Sanremo 2012 – Lista ufficiale dei BIG e delle canzoni in gara

gianni morandi 2012

Ebbene si parte: manca un mese e Gianni Morandi è già pronto al suo posto di combattimento, ma soprattutto è bello pimpante come solo i settantenni di questo Paese sanno essere (merito della dieta sana?). Questo sarà il suo secondo Festival di Sanremo da conduttore e la storia ci ha insegnato che un certo rischio c’è: il secondo festival consecutivo non è mai come il primo. La fortuna quest’anno è che sarà molto difficile peggiorare rispetto all’anno scorso (o almeno io, una volta tanto, voglio essere ottimista). Ecco la lista dei partecipanti al Festival dal 14 al 18 febbraio prossimo, i duetti, i titoli delle canzoni e – in anteprima mondiale – i temi trattati dai brani degli artisti in gara.

Nina Zilli – Per sempre
La canzone – una struggente ballad autobiografica – è nata per caso, durante un’intervista in cui le è stato chiesto: “Per quanti anni ancora pensi di dover andare a Sanremo per sbarcare il lunario?”. Duetto con Skye dei Morcheeba e/o Skin degli Scaccanancy

Samuele Bersani – Un pallone
Un elegante valzer romagnolo con cui Bersani celebra in musica l’operato del suo omonimo segretario del PD negli ultimi decenni. Duetto con Goran Bregovic e Debora Serracchiani

Dolcenera – Ci vediamo a casa
Dopo la svolta rockdance estiva, Dolcenera propone una midtempo languida e trasgressiva che racconta con l’ausilio di crude metafore il primo emozionante incontro con Professor Green nella sua topaia londinese sotto il Tower Bridge. Duetto con Professor Green e la sua collezione di farfalle

Pierdavide Carone e Lucio Dalla – Nanì
Se Dalla non è un cantante ma un consiglio, Carone non è un cantante e  basta. Brano dedicato ad una colf filippina a cui è appena scaduto il permesso di soggiorno. Duetto con Mads Langer e la salma riesumata di Ping Ping, il quale, comunque, canterà da seduto per evitare di sembrare più alto di Lucio Dalla

Irene Fornaciari – Il mio grande mistero
Dopo “Il mondo piange”, un’altra canzone autobiografica firmata dalla zuccherosa figlia di Adelmo, in cui lei stessa  cerca invano di spiegare il motivo per cui si meriti un posto tra i big di Sanremo. Duetto con Brian May, Margherita Hack e un buco nero proveniente da Alfa Centauri

Emma Marrone – Non è l’inferno
Emma racconta in musica la sua emancipazione da Amica di Maria a nuova coscialulnga della sinistra. Non è l’inferno, ma competere con Anna Finocchiaro non è nemmeno così entusiasmante. Duetto con Gary Go e una vendicativa Alba Parietti

Matia Bazar – Sei tu
La storica band della canzone italiana sospende il tour che l’ha portata con orgoglio sotto i capannoni delle più frequentate sagre di paese (a cucinare salsicce) e ritorna al Festival con una canzone dedicata alla ritrovata vocalist Silvia Mezzanotte, la quale ormai ha raggiunto un’età talmente avanzata che cambierà nome in Silvia L’unaeunquarto. Duetto con Al Jarreau, Syria, Orietta Berti e Davide Papasidero

Noemi – Sono solo parole
La rivelazione di “Briciole” dai capelli tinti in lavatrice con la Coloreria Italiana, canta delle promesse mai mantenute che le aveva fatto un certo giudice di X-Factor dietro le quinte. Duetto con Sarah Jane Morris e gli Horrible Porno Stuntmen

Francesco Renga – La tua bellezza
Il già vincitore di Sanremo torna sul luogo del delitto dopo alcuni passi falsi con un brano dedicato non certo alla sua discografia recente. Duetto con Sergio Dalma e Pamela Petrarolo

Arisa – La notte
Arisa racconta le sensazioni provate dopo la clamorosa sconfitta ad X-Factor: una notte passata nel camerino di Morgan a tirarsi su (…ma cosa avete capito?) reinterpretando a modo suo una brutta canzone dei Modà. Duetto con José Feliciano, il canarino Titti, Claudio di X-Factor e Asia Argento

Chiara Civello – Al posto del mondo
Al posto del mondo, a Sanremo, io ci manderei una cantante famosa. Poi, vedete voi. Duetto con Shaggy e il pupazzo giallo di Mr.Oizo

Gigi D’Alessio e Loredana Bertè – Respirare
La coppia che non ti aspetti racconta di tutto quello che si è sniffata in tempi recenti per riuscire a cantare insieme. Duetto con Nina Hagen, Jean-Claude e Madreeeeeeeeeee

Eugenio Finardi – E tu lo chiami Dio
Voci di corridoio affermano che la scure della censura si sia abbattuta su ineleganti aggettivi contenuti nel titolo del brano. La canzone parla di ore spese al telefono senza ricevere risposta, ma solo perché la Divinità aveva cambiato operatore. Duetto con Noa e l’Extraterrestre

Marlene Kuntz – Canzone per un figlio
Dopo lo scarso riscontro di Afterhours e La Crus, un altro gruppo dell’italica scena rock sfida con coraggio il palco dell’Ariston. Non si sa se il figlio a cui è dedicata la canzone sia mai nato, ma da un’analisi biologica eseguita sui componenti del gruppo, non è difficile dedurre che probabilmente si parla solo di un irrealizzato desiderio. Duetto con Patti Smith, Patty Pravo, Patty & Selma e il mondo di Patty.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.