Archivi estivi / 1 – Reality

La stagione televisiva 2008/2009 è stata stracolma di reality show, e la prossima si preannuncia ahimé altrettanto ricca. Quest’anno abbiamo visto (e mi sa che me ne sono pure perso qualcuno):

Il Ballo delle Debuttanti

La magia dell’antico Ballo delle Debuttanti viene sovrastata dall’idea moderna e malsana di televisione defilippiana in cui lo sfruttamento dell’ingenuità giovanile ha sostituito ogni canovaccio, dove darla via è fondamentale per ottenere il proprio momento di sfuggente celebrità.

La Talpa

Ieri velina ante litteram al fianco di Andrea Carnevale, oggi geisha tuttofare nell’agenzia di collocamento dell’agente delle dive Lucio Presta, Paola Perego, nella forza della Talpa, era l’unica che ci credeva veramente: tanto è bastato per convincerci al di là di ogni pregiudizio, rendendola talmente sicura di sè da risultare così fastidiosamente antipatica da scatenare simpatia. L’incubo trash si è trasformato quasi in un sogno per i livelli celestiali raggiunti grazie a tarantole e litigate, alligatori e abiti succinti.

L’isola 6

Belen Rodriguez: nata a Buenos Aires sotto il segno della vergine (anche se non lo dimostra), si classifica seconda.

Grande Fratello 9

Causa sopraggiunti limiti di età, sopportazione, assuefazione da programmi tv discretamente realizzati (quali X-Factor o le televendite di cassapanche del 700 su Telemarket) e chi più ne ha più ne metta, ho deciso che scoprirò il vincitore del Grande Fratello 9 domani mattina dopo il caffè, ma prima di aver svuotato l’intestino.

La Fattoria

Settimane che me lo chiedo, ma la domanda rimarrà senza risposta. Quanto avevamo bisogno della quarta edizione de “La Fattoria”?

Amici 8

Sfida di ballo: secondo Alessandra Celentano, il ballerino Adriano non ha le sembianze del ballerino. E se ne accorge solo ora? E’ dall’inizio dell’anno che io dico che è uno scherzo di carnevale ambulante. E adesso ho capito anche quale scherzo: quello del cuscino che quando ti ci siedi sopra fa “prrrrrrrrot“.

Italian Academy

Lucilla Agosti non pare poi tanto in forma; abituata al pubblico ristretto di All Music sembra non aver ingranato la marcia giusta per questa conduzione che risulta un po’ troppo sparuta ed eccessivamente confidenziale, fa quasi meglio di lei Francesca Senette all’Italia allo Specchio (e questo lo affermo con la morte nel cuore, lo stesso cuore che Lucilla  mi ha rubato a Rete A e che oggi sto quasi pensando di farmi restituire).

13 – The fear is real

Tredici concorrenti vengono catapultati in un bosco sperduto della Louisiana e costretti a vivere in una catapecchia diroccata piena di ragnatele, vetri rotti, insetti, bambole con la testa mozzata, foto di Luca Giurato e scritte alle pareti fatte con l’Alchermes. Tra di loro c’è un “killer” da smascherare mentre una voce grossa e misteriosa in stile “Saw” (oppure in stile Maria de Filippi) – detta Mastermind – li controlla dalla sua postazione in una località segreta e li mette al cospetto delle loro paure obbligandoli a superare prove-limite. Chi non ce la fa viene “ucciso”, cioè sparisce immediatamente dal gioco e non vi fa più ritorno, senza lagne o rvm celebrativi

Paris Hilton – My new Best Friend Forever

Tra le concorrenti ci sono quelle che “da grande non vorrei diventare un medico o un avvocato, ma vorrei essere proprio come Paris”, le improbabili vergini innocenti che si lasciano sedurre da un un Simon Rex qualsiasi, la nipote di Clark Gable (le ceneri di suo nonno devono essere volate “via col vento” insieme ai suoi neuroni), una specie di Amy Lee degli Evanescence dopo un incontro ravvicinato con Daredevil, e pure una certa Natasha, la versione maschile di Bill Kaulitz.

A shot at love 2 with Tila Tequila

Da quel poco che ho visto, mi è sembrato che la furba Tila abbia voluto calcare la mano in maniera eccessiva sul lato “fiction-bovino”, in modo da trasformare quello che poteva essere un felice esperimento televisivo nel solito insostenibile peep-show da osteria.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.