui e alle antiche divinità maya si potrebbe chiedere di indagare sul perché sia stata scelta la signora D’Alessio per rivestire un ruolo così importante ed ambito, preferendola chessò, ad una ben più meritevole Gemmadelsud, od al talentuoso polpo Paul.

Dunque (non l’avrei mai sospettato), portare un cognome (da sposata) influente conta più che avere delle reali qualità artistiche. E mi riferisco per l’appunto alle qualità artistiche perché quelle tecniche – e pure fisiche – Anna Tatangelo ce le avrà anche, ma nulla della sua carriera da cantante (di karaoke o poco più) è degno di nota, a meno che non sia legato alla sfera del gossip. Mrs D’Alessio ha ampiamente dimostrato di preferire la vita da scansafatiche in stile “pupa del boss” (che, all’occorrenza, le scrive canzoni per smorzare la noia, la mette incinta tramite comunicati stampa, la fa siliconare per rendersi meno ridicolo al suo fianco, la invia ad infestare programmi tv per godersi la casa libera, ecc.) piuttosto che impegnarsi veramente per sfondare con le sue sole forze nel mondo della musica.

Avere il coraggio di cantare lagne bestiali come  “Il mio amico” o “Essere una donna”, che farebbero sanguinare le orecchie anche ai maiali al macello facendoli implorare di diventare al più presto degli insaccati, è davvero una medaglia di merito?  E se qualcuno adesso tenta di dirmi che anche in UK hanno Cheryl Cole la quale ha poco più di vent’anni e non per questo si è rivelata una cattiva giudice, bisogna ricordare che lei ha appena fatto un disco con Will.I.Am, mentre la Tatangelo ha raggiunto la vetta della sua carriera duettando con Samantha Discolpa di Amici.

Dopo l’ondata di popolarità…

Passare da uno studio radiofonico insonorizzato al caos perenne del mio ufficio è stato un vero trauma: forse era meglio se mi prendevo un giorno intero di ferie perché dopo i fasti del mattino, ho trascorso il pomeriggio a proiettarmi con la fantasia sul red carpet delle Telegrolle (cit.) e a domandarmi (tra uno squillo del telefono e l’altro) se potrò mai competere con l’instabile Rossella Brescia, il platinato Alvin o il mai pervenuto Federico Russo (mah, vi dirò, secondo me anche sì… potenza dello showbiz). Nell’attesa, quindi, di colonizzare l’FM tutta, vado diritto ai ringraziamenti di rito allo staff di Radio Piterpan: grazie alla padrona di casa, la pepatissima Paola: sorriso ammaliante, dialettica invidiabile, entusiasmo contagioso. Grazie al direttore artistico dj Superpozzo, una specie di Franco Trentalance della Modulazione di Frequenza. Grazie a tutto il reparto tecnico e a quelli che riempiono le macchinette con i Kinder Pinguì. Grazie ai ragazzi di “Giovani on Air“, progetto nato col patrocinio della Regione Veneto: occasione davvero degna di lode per dar voce alla voglia di comunicatività e dimostrazione palese che i ventenni d’oggi non sono solo quelli che si riempiono il cervello di sms, tronismi e Studio Aperto. Grazie al logorroico Fedro-on-the-phone, al quale avrei voluto chiedere se secondo lui Pasquale Laricchia è la Talpa, ma non c’è stato tempo. Grazie ad Alice, leader indiscussa del programma (lei è in possesso della registrazione della trasmissione, quindi andate a bussare sul suo sito), grazie a Matteo, che non ha studiato la matematica, ma ha imparato la galanteria (dal sottoscritto, chapeau) e a Ileana, che ha gestito con sapienza la postazione multimediale dall’alto del suo invidiabile decoltè. Che altro dire? Mi sono divertito, per non parlare della botta di autostima ricevuta, meglio di un pensionato che sperimenta per la prima volta il Viagra.

Bene, celebriamo in musica con un video che non può mancare nella vostra collezione neomelodica, visto che, tra le altre cose, alla radio abbiamo parlato anche di questo (chissà perché, ma ogni volta che vedo Anna Tatangelo in giro, mi vien da rivalutare Britney Spears). La Tatangelo è l’unica VIP che continua a farsi lifting per invecchiare anziché per ringiovanire, in maniera che quando sarà il momento del lieto evento, avrà il primato di unica donna al mondo che può essere chiamata contemporaneamente “mamma” e “nonna” da suo figlio.

Gigi d’Alessio – Superamore [VS] Laura Pausini – Invece no

Grande, grande, grande e tutta tempestata di tricolore la sfida musicale di oggi: davvero non si sa da che parte suicidarsi – ehm – schierarsi. Superamore è un singolo dalle sonorità incredibilmente innovative: dove Gigi D’Agostino ha fallito, Gigi D’Alessio colpisce, stupisce, spakka. Dimenticate l’elettronica tritamaroni francese degli Air o il rockafella-skank contaminato e insopportabile di Norman Cook; Gigi porta nei nostri i-pod e nei nostri cuori il sound supermoderno dell’intelligent-techno d’ultima generazione, quella con le percussioni gommose ed il synth che frigge, ispirata alla dub suonata nei migliori club di Detroit. Deadmau5, comincia a tremare! Il testo eccellente e la perenne ricerca linguistica, che va oltre il semplice uso creativo della lingua italiana, rende questo brano un imperdibile gioiello della nostra discografia. E nel cd singolo, una versione speciale tutta suonata con lo zufolo da Anna Tatangelo.

Laura Pausini: comunicatrice del nostro tempo, interprete e portavoce dei pensieri di noi giovani incompresi, mastodontica artista nazionale d’esportazione. L’incommensurabile cantautrice di Faenza abbandona sorprendentemente (e con grande rischio per la sua carriera) il sound in stile piadina romagnola per buttarsi a capofitto in qualcosa di unico ed inimitabile, mai tentato prima. Più originale di Lady Gaga, più trasgressiva di Katy Perry, più da ballare di Womanizer, più sconcertante di Disturbia. La produzione esecutiva di Bjork, Alanis Morisette e Wlady delle suonerie, si sente e si fonde in un crossover stilistico senza precedenti, in grado di generare nuove forme espressive pronte a fare tendenza estrema.

Due hit assolute da scaricare subito. Decidete voi dove.

Who cares (post post-influenzale)

Il titolare è in via di guarigione: recupera qualche news che si è lasciato scappare e promette che – con la dovuta calma perché deve prendere confidenza con la nuova interfaccia 2.5 di WordPress – si torna alla normalità.

5) – Due pesi e due misure per trattare i blogger gossipari. Mentre in America Mtv assume Perez Hilton affidandogli una rubrica settimanale su TRL, in Italia la tv musicale censura Chissenefrega per aver pubblicato il video spoiler del gran finale di “A Shot at Love“. Grazie Viacom! Per dispetto spoilerizzo sulla fine di “That’s Amore” che si è concluso nel fine settimana: Domenico Nesci ha scelto di fidanzarsi con una certa Megan, ovvero una di ‘ste due facce da apple pie qui a fianco, devo ancora capire se quella di destra o quella di sinistra (Mtv: tiè tiè tiè!!!)

4) – Anna Tatangelo si è rifatta. Nell’intervista che correda il servizio fotografico senza veli comparso pochi giorni fa su un importante mensile patinato, la donna che non vuole riempire solo una minigonna, ma anche un reggiseno a balconcino, confessa di essersi affidata alla chirurgia estetica per far rifiorire il suo décolleté (che per averlo sfiorito a soli vent’anni una deve essere proprio messa male). Ma noi che di plastiche ne sappiamo, guardandola bene ci rendiamo conto che il chirurgo è sicuramente intervenuto anche con una blefaroplastica per rialzare le palpebre. D’altronde, essendo obbligata ad ascoltare (e cantare!) canzoni di Gigi d’Alessio tutto il giorno, è il modo migliore per riuscire a tenere aperti gli occhi.

3) – Crederci sempre, arrendersi sarebbe ora. Se c’è qualcuno che compra i libri di Amici di Maria, ci sarà anche qualcuno che comprerà l’autobiografia di Simona Ventura, in cui la (un tempo graffiante, ora gracchiante) conduttrice parla a ruota libera dei suoi uomini, dei suoi aborti, di droga, sesso e rock’n’roll. Un masterpiece della letteratura contemporanea, da portarsi dietro assolutamente quando si va a fare una grigliata in campagna (non per leggerlo, ma per usarlo insieme all’alcool per accendere le braci sulle quali cuocere la carne che assumerà un gusto unico di “ciurlata nel manico”).

2) – Porco di un Mirko. La bestemmia che ha valso a Mirko Sozio l’espulsione dalla casa del Grande Fratello è stata davvero impercettibile, ma gli autori non hanno avuto pietà: non vedevano l’ora di crearsi l’ennesimo scandaletto basato sul nulla per ravvivare un reality morente. Fa specie, comunque, che una mezza imprecazione a denti stretti di Mirko abbia fatto inorridire i perbenisti, che, invece, vedono in Lina un esempio costruttivo di femminismo da quando ha fatto a Roberto quello che lui stesso ha definito “un adolescenziale raspino”.

1) – Disco lies. Quanto ci piace il nuovo singolo di Moby? Belle sonorità, bella melodia, bello anche il video ispirato alla famosa barzelletta “sai cosa ci fa un gallo davanti alla vetrina di una macelleria?” (uhm no, non sono ancora guarito del tutto…)

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.