Eminem – We Made You

Il nuovo corso Eminemiano è la copia carbone del vecchio corso Eminemiano, ma con dieci anni di stanchezza in più sul groppone: il rapper bianco non è più convincente come un tempo, le sue invettive contro le star all’anidride carbonica che riempiono quella società che tanto stigmatizza e che ha reso lui stesso una star all’anidride carbonica, risultano forzate e poco credibili; tutto sa di già ampiamente citofonato. Nell’arrangiamento di “We made you”, singolo apripista per il nuovo album “Relapse”, si intravede (o sarebbe meglio dire “si intrasente“?) una necessaria attualizzazione sonora, ma lo stile – nel complesso – è alquanto statico e sbiadito: taceva da anni, Eminem, ma ora che è tornato sembra ancora ostaggio degli anni 90. Da un certo punto di vista non è un male, ma oggi come oggi l’aspettativa minima era di sentire qualcosa di diverso. Invece, pare proprio che bissare i successi del passato (“The real Slim Shady” o “Stan” sopra tutti) sarà tanto probabile quanto trovare Nilla Pizzi in guepiere sul paginone centrale di Playboy. E anche questo, indubbiamente, non è un male.

Tra le trascurabili parodie che compaiono nel video (manca solo quella di Rosy Bindi, che peccato), menzione d’onore per Derrick Barry, l’impersonator di Britney Spears, già volto a noi noto per essere una delle rivelazioni del reality show d’oltreoceano “America’s Got Talent”.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.