X-Factor 3 – ottava puntata – Chissenecronaca live – Eliminato Damiano

XFactor 3 puntata del 28 ottobreClaudia Mori, in una ennesima intervista al Corriere, si dichiara pentita di aver scelto di diventare il terzo giudice di X-Factor ed esprime la volontà di tornare al più presto alle sue mansioni di moglie d’arteMorgan confessa a Panorama una stanchezza nei confronti del talent show, che l’anno prossimo non si sente più di rifare. Mara Maionchi, durante la presentazione del suo libro, affermava di aver superato i limiti d’età per la televisione, lasciando intendere che non sarebbe stata interessata ad una futura edizione del programma. E Francesco Facchinetti, durante un daytime, ha testualmente detto che X-Factor continuerà ancora per tanti anni anche se lui non ci sarà. L’equipaggio scappa mentre la nave affonda: l’ammutinamento è conclamato e a pensarci bene, forse, non tutto il male viene per nuocere.

E’ evidente che questo X-Factor così com’è non funziona e che una ipotetica quarta edizione deve essere ripensata da cima a fondo, iniettandovi nuova linfa. X-Factor 4 necessiterà  di giudici nuovi (magari cinque anziché tre) ma che non facciano rimpiangere i loro predecessori (Mori docet); di una conduzione stilisticamente diversa, più distaccata e competente, meno sloganistica e approssimativa. C’è bisogno di casting fatti a tappeto per scoprire talenti veri, magari mandando chi fa le selezioni negli scantinati dove si suona e si canta veramente, alla ricerca di chi con buona probabilità non si presenterebbe mai ad un provino. E magari anche di sopprimere l’assurda divisione in categorie sempre meno stimolante e sempre più generatrice d’astio, foriera di una inutile competizione interna tra giudici e cantanti. E perché no, di affiancare ai gruppi vocali anche i “gruppi strumentali”, che imbraccino bassi, chitarre e batterie. E, last but non least, limitare i danni che fa Luca Tommassini: se non licenziandolo, almeno amputandogli il lipgloss. Insomma, quelli di X-Factor hanno bisogno di una rivoluzione interna se vogliono che il “pubblico sovrano” – tanto affezionato quanto bistrattato – riacquisti fiducia in un programma che ha sempre avuto grandi potenzialità, finora espresse solo in minima parte.

Questa sera, tanto per chiudere il cerchio degli errori da non ripetere in futuro, si aggiungerà come quarto giurato nientepopodimenoché la tetra e polverosa Asia Argento, appena riesumata dalla cripta. Dopo aver invitato i Tokio Hotel, gli autori – autolesionisti come non mai – persistono nel voler far sprofondare il programma nella più denigrabile delle derive gossipare. Altra novità poco utile stasera, doppia esibizione dei cantanti: una su base registrata e una a cappella. Quest’ultima rappresenta un evidente omaggio all’ospite Asia Argento, anche se forse era meglio che, anziché a cappella, le canzoni fossero cantate a “chiesa sconsacrata”. L’ex moglie di Morgan entra e si improvvisa conduttrice. Facchinetti è visibilmente ingrifato, che tristezza, si è bagnato tutta la giacca con le bave. Dopo una battuta sulla “mano amica” del conduttore (alle ore 21.04, ma dov’è il Moige???) capisco che questa non è Asia Argento, bensì Asia d’Argento, la sua omonima X-Rated. Via alla gara (che è meglio).

Ambrasophie
Che ridere: Ambrasophie è presa per i fondelli da chiunque, persino dal suo caposquadra che – la scorsa settimana – dopo averne tatticamente elogiato la sanguinolenta esibizione, se ne è dissociata affermando che la cantante avrebbe meritato di essere eliminata. La Mori però, alla richiesta di spiegazioni da parte della concorrente, è stata piuttosto evasiva: “eh sì, firulì firulà, buonasera dottore, chi non lavora non fa l’amore”, ecc. ecc. ecc. Il seguente, immancabile, ennesimo piagnisteo di Sofia è servito soltanto a rabboccare gli sciacquoni dei WC dei camerini di Via Mecenate.
If It Makes You Happy (Sheryl Crow) – stonata e imprecisa, non mi sforzo nemmeno di darle un voto.

Marco
Presenta una canzone difficilissima, con la quale ha – per sua stessa ammissione – fatto a pugni durante tutta la settimana. E’ la prima volta che canta in italiano: l’impresa gli riesce bene anche se risulta un po’ troppo urlata (“Un Battisti sotto acido” suggerisce Micia su FB). Di questo ragazzo funziona tutto, i complimenti si sprecano e sono altamente meritati. Occhio che la sua bravura non si trasformi in un tallone d’Achille. Io lo preferisco quando canta in inglese e l’esibizione di questa sera dimostra quanto sarebbe sprecato uno come lui nel moribondo panorama musicale italiano.
Insieme a te sto bene (Lucio Battisti)Voto 8-

Damiano
Carampane accorrete! a Damiano gli è appassita la barba dalla disperazione. Il primo amore della Molleggiated Housewife, infatti, è stato accantonato per la new entry Giuliano. Durante le prove Claudia l’ha criticato dicendogli che canta come “un ubriaco fuori dal bar”. Gli servirà questa lacerazione nell’anima, per fare una performance degna? Strappacilanimadamianooooooo!
Il volo (Zucchero) – voto 6 politico (ma voto 3 per la scenografia con involtini primavera fluttuanti)

Yavanna
Continuo ad apprezzarne il look degno delle peggiori zoccolone ospiti a Sexy Bar, ma l’emozione che trasmetteva Anna Oxa con “E’ tutto un attimo” è lontana anni luce (rossa, ovviamente) da questo noioso piattume. Sul giudizio critico che la Mori non riesce ad esprimere, si scatena la bagarre. Mara e Claudia battibeccano, poi perdono il filo della litigata causa arteriosclerosi galoppante. Per Asia Argento, le Yavanna cantano come Alvin e i Chipmunks.
E’ tutto un attimo (Anna Oxa)voto 3

Chiara
In settimana Chiara litiga con Morgan per non aver fatto squadra intorno a Cristiana, eliminata (ingiustamente) mercoledì scorso. Morgan l’accusa di invidia e secondo me un po’ di ragione ce l’ha: Cristiana ha dimostrato ampiamente che anche se non sei cessa puoi cantare benissimo lo stesso. Chiara è arrabbiatissima e, per farla sbollire, Luca Tommassini l’accompagna in un appartamento fighetto cel centro, che poi si rivelerà essere un postribolo gestito da Paola e Chiara. Le due sorelle, con i loro tipici atteggiamenti pateticamente loliteschi, suggeriscono a Chiara di sentirsi più donna ed esternare la sua femminilità. A questo scopo armano di machete il loro makeup artist di fiducia, il quale trasforma la rotonda cantante di X-Factor nella versione 2009 di Nadia Rinaldi ai tempi di “Faccione” (memorabile opera prima di Christian de Sica). Comunque, mi chiedo perché abbiano portato proprio Chiara da Paola e Chiara. Ci avrei visto meglio le Yavanna, visto il loro percorso artistico simile a quello delle due sorelline: partite dalla prateria irlandese, sono approdate ben presto nelle darkroom di club per scambisti.
E non finisce mica il cielo (Mia Martini) – Sì, brava, ma non fa niente di diverso dal solito. E’ uguale a Beth Ditto, stasera. Voto 7+

Giuliano
Una domanda mi è sorta spontanea: se il pugliese Giuliano Sangiorgi canta coi Negramaro, il sardo Giuliano di X-Factor canta coi Cannonau? Di lui, Claudia Mori è visibilmente innamorata: ha la cellulite a forma di cuore. Il neoentrato cantante dalla voce roca, alla sua prima prova, canta “Back to black” (una canzone che nel daytime ha affermato di non conoscere: mi fa piacere che almeno la Sardegna sia stata preservata dal ciclone Amy Winehouse) le cui pause tra le strofe sono state suggerite da Adriano Celentano (ma non capisco perché sia una cosa di cui andar fieri, onestamente).
Back To Black (Amy Winehouse) – Voto 6/7 (ma ha ragione Mara, non ha la personalità da popstar, è ancora debole e – soprattutto – ha un’aria impacciata e piuttosto sfigatella).

Silver
La cosa più bella della sua esibizione è il videoclip che ha ideato Tommassini: Silver in boxer dentro un letto sfatto, simula un “dolce su e giù” in stopmotion con una che nella vita reale non gliela darebbe neanche dopo morta (il video si interrompe provvidenzialmente nel momento del “salto della quaglia”). Aborro questi programmi tivù che creano false illusioni.
Le cose che abbiamo in comune (Daniele Silvestri)Voto 1 giusto per averci provato. Così come Jovanotti, anche Silvestri è uno di quei cantautori che, le sue canzoni, o le canta lui o ciccia.

Yavanna al ballottaggio, parte la manche delle “acapellas“. Egidio spegne lo studio mentre Morgan si riaccende dopo il rientro di Asia Argento che ritorna in giuria anche per questa seconda parte del programma (chi è quel malizioso che ha ipotizzato una sveltina tra i due dietro le quinte?)

Silver
Fatti mandare dalla mamma (Gianni Morandi) – completamente fuori tempo, voto 1

Giuliano
L’emozione non ha voce (Adriano Celentano) – mi piace ma ci vado cauto, voglio vedere come se la cava la prossima settimana, voto 6+

Chiara:
Io che amo solo te (Sergio Endrigo) – dalla prossima settimana se non le faranno cantare qualcosa di un po’ più vitale, le abbasserò il voto. Voto 7

Damiano
Piazza grande (Lucio Dalla) – Solita minestra, Voto 5

Marco
L’appuntamento (Ornella Vanoni) – Ineccepibile, Voto 9

Ambrasophie
Goldrake (ma che canzone è?? Siamo alla fruttissima!!) – voto: Trivella Spazialeeeee!

Damiano non passa il turno e va alla sfida finale con le ex-elfe. Pazzesco che l’innominabile che ha cantato Goldrake abbia il deretano ancora una volta salvo. Chiedo il riconteggio dei televoti, i brogli sono più che un semplice sospetto, ormai. Dopo le esibizioni Claudia (per la prima volta in lacrime), elimina le Yavanna, Mara elimina Damiano. Come previsto anche Morgan elimina il cantante barbuto che è così costretto a lasciare il talent show.

Due cose in conclusione. UNO: devo fare ammenda sulla questione Asia Argento. Ipotizzavo una deriva trash e invece quella di stasera è stata una delle puntate più pacate e sentimentali dai tempi dei pianti di Mara Maionchi. E la bella e tenebrosa Asia ha contribuito non poco al clima sereno grazie solo alla vicinanza fisica con il suo ex marito. DUE: questa domanda mi attanaglierà per tutta la settimana. Cosa canterà mercoledì prossimo Ambrasophie degli orrori? I Puffi?

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.