Il santo del giorno – Gli indignados

Oggi non si festeggia un compleanno, ma si celebra una protesta: quella degli “indignados del mondo” che manifestano a piazze unificate contro:

la finanza speculatrice, le banche, le multinazionali, i governanti corrotti, unite da tempo in un meccanismo di arricchimento sulle spalle di persone oneste che non vedono più nel loro futuro un lavoro stabile, un’istruzione adeguata, una sanità pubblica funzionante

.

I dimostranti espongono coraggiosamente la loro idea di lotta al sistema e se tutto oggi pare al collasso il motivo è chiaro:

non è nostra la colpa. I nostri governanti ci imbottiscono la testa di balle colossali sulla crisi, dobbiamo pagare più tasse, dobbiamo lavorare di più, perché solo così possiamo risollevarci e far ripartire l’economia. TOTALMENTE FALSO. La crisi non è nostra, la crisi è stata provocata dalla speculazione finanziaria delle banche e dai governanti corrotti che l’hanno permessa e avallata.

.

Non so, mi pare una cosa molto visionaria e molto romantica. Io sono l’ultima persona al mondo che parteciperebbe a manifestazioni di qualsiasi tipo: dalle rivolte operaie, al carnevale parrocchiale, alla vendemmia (sono pigro e non sono mai stato portato per alcun tipo di dimostrazione partecipativa, non ce l’ho nel DNA, ecco tutto. Anche quando alle superiori c’era sciopero io entravo quasi sempre in classe, quindi ho dei precetti di coerenza da rispettare sviluppati in tenera età). Però mi piace essere vicino spiritualmente. Anche perché gli indignados del mondo mi fanno molta simpatia, non foss’altro perché organizzare una manifestazione globale contro la globalizzazione è un’idea troppo avanti.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.