Category - High School Musical

1
High School Musical

High School Musical

Il tenutario di questo blog dimostra, giorno dopo giorno e senza ormai alcun pudore, di essere uno di quei patetici quasi trentenni teenager inside, esageratamente nostalgico di un periodo che non tornerà mai. Ergo, non posso fare a meno di richiamare l’attenzione su uno degli eventi televisivi dell’anno. Sabato 21 ottobre alle 21.00 su RaiDue andrà in onda “High School Musical“, capace di stregarti come pochi altri film per ragazzi.

Il musical, definito “il nuovo Grease“, è stato un vero campione di incassi in USA. Ascolti record sui canali della Disney, replicato in tv già 13 volte, ha catalizzato l’attenzione di oltre 40 milioni di telespettatori di tutte le età (nonostante fosse stato destinato ad un target di pubblico tra gli 8 e i 14 anni), guadagnandosi il record di film più visto nella storia della tv via cavo. Vincitore di 2 Emmy, ha registrato oltre 6 milioni di copie vendute tra cd e dvd (mezzo milione delle quali in soli 2 giorni) ottenendo dischi di platino e numerosi consensi anche da parte della critica, nonché 190mila mp3 scaricati in un mese da Itunes. High School Musical è una vera macchina fabbricasoldi: costato 4 milioni di dollari ne ha guadagnati oltre 100, perchè è un’americanata onesta e genuina, fantasticamente coinvolgente.

A ritmo di hip hop e rnb, racconta la storia di Troy (Zac Efron, già visto in Summerland, serie che ha lanciato anche Jesse McCartney) e Gabriella (Vanessa Anne Hudgens, la quale sta pubblicando un album da solista), rivali a scuola, uniti dalla passione per la musica. Insieme ai protagonisti verremo trascinati nel magico mondo delle loro prime esperienze di vita di adolescenti in crescita, che riescono a superare le complicazioni nate tra i banchi di scuola, credendo in se stessi e nelle proprie aspirazioni. High Scool Musical racchiude vari generi: non è solo un teen movie non è solo un film musicale. Non è solo una commedia, e non è un telefilm di una sola puntata, anche se potrebbe sembrarlo. E’ soprattutto un fenomeno di comunicazione e di aggregazione per il pubblico a cui è destinato, che canta, balla e si identifica più che mai con i protagonisti e con le loro illusioni. Ed è un piccolo gioiello di qualità per gli amanti del mondo americano, che racconta, mai in maniera sommessa o modesta, il modo tutto a stelle e strisce di vivere dei propri sogni. E sognare, ritornando bambini per un paio d’ore, in questo caso, non costa nulla.

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.