Claudia Mori al posto di Simona Ventura: una “molleggiated housewife” a X-Factor 3

Niente Ambra Angiolini o Teo Teocoli, né Antonella Clerici, Mogol o Victoria Cabello. E neppure Nostra Signora Nicolettona Paciaroni. Il nuovo giudice di X-Factor che andrà a sostituire Simona Ventura dietro la scrivania del talent show canoro di Raidue, sarebbe la “molleggiated housewifeClaudia Mori. Tutto sembra pronto, manca solo un accordo definitivo sul cachet che Magnolia dovrebbe perfezionare nel giro di poche ore. Adesso: Claudia Mori è una ex cantante ed ex attrice, attualmente alla guida dell’etichetta discografica che produce i dischi del marito. Una donna di potere (ah sì? Umh…) personalità (ah sì? Mah…) ed indubbia cultura musicale (ah sì? Boh…) ma che sembra avere al massimo le qualità (e l’età) per fare la figura della Mara Maionchi reloaded. E’ una che l’ultima volta che si è fatta vedere dentro ad uno schermo c’erano i musicarelli illuminati a petrolio: allora i televisori erano valvolari e oggi bisogna augurarsi che Claudia sia dotata di salvagente per stare a galla tra i cristalli liquidi e lo scarso richiamo Auditel di una presenza come la sua. Se il suo ruolo deve essere quello di selezionare i candidati riuscendo a giudicarli oltre che per le qualità vocali anche per le loro peculiarità di “estetica televisiva” (perché per fare ciò era stata chiamata la Ventura), allora il dubbio sulla sua adeguatezza mi sorge, anche perché se fosse una esperta di estetica, avrebbe perlomeno scelto un altro marito.

Claudia Mori a X-Factor mi sembra un’operazione un po’ rischiosa: ha un retrogusto demodé di ragnatele e naftalina, come quel cappotto che avevi messo per l’ultima volta nel 1982 e ritiri fuori dall’armadio solo oggi perché hai sentito dire che il modello potrebbe essere tornato attuale. Se il personaggio Mara Maionchi nel ruolo della discografica anziana dalla mentalità aperta funziona, non è detto che una coetanea collega possa sortire lo stesso effetto sul telespettatore, in particolar modo in quello più giovane (o gggiovane), che potrebbe decidere di abbandonare la visione del talent per un eccessivo appiattimento verso l’alto. Perchè siamo d’accordo che X-Factor punta alla qualità, ma per rompere la noia routinaria ha bisogno di un minimo di vitalità pop e anche di un certo – moderato – scontro tra i giudici. Riuscirà Mrs Celentano a garantirci questo? La curiosità c’è, lo scetticismo anche.

PS: comunque, la vera cosa strana è che per contrastare la concorrenza di Amici di Maria, sia stata scelta la zia della professoressa di punta della scuola defilippiana: sarà solo una coincidenza? Oppure ci ritroveremo al più presto in giuria anche un cugino di Garrison e la cognata della Di Michele?

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.