X-Factor 4 – settima puntata. Eliminata Cozzandra

x factor 4 settima puntataDopo l’eccesso di internazionalità della scorsa settimana è giunto il momento, ad X-Factor, di omaggiare la musica italiana dell’ultimo decennio (che non avrebbe alcun bisogno di omaggi bensì di sonore pedate nel fondoschiena, un po’ come Dami). La scelta dei brani lascia onestamente interdetti per  tanta pochezza, pare la playlist di un programma tappabuchi del pomeriggio di RDS condotto da Marco Liorni. Questa è anche la puntata dell’orfanismo di Anna Tatangelo che, nel daytime, ha dichiarato che sarà più severa nei giudizi: vedremo quante volte dirà “cùore” e quante “emozzziòune“.

Stefano: “Eppure Sentire” – Elisa. Stefano stasera si esibisce dopo la polemica sui sentimenti di pietà che suscita nel telespettatore innescata da Sora Tata (cioè, adesso ti svegli? Sei fuori tempo massimo cara mia, come per tutto il resto, d’altronde). E’ quasi rissa tra le tre vecchie della combriccola, Mara, Anna e la Casale, accusata dalla Tatangelo di dire “stronzate” (beh, e un bel “senti chi parla” no, eh?). Comunque, Filipponi pare doppiato da una bambina delle elementari, che pena. Io ho TERRORE VERO di chi ha gli occhi più grandi degli occhiali. Voto 0

Commento via FB:

Mandiamo a casa stefano, il maggiolino tutto matto rivuole i suoi fanali

Cassandra: “Ricomincio Da Qui” – Malika Ayane. La canzone ha un crescendo che esplode in un solenne finale: è da cantare “soffiata” con classe e delicatezza, ma Cozzandra urla fin dall’inizio peggio che il pubblico di Barbara D’Urso. Brano non adeguato alla sua vocalità. Voto 3

Davide: “Parlami d’amore” – Negramaro. Non serve nemmeno ascoltarlo per sapere che “bravo, mi sei piaciuto”. Se vocalmente non gli si può dire nulla, attendo di sentire qualche brano scritto apposta per/da lui così potrò finalmente stroncarlo come vorrei. Voto 6

Kymera: “Non Me Lo So Spiegare” – Tiziano Ferro. Io, invece, non mi so spiegare cosa ci facciano questi ancora qui dentro: uno è vestito da Olivia Geisha, l’altro da Pisellino-curato-di-campagna. Ad ogni modo, “sono contento di vedere una coppia omosessuale che canta una canzone di un single omosessuale in prima serata”. Qui potrebbe scattare il threesome o anche la gangbang se si aggiunge qualcuno a scelta di quelli che siedono in prima fila. Voto 0

Momento ospite internazionale: non avevo mai sentito cantare dal vivo Enrique Iglesias e non avrei mai pensato che avrebbe potuto farmi rivalutare Stefano Filipponi.

Nevruz: “Nuova Ossessione” – Subsonica. Devo dire che la ridicola”sfida” che Nevruz ha lanciato a Dami in settimana per affermarsi come “maschio alfa” (o forse sarebbe meglio dire “maschio analfa“) del gruppo, da un lato mi ha fatto proprio ridere – dalla disperazione – , dall’altro mi ha fatto riflettere sul perché Nevruz sia tanto amato dal pubblico femminile. Non ci avevo mai fatto caso, ma i “maschi” all’interno del programma sono praticamente inesistenti e dunque inapprocciabili: tutti illibati imberbi, mezzi ritardati (con tutto il rispetto per i mezzi) o diversamente eterosessuali. Fatto salvo che io sono fermamente convinto che anche Nevruz appartenga ad una delle succitate categorie, posso comunque comprendere che l’irrefrenabile istinto della crocerossina, insito nella telespettatrice/opinionista media ingrifata, spinga la suddetta a considerare il rocker di stacippa come unico essere simil-umano tangente ad una vaga parvenza di mascolinità a cui far pervenire le sue amorevoli cure. Non so se essere triste per voi oppure sentirmi sollevato del fatto che siate così di bocca buona (apriamo il televoto). Esibizione a dir poco dilettantesca, ma Nevruz è leggermente più intonato del solito. Voto 1+


Dami: “Credimi Ancora” – Marco Mengoni. Etichettato dal Maestro Tafuri come “cellula dormiente di Amici di Maria”, Dami è simpatico come un Ducato che ti investe sulle strisce pedonali mentre esci dalla tabaccheria con in mano un biglietto vincente del Gratta e Vinci. Evidentemente sta sui cocomeri anche a Mara My Own Key, la quale, adesso che ha sfondato discograficamente con un her own single, non ha certo bisogno di puntare su teenager che si pavoneggiano. Impietoso confronto con l’originale: dopo aver sentito Dami,  Marco Mengoni potrebbe offendersi, uscire di testa e fare coming out. Voto 4/5

Nathalie: “Tu Che Sei Parte Di Me” – Pacifico & Gianna Nannini. Se piangeva cantando Madonna, stasera che canta la Nannini cosa fa? Si amputa un braccio dalla disperazione? Sono dubbioso, l’ho trovata abbastanza anonima: ha spinto la voce nei momenti sbagliati e nel complesso non mi è sembrata una esibizione all’altezza delle precedenti. Voto 6 politico (ma solo perché quando la Tatangelo ha azzardato una critica, lei ha risposto con una smorfia di disgusto).

Ruggero: “Settemila Caffè” – Alex Britti. Canzone sconveniente per un minorenne  in prima serata: richiedo l’intervento del Moige, dell’Authority e del Codacons perché qui si vuol far passare il messaggio che i bambini delle medie siano autorizzati al consumo di bevande che provocano assuefazione. Invoco  una revisione del testo per renderlo più adatto all’età di Ruggero; direi che si può optare per un più sobrio “Settemila chinotti”. Voto 2

Ultimo scontro, nonché sfida generazionale: l’ottuagenaria Cassandra contro lo sbarbato Ruggero. Ruggero canta “A me me piace ‘o blues” e “Honestly”. Cassandra, invece, “Come ti vorrei” e “Yellow Submarine” a cappella, esibendosi peraltro in una tetra marcia militare come se avesse una premonizione di ciò che sta per succederle. Siamo alle solite: non c’è tempo per il tilt perché alle 23.30 la rete sfuma. Questo X-Factor è un fiasco su tutta la linea (bisogna che ne riparliamo perché stasera davvero si è toccato il fondo) e a farne le spese è Cassandra.

Commento via FB

io la amo sta vecchia. Probabilmente ha guidato lo yellow submarine contro i fascisti

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.