Category - Autoreferenze

1
Sono momentaneamente assente
2
Comunicazioni interne
3
Buone Chissenefeste
4
In questo momento potrei essere…
5
Alluvione in Veneto, come aiutare
6
Blackout
7
10 cose che ho scoperto in Scozia

Sono momentaneamente assente

aVorrei placare subito gli animi dei soliti ignoti che adesso penseranno che sto facendo finta di chiudere questo blog per generare buzz sulla mia carriera di blogger in rovina.  E invece NO! Mettetevi l’anima in pace, questo blog (l’ho già scritto) non chiuderà GIAMMAI: il  motivo della mia prolungata assenza è da imputare soprattutto al decesso definitivo (sì, perché tante volte l’ho salvato in extremis col defibrillatore mentre mi sentivo figo come il Dottor Bollore di Grey’s Anatomy) del residuato bellico meglio noto come pc. Il poveretto c’aveva la sua storia e in otto anni esatti (marzo 2003 – marzo 2011) di onorato servizio ha sempre fatto il suo sporco dovere. Ora, non che io non abbia computer a disposizione: ho un portatile talmente fresco di formattazione che è più fresco di un etto di stracchino, nonché un desktop fiammante all’ultimo grido con talmente tanti banchi ram che mi viene voglia di aprirlo e mangiarmene un po’ come fossero Loacker (è con quest’ultimo che sto scrivendo questo post dopo aver tentato tutte le combinazioni di insulti possibili come nome utente e password per WordPress che avevo dimenticato). Ma tutta questa modernità a fatica riuscirà a rimpiazzare l’antiquato rudere compagno di mille avventure. Ora c’è tutta una serie di operazioni di “legacy” da portare a termine, dati da recuperare, cose che ho creato e che non ho mai backuppato e che adesso sono perdute per sempre e devo farmene una ragione. E’ anche una questione sentimentale: morto un pc non se ne fa  un altro, non subito almeno. Insomma, provo un po’ quel senso di lutto come quando metti la retromarcia e schiacci inavvertitamente un gatto, con l’unica differenza che sul gatto non hai memorizzata tutta la tua produzione intellettuale recente (AHAHAHAHAHAH) ma soprattutto duecento giga di MP3 scaricati illegalmente(*).

* Ovviamente quest’ultima cosa non è vera

Comunicazioni interne

1) Per non dimenticare. Dai commenti scopro che a questo mondo esistono delle argute carampane di Ambrasophie (che ne sanno più di noi):

A distanza di anni trovo qsto blog sfigato che parla di una mia vecchia conosc. va bene, nn si può piacere a tutti ma i vostri giudizi vanno aldilà del gusto personale..oltre al fatto che dove va angelucci o chi per lui (per quanto a me stia antipatico)sono fatti suoi..e poi te in quella strada che ce facevi???vabbe sorvoliamo….
Punto primo : in arte Francesca si chiama sofia….e nn ambrasophia …”INFORMATEVE”
punto secondo: è l’unica insieme a pochi altri ad essere una vera e propria musicista e naturalmente voi da ignoranti repressi quali siete parlate senza sapere nulla….oltre ad essere la seconda donna ad aver cantato allo stadio san siro e a scrive e interpretare tt le sue canzoni…
punto terzo: L’invidia ragazzi miei fa veramente male…sta di fatto che loro li ci sono …voi li guardate sempre e spendete il vostro tempo a trovare le giuste cattiverie per sembrava alternativi e contro un sistema di cui poracci siete schiavi….trovate qualcosa da fare nella vostra vita vi darà più soddisfazione…invece di brillare sempre e solo dietro il riflesso degli altri…..
Abbiate almeno il coraggio di pubblicare qsto post……o odiate anche essere contraddetti da chi ne sa + di voi???

2) L’ho già scritto altre volte, meglio ribadirlo, soprattutto di questi tempi: non sono responsabile delle pubblicità che compaiono sul blog. Se avete qualcosa da lamentare sugli accostamenti che compaiono negli adsense, prendetevela con Google. Lo dico nel caso dovesse passare su queste pagine la Santanché.

adsense 2011

Buone Chissenefeste

A  quelli stabili e sicuri come una quercia secolare e a quelli che si sentono incerti come una nuvoletta ovattata e guardano il mondo scorrere dall’alto come fosse Google Maps. A quelli che hanno preso decisioni convinte ma sbagliate, a quelli che avrebbero voluto prenderne di giuste ma non hanno avuto la necessaria dose di coraggio. A chi vuole andare in Inghilterra/ in Ighilterra/ in Inghilterra e a chi non riesce a fare a meno di restare qua. A quelli con l’Iphone e a quelli con Android. Ai logorroici e a chi non emette suono. A chi diventerà mamma, papà, zio (o cervo) a primavera. Ai fan di Justin Bieber, Lady Gaga e dei Modà. Ai fan di Amy Winehouse, Rihanna e dei Baustelle.  A chi fa le cose e poi si pente e a chi non fa le cose e poi si pente ugualmente. A chi ha comprato la macchina nuova e a chi se l’è venduta per arrivare a fine mese. A chi fa tanto sesso e a chi non batte chiodo. Ai talent show e alla classe operaia. A Babbo Natale e alle renne, alla Befana e alla scopa. Alle bacheche ammiraglie e a quelle cadette. A chi legge ancora i blog e a chi scrive ancora i blog. A chi ama, ha amato, amerà.

A tutti, auguri per un sereno Natale ed un 2011 di prosperità, auspicando che tutti insieme riusciremo finalmente a sconfiggere lo strategismo sentimentale che ha enormemente rallentato il cammino della civiltà.

Alluvione in Veneto, come aiutare

update: il Tg La7 di Mentana, insieme al Corriere della Sera ha aperto una sottoscrizione. SMS 45501 da tutti i cellulari o da telefono fisso Telecom Italia per donare due euro. Grazie a tutti.

45501 alluvione veneto

Sarebbe bello che tutti quelli che si sono mobilitati in passato per altre – pur giustissime – cause dimostrassero solidarietà anche nei confronti di questa tragedia, ignorata dai media (che se ne accorgono solo con una settimana di ritardo, troppo impegnati a star dietro alle minorenni del Premier) che vede 10.000 sfollati e una regione – sempre troppo silenziosa, scusate tanto se siamo al nord e non andiamo in televisione a sbraitare – in pieno stato di emergenza. Agricoltura, allevamento, artigiani e piccole/medie attività che mandano avanti la baracca Italia nell’ultima settimana sono state azzerate, letteralmente andate a puttane e, stavolta, non si parla delle puttane del Premier.

A questo link, tutti gli estremi per contribuire attivamente, tra cui anche un conto corrente aperto ieri dalla Regione Veneto (Deo Gratias, non ci speravo più). Grazie dal sottoscritto, per una volta, fiero campanilista padanoveneto.

(foto via FB)

Blackout

Informo la spettabile clientela che, a causa di un guasto sulla linea ADSL domestica, gli aggiornamenti al blog (e ai social network collegati) riprenderanno quando Telcom Italia avrà la decenza di ripristinarmi la connessione (48 ore al massimo, dicono. Ma chissà perché ho i miei dubbi sui tempi dichiarati). In questo momento, contrariamente a qualsiasi etica professionale, sto scrivendo dal pc dell’ufficio, dove peraltro internet viaggia a velocità di lumaca. A presto, vostro Chissenetagliatofuoridalmondo.

ps: ho scoperto mio malgrado che X-Factor senza Bacheca Ammiraglia è una mortale agonia.

Ok, connessione ripristinata. Si riparte, giusto il tempo di riprogrammare il router.

10 cose che ho scoperto in Scozia

1. vige la legge di Murphy applicata alla meteorologia: se appena ti svegli vedi che c’è il sole, stai pur certo che non appena ti sarai allontanato quel tanto che basta senza esserti munito in tempo di un pratico coat, rimarrai vittima di un nubifragio; se appena ti svegli vedi che c’è un nubifragio, il tempo di lavarti i denti ed uscire con k-way ed ombrello che il sole squarcerà le nuvole e splenderà per tutto il giorno, o almeno fino a quando non ti sarai accorto di aver perso l’ombrello chissàdove;

2. a causa del repentino cambio di temperature e condizioni climatiche di cui sopra, è necessario vestirsi a cipolla. Che significa essere talmente poco fashion che quando la gente ti vede per strada si mette a piangere;

Read More

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.


Warning: Unknown: open(/home/content/84/3302084/tmp/sess_n6rdbd348jgetno4ab4ol3hel3, O_RDWR) failed: No such file or directory (2) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct () in Unknown on line 0