X-Factor 3 – quinta puntata. Il botulino di Mara, eliminato Mario, salva Ambrasophie Maugeri degli Orrori, entra Cristiana

Caso della settimana che coinvolge X-Factor è la vicenda del botulino sulla faccia di Mara Maionchi, protagonista di uno scherzo orchestrato dalla gang di Stricia la Notizia (programma che non guardo e me ne vanto). Scherzo in due puntate con tanto di smacchiavip, finto chirurgo plastico, Capitan Ventosa, Valerio Staffelli e tapiro d’oro di cui  – francamente – non ho capito l’utilità. Dal canto suo, Marona nostra, mentre si autodefinisce “una babbiona”, dimostra una volta di più la sua totale spontaneità ed autoironia interpretando il ruolo di se stessa, fantastica settantenne travolta dal successo popolare in età avanzata, vissuto a testa alta e senza macchia, ma con la mente aperta, il turpiloquio facile e un carisma ruspante che perfora il video in maniera così semplice e genuina da far impallidire schiere di ventenni snob e fighette (Veline in primis). Al di là di questo episodio null’altro v’è da segnalare (no, nemmeno una sfuriata di Claudia Mori in qualche talk di periferia: facciamo progressi), perciò attendiamo la quinta puntata del talent show che Morganeggia sul Due (ospiti della serata Mika e Federico Zampaglione) con la consueta Chissenecronaca live qui e i vostri commenti in diretta su Facebook a partire dalle 21.05.

Completamente stonato il medley dei successi del marito di Claudia Gerini che apre la serata. D’altronde si è disabituato a cantare, dato che Facchinetti lo annuncia come un “regista horror celebrato in tutto il mondo”. Questa mi giunge nuova, ma forse io provengo da un altro mondo, chissà.

Sofia: This is the Life – Amy McDonald
La gara comincia in BRUTTEZZA con Ambrasophie travestita da Paola Maugeri (e con Morgan che ha in testa un redivivo ciuffo posticcio). Com’è che la “grande artista” che alberga in lei, abituata a cantare pezzi rooooooock pieni di “pancia”, di “sentimento” e di “strappacilanima”, si abbassa ad interpretare una hit folkpop della scorsa stagione? Sarò malfidente, ma mi sembra che sta Francesca Xefteris in arte Ambrasophie degli orrori ce la vogliano propinare in ogni salsa, nonostante tutti continuino a non filarsela di pezza. Comunque, se non vince il programma, per  lei ci sarà il premio “Mater Lacrimarum” come ricompensa per tutte le moine fasulle, le scenate isteriche e i piagnistei umidicci che ci ha regalato (e di cui avremmo fatto volentieri a meno). Performance che definire orrida è poco, avesse azzeccato mezza nota. Voto -1000

(Pier)Silver: Non è nel Cuore – Eugenio Finardi
Credo che il caposquadra ed il vocal coach l’abbiano ingabbiato in uno schema non suo. Adesso basta solo che buttino via la chiave della gabbia e siamo a posto (bellissimo il commento di Mara: “stasera sei stato meno PierSilver e più Silver“). Voto 5

Yavanna: Smells Like Teen Spirit – Nirvana
Le Yavanna sono un gruppo talmente improponibile che qualunque cosa facciano (anche profanare la salma di Kurt Cobain) è da idolatrare a prescindere, ma solo perché indossano reggiseni push-up (se anziché tre ragazze il gruppo fosse stato composto da tre maschi, li avrei già voluti vedere morti). Da quando si sono rese conto che il loro habitat naturale non è una pineta marittima in cui confondersi coi licheni, bensì il bordo della tangenziale dove rimorchiare i camionisti, mi stanno decisamente più simpatiche. Sono state protagoniste la scorsa settimana di un inaspettato “salto dello squalo” grazie al quale si sono meritate un bel 10 e lode nell’esecuzione di “Aria” di Gianna Nannini. Da quale orifizio corporeo quell’”Aria” sia stata prodotta, ora, non è il caso di approfondire. L’esibizione di stasera è preceduta da un battibecco tra Tommassini e la Maionchi: secondo quest’ultima, il coreografo esagera con gli eccessi nel look delle tre ragazze mentre queste sono ancora artisticamente deboli e dovrebbero puntare innanzitutto sulla loro crescita vocale e interiore. Voto: Fuck Yeah! (interpretatelo come volete)

Marco: My Baby Just Cares for Me – Nina Simone
Morgan è ormai un maestro di vita migliore del mago Do Nascimiento e di un predicatore di Scientology messi insieme. Grazie a lui Marco esce sempre più dalla sua crisalide, trasmettendo anche ad uno scettico patologico come il sottoscritto, la sensazione di avere le capacità per trasformarsi da invertebrato strisciante a delicata falena. Speriamo che la “delicata falena”, dunque, non si faccia attrarre troppo dalla luce dei riflettori. Perché anche le falene si scottano o, se va male, vengono prese a ciabattate (infatti Morgan attacca un polemicozzo perché non si stente stimato dal suo cantante che si atteggia un po’ troppo da star consumata). La performance di questa sera, comunque, era difficilissima ed è stata praticamente perfetta. Bella anche la scenografia da club privè. Voto 9+

Esito del televoto: Ambrasophie Maugeri degli Orrori rischia l’uscita (che sia la volta buona? Incrociamo le dita!). Arriva il momento “Botulino”: come ampiamente previsto, X-Factor risponde a Striscia La Notizia con un video del marito di Mara Maionchi che – a volto pixellato – dichiara che la moglie è recentemente rientrata da Parigi dove si è sottoposta ad un intervento di chirurgia plastica. “Che stron*o” e “Verme schifoso” sono i simpatici epiteti che Mara generosamente attribuisce al coniuge. Ovviamente è tutto un gioco, il momento risulta pure divertente.

Mario: Hello, I Love You – The Doors
Abbastanza a fuoco l’idea, ma Mario (e Morgan) sprecano un’occasione in cui potevano fare qualcosa di diverso dalla tipica esibizione da birreria. Voto 6-

Luana Biz: Futura – Lucio Dalla
Scelta musicale coraggiosa che li premia, ma da quando al piccoletto non hanno fatto più fare il beatbox (cioè da dopo la prima puntata) sembrano gli Aram Quartet dei poveri. Dejà vù: voto 6/7 (di incoraggiamento)

Francesca: Città Vuota – Mina
Per la serie “l’impercettibile personalità di Francesca”. La scorsa settimana, vestita da fragola di bosco, cantava un recentissimo brano sbanca classifiche, senza brillare. Questa settimana interpreta un masterpiece di quarant’anni fa, con un abito da vedova allegra, facendo la medesima scialba figura. Lei sarebbe pure bravina, anche se non si distingue per simpatia o carisma. Però appare complicato trovarle una collocazione: qualsiasi cosa le facciano fare non si capisce quale sia la sua direzione, se si impegni o no, cosa voglia trasmettere. Fa il suo compitino e stop. E a me non pare che sia sufficiente, neanche se si siede sulle ginocchia di Morgan. Voto 5/6 (la performance di Francesca è criticatissima da tutti – tranne Claudia Mori – ; alla fine la cantante piange: se Sofia esce stasera possiamo già eleggere la sua degna erede)

Chiara: Indaco dagli Occhi del Cielo – Zucchero
Siamo sicuri che lo Zucchero faccia bene a questa ragazza? Non era meglio farle cantare – chessò – una canzone degli Amari? Giusto per tenere sotto controllo i valori del’indice glicemico, mica per altro. Ok, fesserie a parte, su Chiara nulla si può eccepire. L’esibizione è particolarmente toccante e viene dedicata ad un componente dello staff del programma. Voto 8 (forse meritava anche 9, ma io vorrei vederla in qualcosa di più divertente e divertito, sinceramente)

Damiano: Che cos’è l’Amor – Vinicio Capossela
Non conosco il brano e non so che dire, forse la frase più giusta è: “siamo tutti cantautori coi brani degli altri“. Anche Morgan la pensa così, ritiene che la scelta di continuare ad inserire Damiano nel mondo cantautorale sia banale e scontata. La Mori accusa Morgan di poca onestà poiché – a detta sua – critica i cantanti della categoria over 25 per strategia. Voto 6 politico (ma non vorrei un suo disco nemmeno se me lo tirassero dietro).

Il popolo decide che Mario, il dark/emo della squadra di Morgan, deve andare a giocarsi l’ultima sfida contro Sofia. Non mi aspetto un finale dai risvolti thriller: se tanto mi dà tanto Mara Maionchi e quell’altra vecchiaccia vorranno sfoltire ulteriormente la squadra degli under 25. L’unica cosa che ci resta da fare è sperare che a causa delle pettinature uguali dei due contendenti, Mara li scambi ed elimini per errore Sofia al posto di Mario. Purtroppo la vista della Maionchi ancora funziona nonostante l’età ed elimina Mario. Morgan si mette ad urlare che è in mezzo a “due megere antiche che non capiscono niente” ed implora il ritorno di Simona Ventura. Claudia Mori si sente offesa (‘naltra volta!) e minaccia di abbandonare il suo posto di giudice per far ritornare Supersimo: basta con queste minacce che cadono nel vuoto, che se ne vada fuori dalle scatole adesso!

Nuovi ingressi: per i gruppi vocali The Menlove incassano stroncature trasversali compresa quella di Mika che nel frattempo si è aggiunto alla giuria. Gruppo fiacco, voto 4.

Cristiana (16-24) di viso sembra la fotocopia ben riuscita di Giusy Ferreri mixata a Mariah Carey da giovane. Brava ma forse troppo tradizionale per i canoni morganiani. A Mika è arrivata al cuore. Voto 6 e 1/2

Over 25: Tatiana. Chi è Tatiana? Una che canta un brano dance (“Release me” di Agnes) procurando all’ascoltatore la pelle d’oca dalla vergogna. Manco io sotto la doccia riesco a fare performance così imbarazzanti. Voto 0

Come da copione entra la concorrente di Morgan, Cristiana. Un gran bell’acquisto sotto tutti i punti di vista ed un giusto contrappasso per le due vecchie megere che hanno mandato a casa a Mario (mi duole dirlo ma non sento già più la sua mancanza). Come ultimo appunto di questa serata devo rilevare che di settimana in settimana X-Factor si fa sempre più pesante ed inutilmente polemico. Gran parte della colpa di questa decadenza è da attribuire a Claudia Mori che probabilmente aspira a diventare la reincarnazione di sua nipote (ovvero Alessandra Celentano di Amici), ma ritengo che anche la permanenza all’interno del talent show di Ambrasophie Maugeri degli Orrori contribuisca ad abbatterne la qualità e la credibilità fin qui ottenuta.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.