Baila!

Sono le 23.51 quando una falsissima Barbara d’Urso, al timone di Baila!, finalmente si tradisce affermando (di fronte ai continui stravolgimenti del programma che vengono annunciati in tempo reale dal regista Roberto Cenci):

Questa trasmissione l’abbiamo inventata stamattina alle 9 e mezza

Ciò implica automaticamente che, prima di allora, la trasmissione fosse davvero un plagio di Ballando Con Le Stelle e che la formula sia stata cambiata nel giro di mezza giornata per soddisfare le richieste di un giudice il quale, peraltro, ne aveva bloccato la messa in onda.

Nonstante tutto, l’idea di fondo è tale e quale a quella di Ballando: la presunta novità, rispetto a quel format, è di non far ballare i concorrenti in coppie miste. Cioè i vip ballano solo tra vip, e i non vip solo tra non vip. Sono dubbioso in quale delle due categorie si collochino un certo Gianmarco Pozzecco (o “Pozzetto”, non ho ben capito, ma credo che il nome che ricorda un tombino delle fognature gli si addica di più) e tal Marianna De Micheli, una specie di Maria Teresa Ruta gonfiata a 300 atmosfere.

Senza soffermarsi troppo sulla realizzazione del programma (che a mio avviso fa veramente schifo: a partire dalla scenografia che ormai quelle dei programmi Mediaset sono tutte uguali – oppure è sempre la stessa per risparmiare -, per arrivare alle luci smarmellate per cancellare le rughe della conduttrice), direi che tra un paio di settimane me lo vedo declassato su Retequattro causa bassi ascolti (ma Canale 5 sarà pronta ad incolpare qualche giudice comunista). In breve, le uniche due cose da salvare di questo format (se escludiamo le continue espressioni da stoccafisso di Costantino che quando balla sembra abbia un bastoncino Findus conficcato nel deretano) sono:

1) le continue zoomate sul culo di Raffaella Fico;
2) la presenza di Marcella Bella: una che affronta il suo rilancio in prima serata con un abito ipercheap dell’Oviesse, che la fascia come uno zampone pronto per essere bollito la notte di Capodanno. Non è che si possa propriamente dire che Marcella Bella balli: diciamo che fa dei movimenti che ricordano molto da vicino uno scaffale di compensato durante un terremoto dell’ottavo grado della scala Richter.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.