Festival di Sanremo 2011 – Serata finale. Televoto annullato, vinceranno lo stesso Emma e i Moda’?

Sanremo 2011 - finale

E’ tempo di pronostici e di giudizi finali. Oggi c’è stata una fuga di notizie: l’addetto Rai al televoto ha detto in un’intervista che il più televotato dal pubblico è Roberto Vecchioni, violando le regole di segretezza. A parte il risultato sorprendente (anche se qui si erano già intuite le potenzialità del vecchio Roberto) si è sollevato un mezzo scandalo (che i più maligni stanno già ipotizzando sia stato volutamente orchestrato  per suscitare clamore), considerando che il televoto è ancora aperto. Per cui bisognerà correre ai ripari. Il Codacons ha già denunciato irregolarità e chiesto ricorso al TAR.

E’ del tardo pomeriggio la notizia che verranno annullati i voti arrivati finora e tutti ripartiranno da zero. Questo fatto riapre i giochi, per cui non dico nulla di più e spero che Gigi abbia fatto un buon investimento nei call center. Anche perché altrimenti una vittoria dell’orrorifica Anna Tatangelo pare lontana come la costellazione del Cane Maggiore (costellazione che ricorda anche la qualità della sua canzone). Il televoto, comunque, verrà “equilibrato” (si fa per dire) dalla cosiddetta “Golden Share”. Giornalisti esperti di musica (si fa sempre per dire) esprimeranno la loro preferenza che, incrociata coi voti telefonici del pubblico, andrà a modificare la graduatoria finale. Meno male che Tricarico è già stato eliminato, a occhio e croce mi sa che quelli punteranno su Al Bano. Vedremo cosa succederà, anche se Emma e i Modà rimangono superfavoriti.

Festival in dirittura d’arrivo, dunque (pensavo che non ci saremmo mai arrivati vivi, lo ammetto) con un carico di scarsa profesionalità, errori, leggerezze, imprecisioni e lamentele già ampiamente segnalate. Spero che un’esperienza del genere non abbia a ripetersi mai più. Voti al cast:

Gianni Morandi. L’eterno ragazzo ci ha perso una ventina d’anni in questo Festival. Se non sbaglio il suo ultimo show tv (quello con Alessandra Amoroso) era registrato: qualcuno aveva capito, insomma, che affidare una diretta a Morandi non era un’impresa semplice. Gianni non sa cosa siano i tempi televisivi, fa gaffes a ripetizione che nemmeno la buon’anima di Mike Bongiorno. Spesso è impacciato e non sa cosa dire. Questo Sanremo ha avuto dei tempi morti e dei momenti di vuoto che manco nel cervello della Canalis. Senza considerare che su quel palco non sa mai dove mettersi (ma una volta non si usavano gli adesivi a forma di stellina incollati sul pavimento?) e che dopo una cert’ora gli cala la palpebra e tradisce una inelegante voglia di materasso. Gianni è stressato, esaurito. Sarà mica che segue un’alimentazione scorretta? Voto 5

Luca e Paolo. Devo dire che mi aspettavo di peggio. Hanno iniziato male, ma poi si sono ripresi in corsa (a differenza del resto del cast). Dopo un primo impaccio hanno capito che dovevano prendersi meno sul serio e hanno cominciato a buttarla in ridere, prendendosi gioco della stanchezza morandiana e della scarsa organizzazione tecnica del Festival. Alcuni momenti “comici” sono risultati non memorabili, ma altri abbastanza gradevoli. Voto 6 e 1/2

Belen Rodriguez. Anche da lei mi aspettavo peggio: sarà perché non ha fatto praticamente nulla, essendo stata relegata ad un paio di balletti sexy, eseguiti con la necessaria dose di concupiscenza. Non ha avuto pretese da diva navigata o di finta culturalità. Nemmeno un ospite spagnolo da intervistare per sfoggiare la sua scioltezza linguistica, e Fabrizio Corona ben sa quanto linguisticamente sciolta sappia essere Belen. Ha umiliato la collega Canalis (era evidente che si odiavano a morte) correggendone le gaffes e calpestandone i vestiti, e solo per questo va promossa. Voto 6

Elisabetta Canalis. Un solo grido: Elisabetta dimettiti! Ritirati! Cambia mestiere! Anzi, tròvatene uno  – di mestiere – e poi cambialo. Tròvati un fidanzato (uno vero però, non uno di copertura) ricco e straniero ed espatria per sempre. Oppure torna nella tua amata Sardegna e rinchiuditi dentro un nuraghe a fare qualcosa di utile alla società, tipo produrre olio di oliva usando le tette come frantoio. Annùllati come il televoto, prendi l’ascensore di Sanremo e fatti catapultare su Marte. Sei la vergogna della gente che lavora, che studia, che si prepara e che s’impegna. L’emblema principe dell’antimerito, il simbolo dell’inutilità. Una dilettante allo sbaraglio impenitente, miracolata di lusso, indegna di uno show nazionalpopolare. Presentare TRL è stato il punto più alto della tua carriera, e – sinceramente – a me parevi inadeguata pure lì. Spero di dimenticarti al più presto, sei il nulla che avanza e che stride paurosamente con il trend del momento, ovvero il tentativo – anche tramite manifestazioni di piazza – di riabilitare il ruolo sociale e professionale delle donne di questo Paese. Elisabetta Canalis sei la vera pietra dello scandalo del Sanremo 2011.  Spero che qualcuno ti spieghi presto (anche in lingua d’Albione, volendo) che non basta fare i capricci, ridere istericamente e sfoggiare in prima serata un inglese da terza elementare per essere considerata una vera star. Voto: EPIC FAIL

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.