Il santo del giorno – Lene Grawford Nystrøm

Un mese fa, Rolling Stones pubblicò gli esiti di un sondaggio effettuato tra i suoi lettori (selezionati tra quelli più soliti ad alzare il gomito) ai quali fu chiesto di decretare la canzone più brutta degli anni 90. Nei risultati di tale sondaggio figurano tutte hit milionarie: da “What’s up” dei Four Non Blondes a “My heart will go on” della titanica Celine Dion, alla Macarena. Un sondaggio sui cui esiti si potrebbero spendere e spandere fiumi di parole (a proposito: i Jalisse come si sono posizionati?). Magari non erano proprio canzoni orrende, più che altro – all’epoca – avevano trifolato le gonadi per quanto si erano sentite. E’ certo, però, che per quanto fossero brutte, non potevano essere peggiori di quelle di oggi.

Ad ogni modo, si classificarono al top della lista gli Aqua e la loro Barbie Girl. La cantante dal nome impronunciabile, che santifichiamo in questa soleggiata domenica, terminata l’esperienza con il gruppo (che si è riunito l’anno scorso e ha sfornato nuovi singoli passati ahiloro inosservati) tentò nel 2003 la carriera solista rilanciandosi con una imbarazzante svolta sexy. Che, come spesso accade, quando si punta solo sulle proprie poppe senza un minimo di orignalità e sostanza, si rivelò un fiasco indegno.

Santa Lene Nystrøm Rasted (vero nome Lene Grawford Nystrøm, 2 ottobre 1973)

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.