X Factor 2 – Quinta puntata – Chissenecronaca live (con aggiornamenti sulla misteriosa vicenda di Rihanna)

Breaking News: Rihanna e il fidanzato Chris Brown dovevano presenziare insieme la notte scorsa ai Grammy e, invece, non si sono visti. Verso sera lui è stato arrestato, dopo aver lasciato una donna misteriosa al pronto soccorso, ferita. Donna che si è scoperto in seguito essere proprio Rihanna, colpita da lui con un’arma (ancora non si sa di che natura, ma di certo non era un’umbrella-ella-ella). Rilasciato su cauzione di 50.000$, Brown ha fatto rientro a casa scortato dalla polizia. Il portavoce di Rihanna dice che la popstar sta bene. Vi tengo aggiornati, qui e su Facebook, naturalmente, perché la chissenecronaca doppia is meglio che uan.

Nuova entrata nel cast, stasera. Dopo il “successo” (???) di Andrea Gioacchini detto Giops (amico della già citata Syria e presumibilmente facente parte della scuderia artistica del suo compagno Pierpaolo Peroni, guarda caso opinionista proprio al “Processo di X-Factor”, ma soprattutto produttore discografico per il quale investire qualche migliaio di euro allo scopo di pilotare il televoto per far emergere il suo pupillo potrebbe non essere una ipotesi completamente da scartare), Morgan continua a selezionare personaggi più stani che bravi e, per lo stesso motivo, Simona, scontenta dei nuovi provinanti, si è vista costretta a richiamare qualcuno precedentemente bocciato al bootcamp. L’unica che sembra essere completamente fuori da ogni competizione (e anche dal mondo) è Mara Maionchi che persevera nella dimostrazione di non aver capito una mazza di cosa siano i gruppi vocali, eliminando dalle selezioni proposte originali e magari poco commerciali, preferendo terzetti di girlband decerebrate senza alcuna capacità artistica, da appiattire ulteriormente per essere trasformate nelle nuove Destiny’s Child dal “destiny” già segnato.

Si parte con il duetto più inutile della storia: Irene Grandi e Alessandro Gassman. Devo dire che tutta l’allegria immotivata di Facchinetti e soci, poteva essere leggermente smussata stasera, dato che stride pesantemente con la notizia appena giunta da Udine. Ma “the show must go on” diceva Milva, per cui scelgo anche io di non affrontare l’argomento (il luogo e la circostanza non sono adatte) e di seguire X-Factor (e le vicende di Rihanna, altrochennò).

Enrico Nordio “Grace Kelly”: Sapete chi era il “vocal coach” di Enrico prima di entrare a X-Factor? Era Luca Pitteri, l’ex maestro di canto di Amici, sostituito da un paio d’anni da Luca Jurman. Solo per questo Enrico merita un voto alto sulla fiducia. Canta Mika e non è “mica” male… ah ah… Voto: 7+

The Bastard Sons of Dioniso “Wild World”. Accetto in toto (Cutugno e anche un po’ in toto-calcio) la definizione che avete dato la settimana scorsa tra i commenti. Dei “fratelli minori un po’ scemi però simpatici“. Cos’altro aggiungere? Sono i migliori della loro categoria (ma è la categoria che è alquanto scarsa, ricordiamolo). Però, come dire, “passano” e hanno la stessa personalità che ha la polenta e cervo quando ti si ferma sullo stomaco. Il “lentone” non gli si confà più di tanto. Pezzo che proporrei per la prossima settimana: la “Sigla di Holly e Benji”. Voto 6-

Ambra Marie “Run baby run”. Allora, ricapitoliamo: ha fatto i Pink floyd in versione finta-Anouk, Patti Smith in versione finta-Anouk, Antonella Ruggiero in versione finta-Anouk, Blondie in versione finta-Anouk, ci mancava solo Sheryl Crow in versione finta-Anouk. Anzi no, forse ci manca ancora Alanis Morrissette in versione finta-Anouk e anche Orietta Berti in versione finta-Anouk. Ah beh, allora di spazio per sperimentare ce n’è (cioè, dico, almeno Anouk ha fatto “Nobody’s wife” e poi è scomparsa dal mondo, ma Ambra Marie, invece, chi è che ce la toglie dalle scatole?). Pezzo che proporrei per la prossima settimana: “Io sono Virgola, sono il gattino, sono la stella del telefonino” in versione finta-Anouk, ovviamente. Voto: 4

Rihanna update: la cantante di “Don’t stop the music” non sarebbe stata colpita con un’arma o con un oggetto contundente, bensì dalle mani ignude del suo boyfriend

Giops “Voglio vederti danzare”. Eh, io vorrei vederti correre veloce veloce verso casa tua, invece. Mi rifiuto di commentare uno che ha un nome d’arte rubato ad un marchio di grissini all’olio d’oliva. Pezzo che proporrei per la prossima settimana: “Black & White” di Ana Bettz, nella versione Eiffel 65 Remix. Voto -1000

S.O.S. “Splendido splendente”: Il caso della settimana (‘naltra volta!). La bionda Lazlo piange perché si sente esclusa dal gruppo e medita una separazione artistica per lanciare la sua carriera da solista (Cristo Santo, quanto se la smenano ste tre sgallettate, non le sopporto più: né loro, né la continua idiozia dei loro capricci. Ma stiano pure tranquille che dietro le quinte sono già pronte le loro sostitute). Le altre due non vedono l’ora, dato che sono due befane e che gli sguardi dei cantanti maschi del loft (in particolar modo Giops e i “The Bastard”) sono tutti per la futura solista. Spezzo una lancia in testa favore dei genitori di Lazlo, comunque. Il padre, olandese, ha tutta l’aria di quello che ad Amsterdam sa bene come divertirsi e sabato pomeriggio, al “Processo”, ha attaccato una mezza rissa verbale con Alessandro Rostagno (reo della frase: “Fosse per me, le SOS le scioglierei e le disperderei nel deserto”), peraltro riuscendo a tenere testa alla proverbiale dialettica confusionaria del critico del Giornale. La madre, invece, è una orientale isterica (sembra la bisnonna del marito) che ha attaccato rissa con la produzione del programma perché l’avevano fatta sedere tra il pubblico e non tra gli opinionisti e inoltre reclamava il diritto di entrare nel loft per consolare la figlia piangente. I giudici sono tutti e tre critici nei confronti della girlband, considerata “deludente” (ma va? e se ne accorgono solo ora?). Di tutto questo gossip cosa ci rimane? Una esecuzione amatoriale, ma incredibilmente migliore del solito. Pezzo che proporrei per la prossima settimana: “Dammi una lametta che mi taglio le vene”. Voto 5/6

Rihanna update: è stata una testimone oculare presente al pronto soccorso a rendere noto alla stampa che la misteriosa donna ricoverata era Rihanna. “Ho capito che era un personaggio famoso, perchè ho visto un grande movimento attorno a lei”, ha affermato. “Poi l’ho riconosciuta perché ho sentito che urlava”. Beh, non che sia un gran complimento per una cantante. E poteva essere anche Beyoncè, a sto punto…

E nel frattempo: al Grande Fratello Federoca viene eliminata. L’Ansa batte la notizia delle dimissioni di Enrico Mentata da direttore editoriale di Mediaset, indignato che Canale 5 trasmetta il Grande Fratello la sera della morte della Englaro

Le S.O.S. sono per l’ennesima volta al televoto. Sarà la volta buona?

Noemi “Amandoti”. Non fa più la hippie, ma fa la sexy, stasera. Ma siamo sicuri che abbia il fisico? Il pezzo è nelle sue corde ma a me non piace né come lo canta (anche se lo canta bene) nè la coreografia, nè l’arrangiamento. Voto 6 e 1/2 ma nemmeno troppo convinto

Farias “La camisa negra”. “La camicia nera non c’entra niente con il Ventennio”, specifica Mara, che a quell’epoca telegrafava le comunicazioni all’esercito nemico. I Farias già mi fanno pena di loro, figuriamoci con questa selezione musicale completamente alla frutta, o meglio alla verdura, nel senso che io gli tirerei dietro una cassa di pomodori Cirio. Lo dicevo prima, no? Il compito della Maionchi, da brava discografica vecchio stampo, è di puntare sulla commercialità più bovina senza scavare per ricercare un possibile risvolto artistico nei suoi concorrenti. Con i Farias, comunque, sarebbe una battaglia persa in ogni caso: hanno massacrato il cantautorato italiano e riescono a fare pietà anche con una hit estiva in lingua madre senza pretese. Pezzo che proporrei per la prossima settimana: “Yo soy Candela” di Noelia, sperando che bruci in fretta. Voto N.C.

Daniele Magro “All the way”. La dance senza sostanza gli riesce piuttosto bene. SImona Ventura si scatena ballando come fosse alla festa di capodanno. Attenta al colpo della strega (e non mi riferisco a Mara Maionchi). Voto 7

Rihanna update: Chris Brown viene licenziato dalla Wrigley, azienda produttrice dei chewingum Doublemint, di cui il rapper americano è testimonial. Sospese tutte le campagne pubblicitarie che lo vedono protagonista. Poi un giorno qualcuno mi spiegherà chi cavolo è sto Chris Brown

Matteo Becucci “Stars”. Inizio un po’ incerto, poi va dritto filato. Un po’ di somiglianza fisica con Mick Hucknall c’è (anche se somiglia sempre di più a Tricarico). Matteo porta a casa il pezzo e Morgan sancisce la pace con un abbraccio. “Non facciamo il Libro Cuore”, dice Mara. Simona: “Mi sei piaciuto, torna a Livorno e apriti una caciuccheria”. Ah, sarebbe un complimento? Voto 7+

Farias al ballottaggio insieme alle S.O.S. Questo è un sogno che si avvera, la sfiga è che purtroppo ne possano eliminare solo uno dei due. Mara è convinta delle qualità dei suoi gruppi, non sa cosa non abbia funzionato, è sicura che un artista singolo sia più semplice da gestire. Uhm, perché non dice semplicemente che ha fatto delle scelte del cavolo?

Rihanna update: adesso salta fuori che queste ferite mortali sono in realtà dei morsi e delle bruciature di sigaretta. Vabbè, scemo io che pensavo di avere uno scoop per le mani

Eliminate le S.O.S., tanti cari saluti. Putroppo i Farias sono ancora fra noi e non possiamo ancora cantare vittoria. Loro, invece, non potrebbero cantare in generale. E’ giunto il momento di selezionare la new entry:

Claudia (+25): detta “la imprevedibile”. Aiuto, mi pare la zia di campagna delle suicide girls. Fa meglio di quanto mi aspettassi, ma mi sembra molto meno “artistoide” di quello che vuol far credere. Voto 6
Jury (16-24): mi piaceva anche ai provini, seppur con la sua espressione da mulo da soma appena preso a randellate. Risulta piuttosto televisivo ed inaspettatamente energetico. Punto su di lui, ma bisogna farne emergere la personalità. Voto 6/7
Miss Sunshine [o come dice Mara Sciansciain] (gruppi): Le SOS sono uscite dalla porta e sono rientrate dalla finestra. Nell’anno 2050, però. Distruggono Katy Perry e anche le mie trombe di eustachio. Una è anche discretamente carina, ma vocalmente per carità. Voto 2

Entra Jury (beccato, sarei un televotatore perfetto). E’ il mio diamante grezzo, per cui da oggi lo supporto ufficialmente, perlomeno fino a che non perderà quell’espressione funerea.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.