Sonar 2012 hangover (e presentazione dei Chissenefrega Music Awards)

sonar 2012 barcellona

Se state cercando un blog music friendly gestito da un blogger anziano mezzo alcolizzato dove si può leggere un resoconto dettagliato del Sonar 2012 di Barcellona, siete nel posto sbagliato (magari provate da Raibaz o da Soundwall, ma è tutta gente gggiovane e sobria). Io ho deciso non di raccontare in un post come l’anno scorso i miei tre giorni (quattro, in realtà) elettronici in terra catalana, bensì di fare qualcosa di diverso, meno di nicchia, più proletario ed ecumenico.

sonar 2012 barcellona lana del reyIl sogno che ho sempre avuto per questo blog, ve lo confesso, è quello di assegnare awards a destra e a manca, come la Wind all’Arena di Verona, pertanto quale miglior occasione di questa, dato che sono reduce da giorni di ascolti ininterrotti di qualsiasi cosa mi sia entrata nel cervello, metabolizzata insieme a varie droghe assunte per osmosi (la frase che avete appena letto è la riprova del mio scarso stato di lucidità). Ecco dunque che il Chissenefrega blog attribuirà nel corso di questa settimana i suoi personalissimi awards agli artisti (spoiler: foto qui a sinistra, d’altronde voi non vedete l’ora che io assegni un premio a Cagna del Rey, nevvero?), che hanno partecipato al Festival Internacional de Música Avanzada y New Media Art più importante d’Europa (98 mila presenze quest’anno, contro le 79 mila dell’anno scorso: alla faccia della crisi e dell’impoverimento culturale. C’è da dire, però, che c’è stata una notevole svolta pop nella line up del festival, già intrapresa l’anno scorso, ma quest’anno ancora più marcata).

sonar 2012 barcellona

Siccome i post lunghi non funzionano più, assegnerò vari e avariati award a pioggia durante questa afosa settimana, così almeno non romperete le balle perché non scrivo mai, ma soprattutto lo farò per voi: questo blog è (sempre stato) musicalmente avanti anni luce e sento il dovere morale di aggiornarvi sui fenomeni del momento così potrete evitare, grazie al sottoscritto inviato speciale sul luogo, le brutte figure con i vostri amici snob durante le peggiori apericene milanesi (o le ancor peggiori bevute serali in riva a spiagge artificiali ricavate sulle rive di canali di scolo invasi dalle pantegane).

PS. Scusatemi se anche quest’anno sono stato poco “social” durante la mia trasferta barcellonese: l’anno scorso non beccavo un cavolo di wi fi, mentre quest’anno il mio povero smartphone ha cominciato a dare discreti segni di squilibrio quando mi è precipitato rovinosamente nella notte dentro un pozzanghera-cocktail. Poi, assaggiando il telefono zuppo e appiccicaticcio, ho capito che il pozzanghera-cocktail era composto per il 24% da birra, per il 37% da Redbull e per il restante 39% da vomito. L’odore della Redbull è veramente infernale, comunque.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.