Italia’s Got Talent – Angela Favolosa Cubista rivelazione della prima puntata

Dopo il grande successo del numero zero dicembrino, è partita stasera – un po’ a sorpresa poiché l’esordio era originariamente previsto per fine mese – la prima edizione ufficiale di Italia’s Got Talent, il talent show cugino di X-Factor che è già un cult prima ancora di cominciare (e poi, più facce da cult dei tre giudici, nessuno mai). Vedremo ancora, dunque, la sanguinaria Maria de Filippi diventare regina del buonismo e prodigarsi in poco credibili complimenti, assisteremo a inondazioni di lacrime di coccodrillo di Gerry Scotti, ma soprattutto potremo chiederci se siano più utili nella nostra società gli acari della polvere oppure Rudy Zerby. A presentare il programma il bravo e (forse troppo) empatico Simone Annichiarico, affiancato – novità rispetto a dicembre – dalle spumeggianti rotondità di Geppi Cucciari.

Senza smenarla tanto – che la Chissenecronaca sulla Bacheca Ammiraglia è stata a dir poco convulsa (grazie a tutti, come sempre) – stasera abbiamo scoperto il nostro nuovo seccsimbol: Angela Troina (no comment) meglio nota come Angela Favolosa Cubista (di nuovo no comment), ovvero una Lady Gaga con la tiroide, allegra vedova che si sente molto “progressiva” (ma forse voleva dire trasgressiva) e passa le sue serate in discoteca insieme ai teenager a scatenarsi sui cubi al ritmo della muzzika AUS. Lei non prende “sostanzzze stupefacente” e non beve “alcolo“: la sua “energia è pulita” come quella di una Panda a metano e dall’alto dei suoi 312 anni ha la ferma intenzione di seppellirci tutti. Angela Troina è la degna risposta catanese alla “Vecchia che mixa” di Parigi.

Il numero dei fan di Angela Favolosa Cubista su Facebook cresce minuto dopo minuto in maniera esponenziale (in un paio d’ore sono passati da poche decine a oltre 37.000): è lei il vero fenomeno che oscura tutti gli altri concorrenti di questa prima puntata di Italia’s Got Talent, puntata in cui i grandi talenti promessi non si sono visti nemmeno col cannocchiale. La puntata zero fu nettamente superiore per divertimento e creatività degli artisti presentati, nonché per qualità delle esibizioni. Anche dal punto di vista della struttura del programma è cambiato forse un po’ troppo: l’aggiunta della Cucciari non ha apportato nulla di realmente rilevante, anzi la sua proverbiale vis ironica è rimasta del tutto inutilizzata. Pressoché irrilevante lo spazio destinato ai conduttori, inoltre è sparito il montaggio serrato, sono scomparsi i momenti di sano divertimento sostituiti da sconfinamenti nel trash becero e nella volgarità mal bilanciata. Italia’s Got Talent, stasera, è stato un brutto esempio di ottima sperimentazione finita in tragedia dopo sole due puntate. Se nella numero zero si poteva apprezzare il format in tutta la sua forza espressiva, stasera sembrava di vedere la Corrida senza pentole, coperchi e il maestro Pregadio.

Mi giunge voce che dalla prossima settimana l’Isola dei Famosi si sposterà dal mercoledì al lunedì, in diretta concorrenza con il talent di Canale 5. Stando così le cose, il sottoscritto e la Bacheca Ammiraglia dovranno effettuare una precisa scelta di campo (al momento penso che darò un’altra possibilità al per ora deludente “Italia’s Got Talent”).

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.