Il santo del giorno – Fiona Apple

Oggi se parli di “Apple” pensi subito a qualcosa di ipertecnologico con la “i” davanti. Nella seconda metà degli anni 90, invece, il marchio era di proprietà di una cantautrice newyorkese appena maggiorenne dalla presenza fisica simil-angelinajoliniana, dalla voce calda, lo sguardo profondo e uno stupro subito a dodici anni da sfogare nella sua produzione artistica (e anche nella vita reale, dato che venne spesso accusata di comportamenti disdicevoli al limite del divismo, e di poca gratitudine nei confronti del pubblico che la idolatrava e della critica che la osannava).

Fiona Apple viveva nella (in)consapevole contraddizione che la portava a criticare aspramente il music-biz e contemporaneamente a sfornare album da milioni di copie vendute contenenti canzoni d’indiscussa qualità. Oggi la sua stella si è ormai eclissata. Quando ero giovane io c’era lei; voi, invece, avete Miley Cyrus. Di che vi lamentate?

Santa Fiona Apple (13 settembre 1977)

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.