Un buon motivo per spegnere (anche) la radio

Carlo PastoreDa nove anni, l’unica ragione valida per guardare il festival di Sanremo senza cadere nelle grinfie del demone dell’abbiocco a partire dalle 21.05, era la presenza su Radiodue della Gialappa’s Band e dei caustici commenti del trio alla kermesse canora da dietro ai microfoni di “Rai dire Sanremo“. Un programma dalla gestione altamente cazzara (e per questo divertente: sembrava che i Gialappi fossero nel salotto di casa tua a dire cattiverie mentre sgranocchiavano, insieme a te, patatine in sacchetto) che aveva il merito di far sembrare QUASI simpatico pure l’odioso presidente della Sony Music, Rudy Zerbi, ospite fisso inviato sul campo ed emotivamente (ma anche economicamente) coinvolto nella gara. Certo, negli anni il programma aveva perso un po’ di smalto e di idee creative (memorabili i tormentoni “Situéscion” nel 2003 e “Varieganza” nel 2005 con i quali la radio invase “terroristicamente” il palco dell’Ariston mettendo in crisi rispettivamente Baudo e Bonolis), ma mai si sarebbe potuta immaginare la chiusura del programma in occasione di una edizione importante del Festival come la sessantesima.

Quest’anno, infatti, “Rai dire Sanremo” non ci sarà, per decisione del nuovo direttore di rete che rompe la tradizione affidando i commenti in diretta da Sanremo all’incubo ricorrente dei telespettatori/ascoltatori di Raidue/Radiodue, il supergggiovane dai capelli impomatati e gli occhi a fessura stile bancomat: Carlo Pastore, colui il quale aspira a diventare il nuovo Daniele Bossari, solo che non ha una fidanzata gnocca come la Lagerback (che – a dirla tutta – da quando lavora con Fazio si è parecchio disgnoccata). E dopo Sanremo, ma soprattutto dopo una comparsata nel presepe vivente (voglio dire, se non ci sta il “Pastore” lì…), ecco in esclusiva i futuri impegni di Carletto nostro, perfetto tappabuchi per ogni occasione che batte sul Due.

  • Parteciperà alla prossima edizione di X-Factor nel ruolo di bretelle di Francesco Facchinetti
  • Farà il separa-tette di Monica Setta a “Il Fatto del Giorno”
  • Interpreterà il ruolo del divanetto su cui siedono le signorine buonasera che annunciano i programmi
  • Verrà ingaggiato come mosquito azzanna concorrenti all’Isola dei Famosi
  • Vestirà i panni di tronco di legno nella scenografia dell’Era Glaciale (ma questa partecipazione è ancora in forse, perché il marito della Bignardi teme che dopo il programma in radio, il giovane Pastore possa fregargli anche la moglie)
  • Sostituirà la vitale cartelletta di Lorena Bianchetti all’Italia Sul Due
  • Si imbucherà tra i cassaintegrati Fiat durante il prossimo servizio esterno di Annozero
  • Parteciperà, già da questa domenica, a “Quelli che il Calcio” nel ruolo delle lenti a contatto di Massimo Caputi

Quali altre grandi, meravigliose, inaspettate avventure professionali attendono lì fuori il più miracolato degli sbarbati?

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.