A grande richiesta

Dato che vi vedo particolarmente infervorati su colei la quale da decenni allieta le nostre pause pranzo televisive, mi è venuto in mente di riesumare un post vecchio quasi quanto la sua protagonista (d’altronde, parlando di repliche…). Era il 2007 e sull’amatissima investigatrice zitellona più portasfiga del west, da queste parti si scriveva:

Quando il thriller si unisce alla fantascienza

X-Files? Lost? Heroes? No: La Signora in Giallo. Non pensavo che la più decrepita delle scrittrici-detective fosse ancora in attività. Come se non bastassero le repliche delle repliche delle repliche degli episodi in onda nel primo pomeriggio (che agevolano notevolmente la pennica post-pranzo), Rai Uno sta trasmettendo in prima serata un imperdibile episodio lungo. Nel tv-movie Jessica Fletcher viaggia nel tempo e si trasforma nella sua ava che viveva nell’800. Anche all’epoca era già una vecchiaccia scassamaroni, ficcanaso e portarogne in grado di rivelare verità sconcertanti tipo: “Sono certa che se troveremo altre prove tutto sarà più chiaro”.

Già: altre prove. Stai certo che se la Signora Fletcher cerca un diario segreto, tutti frugheranno nei posti più disparati, mentre lei lo troverà dentro un comodino. Se cerca una penna da cui rilevare le impronte digitali, la troverà sopra uno scrittoio. Se cerca un coltello insanguinato, lo troverà nel cassetto della cucina. Se cerca un abito macchiato, lo troverà in un armadio o, al più, dentro una tintoria. Se tutti sospettano che l’assassino sia il maggiordomo e tutte le prove convergono contro il maggiordomo, stai certo che il colpevole sarà un magnate della finanza che se la spassa a prostitute. Se tutti sospettano che l’assassino sia un magnate della finanza che se la spassa a prostitute e tutte le prove convergono contro un magnate della finanza che se la spassa a prostitute, stai certo che il colpevole sarà un magnate della finanza che se la spassa a prostitute. E se non lo fosse, lei si procurerebbe qualche indizio per poterlo incriminare comunque. Perchè la Signora Fletcher è una vecchiaccia scassamaroni, ficcanaso e portarogne. E anche un’impareggiabile moralista.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.