Grande Fratello 9 – dodicesima puntata

Lei non vuole che ve lo sveli, ma dopo aver commentato il Festival di Sanremo è stata costretta al ricovero in rehab insieme a Amy Winehouse: la nostra Elena (che saluto), rientra stasera con la cronaca della dodicesima puntata del Grande Fratello 9, in collaborazione con il suo gruppo di ascolto casalingo. Le cedo la parola (non prima di dire che io ho capito solo stasera che Gerri [il non vedente] e Ferdi [il rom] sono due persone diverse).

Inizio di puntata ssssspumeggiante con l’intervento della Gialappa’s che commenta i pantaloni bianchi e stretti della Marcuzzi in versione gelataia. Partiamo coi filmati riguardanti le consuete scene di gelosia nella casa: con Marco eliminato, l’ape-Vanessa è tornata a volare sul fiore-Alberto. Entra in casa tal Francesca che fa perder la testa a Ferdi. Certo che dopo due mesi lì dentro l’ormone pende il sopravvento su ogni minimo barlume di intelligenza. In questo clima finiscono nel tugurio Alberto e Francesca, scatenando polemiche tra gli altri due pretendenti a cui susseguono discussioni e invidie per giorni. Dopo la visione di una clip atta a far scattare la rissa, arrivano la lite verbale tra Ferdi e Alberto e la chiacchiera spicciola tra Vanessa e Francesca… Molto in stile “Uomini e Donne” con coerenze mancate, situazioni enfatizzate e tante ma tante boiate inutili. Dopo poco ho spento il cervello nella fiumana di parole e urletti tra femmine in subbuglio. Abbiamo 7 nominati questa settimana; è giunto il momento di scoprire chi è il primo che il pubblico ha deciso di salvare: Francesca.

Ci si lancia in un’altra discussione, tanto per fomentare un clima già teso e crudele: Nella notte passata Ferdi e Vittorio hanno litigato perchè il primo ha origliato fuori della stanza una discussione del secondo assieme a Siria e Francesca e, visto che il suo nome veniva menzionato spesso e volentieri, si è infilato nella camera per avere spiegazioni. Vittorio dà di matto dicendo che non è modo di fare, che Ferdi è un cafone. Signorini interviene a gamba tesa dicendo che Vittorio non è mai stato un esempio di galateo e diplomazia [parla lui, ndCsnf] da convivenza nella casa.

Grande Momento Harmony della settimana: la scorsa puntata le ragazze dovevano salvare un concorrente a testa, Siria a sorpresa ha salvato Vittorio condannando all’eliminazione Gerry nello stupore collettivo degli appassionati. A quanto pare per Gerry è stata una settimana triste e difficile e così viene mandato a parlare con lei… Un boato di tristezza e pacchianità fino a che Gerry dichiara alla Marcuzzi che mentre lei gli teneva la mano e parlavano, non sentiva nulla. Sarà mica diventato pure sordo? Il ragazzo parla tutto impostato e con frasi tipiche da telenovela argentina. Almeno quelle durano 20 minuti a puntata, non 3 ore… Gerry se ne va tra le lacrime con la sua pettinatuta da Goku super sayan.

Torniamo in casa: Cristina e Marcello sono salvi. Ed ecco un video decisamente trash: Con il titolo “I tre Moschietteri” vengono presentati Alberto, Gianluca e Vittorio come un trio affiatato e caxxaro. Si abbracciano, si stimano, si credono tutti amici e fratelli. Insomma, tra due mesi nessuno si filerà piu’ l’altro come in ogni precedente edizione. Ma questi sono pronti a dividersi in tre il montepremi finale…sì, vediamo poi alla fine, eh! A sodalizio di questo bel momento televisivo, la Regina del Bifidus annuncia che Gianluca e il suo completo da cantante di Piano Bar, sono salvi. I restanti nominati vengono mandati nella stanza delle sorprese: Ferdi, Vittorio e Alberto. Per buttare paglia su un falo’ che già arde in polemica viene mostrato un video dove Ferdi nomina sia Alberto che Vittorio e i tre si mettono a blaterare. Francesca, in preda all’ansia viene spedita in confessionale a discutere dell’eventuale esclusione di Ferdi; poco dopo lui la raggiunge per vedere un filmato sul loro legame. Impossibile che il pubblico si privi di questa meriavigliosa storia d’amore e infatti esce Vittorio [il figlio di Carlo Capponi, ndCsnf]. Come farà la Gialappa’s adesso senza di lui??

In studio arriva a rapporto dalla Marcuzzi Gerry, che viene elogiato per aver saputo districarsi così bene nella casa, nonostante le sue note difficoltà. La geniale idea è di fargli vedere la clip della sua permanenza nella casa. Arriva poi il confronto tra Laura e Gerry: lei [non l’avevo mai sentita parlare, ma davvero Laura ha quella voce da bambina di terza elementare a cui hanno decapitato la Barbie? ndCsnf] ha accusato lui di esser uno capace di passare sul cadavere di chiunque per andare in finale. Rimarca la dose anche Claudia accusandolo di falsità e, prima che il figlio possa replicare, si scatena la madre nel litigio spiccio con urla tra lei e la biondina Laura [peccato che non si capisca nulla perché nessuno si premura di passare un microfono alla signora tarantolata che sembra parli dall’oltretomba, ndCsnf]. Federoca rimarca a sua volta dicendo che Gerry strumentalizza il suo handicap: fischi del pubblico. Ma d’altronde è un miracolo se questa non viene lapidata ogni volta che muove un passo [peraltro è molto credibile con in bocca parole tipo “strumentalizzazione” o “handicap”, cioè, dovrebbe pensare ai suoi prima di mettere il naso in quelli degli altri]

Inizia la prova settimanale in cui i concorrenti devono vestire i panni di alcuni personaggi storici: Gianluca deve interpretare Dante Alighieri e Francesca Giovanna d’Arco (sento che si stanno già rivoltando nelle tombe). Qualcosa non va come dovrebbe andare: lui si vestite da Pinocchio e lei da folletto di Babbo Natale [secondo me lei si è vestita da battona col cappello di Grande Puffo, ndCsnf]. Si comincia con le domande sulla vita di questi due personaggi ed è una strage annunciata della cultura piu’ elementare [ammetto che quando la Marcuzzi ha chiesto il nome con cui era nota Giovanna D’arco “che comincia con PU… con PU… con PU…”, mi sono venuti i brividi pensando a come era vestita Francesca e alla risposta che avrebbe potuto dare]. Arrivata a questo punto, con nessun vincitore della prova settimanale e con le Nomination ancora da iniziare, alzo bandiera bianca alle 23.50 per sfinimento. Nemmeno la compagnia di amici e caffè sono stati di aiuto…

…Ed Elena rientrò ufficialmente in rehab.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.