Isola dei Famosi 7 (con clamorosa caduta di Simona Ventura)

isola dei famosi 7 2010

E’ passato ben un anno e mezzo (sì, beh, vedendo com’è ridotta la Ventura si direbbe molto di più) dall’ultima Isola dei Famosi. Nel frattempo ci sono stati due Icsfactors e due Sanremi; Rubicondi, per guadagnarsi il ruolo da inviato, è stato costretto a cedere la figurina di Ivana Trump all’ex collega naufrago Er Mutanda; Belen Rodriguez è diventata una delle più grandi “burlèscs” della tv italiana. L’Isola fa dunque miracoli e Supersimo è pronta, per la settima volta, ad impartirci una benedizione solenne a suon di limoni tra le cozze e e gatti in tangenziale (Simona, se vuoi proprio essere cool, un consiglio: cambia il tuo vecchio tormentone da “durerà quanto un gatto in tangenziale” a “durerà quanto un gatto nelle grinfie di Bigazzi” oppure “durerà quanto un gatto nella fabbrica del Gran Soleil“). I concorrenti dell’Isola dei Famosi 7:

Simone Rugiati – massima solidarietà: è espatriato in Nicaragua pur di sfuggire alle malelingue che lo accusavano di essere fidanzato con Elisa Isoardi (durante la diretta scopriamo che non è un cuoco, bensì uno “Scioscèf”).

Claudia Galanti – mi rendo conto solo ora che l’ho sempre scambiata per Laura Barriales. E ho detto tutto.

Denis Dallan – proprio come Mauro Marin, anche lui è un noto playboy del trevigiano. E’ un membro della nazionale di Rugby, ma il suo “membro” è più famoso di lui per essere comparso su alcuni calendari hot.

Nina Senicar – si cerca la nuova Belen a colpi di deretani disegnati col compasso. Credo sia una delle gnocche più gnocche mai apparse in tv; non brilla certo per simpatia (ma tanto non ti serve, Nina, credi a me…), anzi molti dicono che è una che “serba” rancore (ah-ah).

Sandra Milo – più che una donna, un monolite: la Stele di Sandrocchia. E’ talmente vecchia che si mormora che sotto a strati e strati di lifting, si nasconda il codice per interpretare l’antico linguaggio sumero.

Clarissa Burt – se sul traduttore di Google digiti il suo nome, ti restituisce: “attempata attrice di fiction caduta in disgrazia, naturalmente predisposta al fracassamento delle altrui gonadi”. Ma lei afferma di voler dimostrare a tutti di non essere né cattiva, né rompipalle: lo farà dopo aver opportunamente squartato, rosolato e gustato tagliata di Lecciso e straccetti di Galanti.

Federico Mastrostefano – tronista  e nuotatore. Premio “Faccia intelligente 2010“: ha un’espressione talmente beota che sembra abbia appena finito di prendere a capocciate una lastra di cemento armato, così, tanto per farsi passare mezz’ora.

Luca Ward – attore di soap italiote, è anche un noto doppiatore. Doppiò “il Gladiatore”, film col quale mi addormentai al cinema (proprio come stasera, davanti a questa noiosissima puntata).

Aldo Busi – secondo la Ventura avrà il compito di portare la cultura sull’Isola. Chissà perché, mi ricorda l’esperimento già tentato (e molto poco riuscito) con Alessandro Cecchi Paone. Entrato come “divulgatore”, è uscito travestito da Cangurotto.

Loredana Lecciso – apriamo il televoto: è più simpatica (come la sabbia nelle mutande – chhhhh – è vero, ecco!) lei oppure Emanuele Filiberto di Savoia? Fintantoché voi votate, direi che augurarle un attacco di cagotto compulsivo è il minimo.

(ah dimenticavo: questi erano quelli famosi)

I non famosi, invece, sarebbero: Dario Nanni, Silvia Zanchi, Aura Rolenzetti, Luca Rossetto, Tracy Fraddosio (che supera la Lecciso in demenza), ma soprattutto Davide Di Porto ovvero, secondo Simona, “il rappresentante del popolo del web”, cioè lui (sentitevi rappresentati degnamente, mi raccomando):

Comunque, alla fine: non approvo la scenografia (meglio quella dell’anno scorso); non approvo gli opinionisti Adriano Aragozzini e Antonia Dell’Atte (ma vai a mungere!); non approvo lo slogan (“noi facciamo la fantasia” …eh?); non approvo l’inviato (rimpiangere Facchinetti non è una bella cosa).

Invece approvo: la Ventura che suda come un cinghiale in riserva ogni volta che Busi apre bocca.

UpdateAPPROVISSIMO: il capitombolo in diretta di Simona Ventura (d’altronde, di fronte ad un cast dall’elettroencefalogramma piatto, e ad una premiere sinceramente noiosa a livelli devastanti, bisogna pur inventarsi qualcosa per ravvivare la serata). Simona, posa il fiasco!

Update 2 – La puntata si conclude in tragedia durante il rito del “salto dall’elicottero”. Metà dei concorrenti rimane infortunata e il rugbysta Denis Dallan finisce al pronto soccorso. Efficace sunto del catastrofico evento (via FB): “cioè, si sposta la boa e muoiono tutti! bella la prima puntata!”

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.