J Ax – I vecchietti fanno O

Come sono fortunati i tinegger di oggi ad avere così tante e molteplici forme per esprimere un dissenso od identificarsi con qualche artista innovativo e veramente di rottura. I tinegger di oggi, per esempio, sono liberi di mettersi lo smalto per le unghie al concerto dei Dari, phonarsi i capelli durante un live dei Lost, farsi foto osè sul cellulare e poi venderle ai compagni di classe come insegna Miley Cyrus, ascoltare Marracash e rendersi conto di quanto sia importante il valore del silenzio. Ma ai miei tempi, invece, come si faceva? Se volevi essere alternativo dovevi arrangiarti a scriverti una canzone in cameretta e cantartela sotto la doccia, oppure accontentarti degli Articolo 31. Che ben rappresentavano quel periodo confuso e fumoso che vivevamo noi adolescenti dell’epoca. Poi crescevi e capivi l’errore commesso.

Anche loro, evidentemente, visto che dopo uno stridente imborghesimento hanno preferito la separazione delle carriere. E io non avrei mai pensato di poter apprezzare ancora qualcosa che uscisse da uno dei loro annebbiati cervelli: questa “I vecchietti fanno O“, la sento sempre più spesso e sempre più mi sta piacendo. Perchè ha delle sonorità talmente azzeccate che non sembra neanche una produzione italiana, una buona e giusta dose d’ironia ed una melodia che essendo così riconducibile a qualcos’altro, ti fa dimenticare che a cantarla sia J-Ax. Comunque non mi preoccupo: so che tra un po’ crescerò e capirò l’errore commesso.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.