X-Factor 5 per poveri – quinta puntata su Cielo

arisia x factorAlla faccia dell’edizione british, stasera ad X-Factor domina il televoto. Un concorrente verrà eliminato dal pubblico sott’ano e l’altro – come di consueto – dai giudici. Peraltro, se proprio volessimo cercare l’uovo nel pagliaio (cit.), potremmo dire che in questa edizione il televoto è vittima del doping peggio che in Rai. Improbabile, infatti, che ci siano spettatori “occasionali” che si sintonizzano facendo zapping e decidono di televotare, dato il bacino ristretto di utenti di Sky. Pertanto, quelli che votano vedendo il programma sono sempre gli stessi. E la possibilità di esprimere la preferenza gratuitamente anche via internet e con le app per smartphone dà la possibilità di votare a chicchessia anche senza essere davanti al televisore (e quindi senza giudicare il reale merito dei cantanti). Se ne conviene che quest’anno più che mai vincerà il concorrente che dispone del fanclub più forte (al momento sembra essere quello di Nicole con interi comuni radunati al cinema parrocchiale). Io, per la cronaca, voto sempre Antonella a scatola chiusa.

Jessica – Sally. Come interpretazione ci siamo, come intonazione un po’ meno. Non mi colpisce come le altre volte, forse perché il pezzo è davvero stato cantato nei talent show fino allo sfinimento. Morgan prima fa delle allusioni sessuali, poi dice che Jessica potrà diventare la nuova Mia Martini. E’ evidentemente la sua area sudombelicale che parla. Voto 6+

I Moderni – Fuck you. Per la seconda volta  in cinque puntate mi sono piaciuti (meglio che niente). Non fanno dimenticare certi terribili momenti passati, ma l’esibizione di stasera aveva quel nonsoché di divertente, anche per l’irriverente dedica ad andare a quel paese rivolta a Morgan. Quest’ultimo risponde alla provocazione di Elio con un biberon gigante mentre lo stesso Elio fa la parodia castoldiana insultando strumentalmente i concorrenti, quindi salendo sul palco e prendendoli a calci nel sedere: “Come vi permettete? Avete fatto schifo, siete saccenti e arroganti, siete delle merde”. Loro sono sembrati sinceramente scioccati dalla reazione del loro giudice, il momento è stato indubbiamente divertente. L’Elio che vorremmo vedere sempre e che invece si concede con troppa parsimonia. Voto 6 e 1/2

Valerio – Un bimbo sul leone. Mentre tutti mangiano caramelle e Morgan sproloquia relativamente ad un’analogia tra la canzone sixties di Celentano ed il mondo digitale odierno (MAH), viene mostrato l’rvm rivelatore in cui si scopre che l’insopportabile sceneggiata della settimana scorsa era preparata a tavolino (ma perché, qualcuno non l’aveva capito?). Ho trovato Valerio un po’ crescente, ma è stata con buona probabilità la sua miglior esibizione fino ad oggi. Pertanto è giusto che venga eliminato. Voto 6

Antonella – Missing. Sull’esibizione non c’è nulla da dire, ma una frangia di pubblico contesta (sono i fan bimbominkiosi della Ventura). Secondo Arisa, Antonella riempirà un buco che c’è nella musica italiana. Il podio di questa edizione di X-Factor sarà tutto al femminile e sono certo che Antonella ci salirà, anche se forse non da vincitrice. E’ capace, carismatica e ha tutte le carte in regola per sfondare internazionalmente: proprio quest’ultimo aspetto sarà la sua rovina. Dopo tutta questa popdance dal gusto inglese, non appena la sentiremo cimentarsi su un inedito banale e scontato (insomma, tipicamente italiano) che le scriveranno per piazzare quelle quattro copie sul mercato interno dopo la fine del programma, svanirà tutta la magia che anche stasera è stata in grado di portare sul palco. D’altronde, la case history di Marco Megoni è sotto gli occhi di tutti.  Voto 10

Francesca – Confusa e felice. Passato il periodo di smarrimento, stasera Francesca rientra negli abiti (ma come ti vesti????) della papabile vincitrice. Non emula, fa suo il pezzo, esegue bene, ma Arisa la trova “sgonfietta”. La Ventura attacca dicendo che lei con Francesca sperimenta mentre Arisa fa cantare sempre le stesse cose ad Antonella. Morgan spalleggia la Mona, mentre Arisa incespica tentando di spiegare il suo punto di vista. Messaggio privato per Arisa del Team Arisa: TIRA FUORI LE PALLE! Voto 7

Vincenzo – Time. Poteva scegliere tra Alan Parsons e Lucio Dalla e nonostante qui si apprezzino le sue virtù simil-luciodalliane, la sfida lanciatagli da Morgan sembra interessante. Pezzo notevole, interpretato bene, ma un po’ troppi riverberi sulla voce (forse per nascondere le stonature?). Voto 6/7

Nicole – Io non lascio TRINCIA. Tutte le lacrime della quindicenne sofferente viste nella clip mi hanno già dilaniato gli zebedei ancor prima che inizi a cantare. Poi, quando una canta i Negramaro, per me è NO a prescindere: le canzoni dei Negramaro non dovrebbero cantarle nemmeno i Negramaro. Esibizione da Zecchino d’Oro, veramente banalità a camionate. Ho realizzato solo stasera che ha molte probabilità di vincere, in quanto dispone di un agguerrito e numeroso fanclub che la vota per tenerezza e campanilismo. Alla luce di questo, abbasso il voto. Voto 3

Claudio – Una poesia anche per te. Arisa presenta i suoi cantanti con la verve di un baco da seta morente. Le canzoni di Elisa dopo “Luce” sarebbero da abrogare per decreto (mi appello al governo Monti affinché intervenga anche su questo). Claudio è molto debole, e in più c’ha n’accento romano pure quanno canta che propio nun se po’ sentì. Voto 5

Il televoto asfalta Valerio che se ne va ridacchiando come un ebete. I giudici eliminano – come era prevedibile – Claudio, il quale alla fine è costretto a consolare una Arisa in evidente stato confusionale con un caloroso “ciao amore mio” sussurrato nell’orecchio (e secondo me, dopo che la telecamera ha staccato, ha completato l’opera pure con una mezza slinguazzata).

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.