Category - Mondo malato

1
Le mutande di Sherlock Holmes
2
Nel frattempo a X-Factor U.S.A. – La drammatica eclissi di Nicole Scherzinger
3
Lo sbrocco di Morgan a X-Factor era un messaggio in codice per gli autori?
4
Oops…
5
Cinese in ciabatte sniffa serpenti vivi e li espelle dalla bocca
6
The real Poetessa Brasiliana
7
L’orroroscopo di Chissenefrega / 4

Nel frattempo a X-Factor U.S.A. – La drammatica eclissi di Nicole Scherzinger

Il nostro X-Factor a pagamento catalizza tutte le attenzioni nazionali, ma ogni tanto bisognerebbe buttare l’occhio anche sulle edizioni estere. Riassumiamo velocemente la storia di X-Factor USA: Simon Cowell, il papà del format, ha abbandonato la sua amata Inghilterra da oltre un anno per dedicarsi anima e corpo alla realizzazione della prima edizione di X-Factor in America. Edizione annunciata come rivoluzionaria, ma che nella realtà fatica a decollare e il cui successo sembra essere sotto le aspettative. I giudici chiamati dietro l’ormai famoso bancone non hanno dimostrato finora l’appeal necessario (d’altronde che ti vuoi aspettare da Nicole Scherzinger e Paula Abdul che in comune hanno solo i lineamenti plasticosi, e da L.A.Reid che è stato messo lì solo per evidenti intrallazzi discografici?) e il pubblico ha accolto il talent tiepidamente. Tanto tiepidamente che lo stesso Cowell ha ammesso che X-Factor USA non è il fenomeno che si era preventivato (colpa anche del format ormai obsoleto: l’innovativo “The Voice”, per dire, ebbe un impatto mediatico sicuramente maggiore sul pubblico d’oltreoceano – e anche sul sottoscritto – oltre che una media d’ascolto più alta).

In quanto a scene madri, però, X-Factor USA non si fa mancare nulla.

Nell’ultima puntata andata in onda, un simpatico siparietto (raccontato in quattro ipnotiche Gif animate – se non le vedete aspettate un po’ che devono caricare) che sa molto di deja-vù: Nicole Scherzinger, novella Arisa, deve decidere chi eliminare, ma non ce la fa a prendersi la responsabilità. A un passo dalla crisi mistica, mentre tampona le lacrime che sgorgano peggio che alla statuetta della Madonna di Lourdes, l’ex Pussycat vigliacca ed infingarda (nonché pessima attrice) non vuole eliminare la concorrente Rachel (del Team Cowell, qui la sua esibizione) e nemmeno il concorrente Marcus (del Team Reid, qui la sua esibizione), consapevole che qualunque scelta si ripercuoterà su di lei (e pensare che lo show avrebbe dovuto condurlo la stessa Nicole e invece poi è stata promossa a giudice in corsa).

Nicole non sa che fare, dice espressamente che non vuole scegliere. Il conduttore la incalza e lei non ci capisce più niente. Alla fine, in preda all’arrizzamento di carni e con la morte nel cuore, chiama il TILT. Il voto del pubblico sovrano a stelle e strisce sceglie di mantenere in gara il concorrente Marcus e la Scherzinger si vede passare davanti agli occhi tutta la sua fallimentare carriera, dai balletti sgallettati ai featuring con Enrique Iglesias, come in un film di serie B.

Read More

Lo sbrocco di Morgan a X-Factor era un messaggio in codice per gli autori?

 

I demenziali vaneggiamenti di Morgan sul finale della terza puntata di X-Factor (le parole Rai, Berlusconi, Verità e Peppinocera tutte in un’unica frase non si possono sentire: sarebbe troppo facile e indelicato attribuire la smisurata reazione dell’ex Pirata agli effetti di una mai superata tossicodipendenza, pertanto non lo farò) nascondevano chiaramente un messaggio criptato agli autori del programma ed eventualmente anche al conduttore perché cambiasse il corso degli eventi (“Vi ho già fatto capire tutto, cosa volete ancora da me?”). Non è difficile pensare che in Rai i ballottaggi finali fossero più pilotati per esigenze televisive, mentre in questa occasione di “eccesso di verità” in cui lui si ritrova primo a decidere chi dover eliminare, si attivi un pericoloso corto circuito per via di una (effettivamente incomprensibile) scelta autorale.

Read More

Oops…

Declino ogni responsabilità per lo strafalcione di ieri: a me Helen Hunt l’hanno spacciata per Jodie Foster quelli di ONTD e, a mia discolpa, posso solo dire che le due sono sempre state considerate una la look-a-like di quell’altra (anzi, più la prima della seconda che viceversa). Insomma è stato un po’ come parlare di Peter Gabriel mostrando la foto di Giorgio Faletti, solo che Jodie e Helen hanno meno barba bianca.

Che poi, voglio dire, ormai siamo arrivati a tali livelli di omologazione d’immagine che è facile confondersi. Per esempio: esiste qualcuno che vent’anni fa avrebbe potuto scambiare anche solo per un attimo Mickey Rourke per Val Kilmer?

Eppure, invece, oggi:

Read More

The real Poetessa Brasiliana

L’appuntamento con Paula Gilberto Do Mar è uno dei più attesi della domenica pomeriggio (anzi, direi che forse è il miglior momento di una domenica generalmente bigotta e noiosa [Raiuno], vuota e plasticosa [Canale 5], soporifera e old school [Raitre], fin troppo pacata e annacquata [Raidue]). Ma (BADABEN!) da dove avrà mai preso l’ispiraSSione (ECCOLA!) Virginia Raffaele per il personaggio ormai cult della Poetessa Brasiliana?

Forse da Marcia Teophilo, che secondo me è meglio di ogni eventuale tentativo di imitaSSione (notare il folto pubblico letteralmente estasiato, ma soprattutto il momento alla fine del video in cui suona un cellulare e la Poetessa libra lo sguardo nell’aere come assorta da leggiadra visione di angelica sembianza nella terrena stanza):

Read More

L’orroroscopo di Chissenefrega / 4

Il mese di ottobre, quest’anno, ha avuto trentaquattro lunedì e ciò ha scombinato la naturale regolarità dell’orroroscopo che ritorna oggi, anche per quei poveri disgraziati che appartengono ai segni d’acqua.

 

Ariete: Hanno provato a farvi andare in rehab ma voi no, no, no? Tranquilli, ci ritornerete presto sotto forma di cenere in un’urna.

Toro: Il postino suona sempre due volte. Ma stavolta era un senegalese che – consapevole del vostro cattivo gusto – tentava di vendervi calzini bianchi di spugna.

Gemelli: Sole giallo, sole nero. L’idea di fingervi daltonici per farvi assumere nelle categorie protette non funzionerà.

Read More

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.


Warning: Unknown: open(/home/content/84/3302084/tmp/sess_1i044ukhjfqe8dr52kmi00mb87, O_RDWR) failed: No such file or directory (2) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct () in Unknown on line 0