Rihanna – We Found Love (ft.Calvin Harris) – video ufficiale

Prima di tutto gli elogi: il video è stilisticamente interessante (fine degli elogi), ma non basta. “We found love” è, ahimé, una canzone dance generica e spersonalizzante, indegna dell’importante ruolo attribuitole, ovvero quello di lanciare un nuovo album che giunge a un anno di distanza dal precedente (il quale giungeva a sua volta a un anno di distanza da quello prima). Del testo del brano, poi, io all’inizio capivo “We found love in an open space” e pensavo potesse diventare l’inno degli operatori dei call center Vodafone sfruttati e sottopagati. Almeno l’inutilità musicale della canzone sarebbe stata compensata da un evidente impegno sociale. E invece nemmeno quello: il ritornello dice “We found love in a hopless place” e sfrutta l’orrido stratagemma dell’allitterazione PLE-PLE per rimanere in mente.

Calvin Harris è un deejay giovane e di esperienza troppo ridotta per mettergli nelle mani i destini di una delle popstar più profittevoli del momento. La canzone è di vergognosa pochezza (peggio di questa in giro c’è solo Collide di Leona Lewis, altra collaborazione tirata per i capelli con un deejay scarso che era meglio se rimaneva sconosciuto), la scelta collaborativa è stata pessima così come è stata pessima la scelta di duettare qualche mese fa con Britney Spears. A Rihanna, evidentemente, non frega più nulla della sua carriera musicale: punta dritta a quella di nasty-girl bulimica impegnata a comparire nuda sulle copertine patinate, o di attrice in videoclip dal retrogusto trainspottinghiano (e anche un po’ Kubrick dei poveri) che hanno come unica ambizione quella della censura per sfruttare l’immancabile polemica conseguente e vendere mezza copia in più.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.