Amici 8 – Serale – Seconda puntata

I ragazzi di questa edizione di Amici sono talmente politically correct che fanno venire il latte alle ginocchia. L’anno scorso il momento dell’errevuemme in cui ci si sparlava dietro le spalle e ci si esibiva nelle imitazioni dei rivali della squadra opposta (imitazioni che ormai fanno parte del format, tanto che per Amici 9 Chicco&Luca stanno pensando di inserirle come materia di studio) era la miccia che innescava i momenti ad alto tasso trash che tanto abbiamo gradito. Momenti di pura cattiveria urlata dai quali la conduttrice non si sognava nemmeno lontanamente di affrancarsi. Quest’anno, invece, è la stessa Maria che prima di ogni filmato prende le distanze precisando all’imitato/sputtanato: “non si tratta di qualcosa sulla tua persona, ma solo su come ti esibisci”. Sìsì, come no. E la vittima se la ride, contenta di essere presa per i fondelli di fronte al mondo, nel nome di una pacatezza di animi talmente coattiva che sembra quasi irreale. E, senza pepe, le sfide sono così scialbe da risultare evitabili. La settimana prossima si potrebbero proprio eliminare completamente, così Maria inizia presto, finisce presto e ha anche il tempo di pulire il water.

Prima sfida: Jennifer contro Alessandra. Tecnicamente due spanne sopra la prima, ma la seconda ha “il timbro del momento” e anche quando canna metà canzone nessuno glielo fa notare. Anzi, la stessa Jennifer le dice che è bravissima. Per fortuna ci sono i professori di danza che scaldano gli animi battibeccando tra di loro. D’altronde non hanno nulla da perdere, visto che il programma punta esclusivamente sui cantanti, e non a caso stasera sono ospiti i dirigenti cannibali di Emi,  Warner e Sony (nella persona di Rudy Zerbi, ormai più presente lui nei nostri televisori che il televideo).

La sfida di danza Adriano contro Domenico è oscena, siamo veramente a livelli da balli di gruppo sotto al tendone bianco della fiera dell’agricoltura, fra trattori, bovini e balle di paglia (non perfettamente integre, peraltro). Per la Celentano, Domenico-Nano-Bagonghi è inguardabile e “bassotto”: balla con Franceschina (che già dal nome si intuisce che non deve essere proprio una stangona) e le arriva sotto le ascelle. Il che non aiuta Domenico, dato che Franceschina suda in maniera inversamente proporzionale alla sua altezza. Il piccolo ballerino è talmente ridicolo da risultare adorabile. Nelle mie preferenze Domenico supera anche quell’Adriano che trasmette molto al pubblico (peccato che i suoi neuroni al suo cervello trasmettano poco, ma vabbè).

Canto: Luca contro Valerio, “La competizione tra noi due è una sana competizione”. “Io voglio confrontarmi con quelli bravi e tu lo sei”. Ma cos’è stasera? Hanno tutti il diabete? Ballo: Pedro (pedropè) contro Alice Reese Whiterspoon. Noia. La Celentano rialza i toni dicendo che Alice risulta “falsa”. Maura Paparo si oppone aspramente perché ritiene che la collega attacchi Alice volendo indirettamente attaccare lei. La Celentano sbotta: “basta, non va più di moda venirmi addosso”, smentendo quei rumors che la volevano sul set del prossimo film di Franco Trentalance.

Ancora canto: è il momento degli inediti, ma stavolta precisano che sono “editi” e presenti nel disco di Amici, secondo Zerbi in testa a tutte le classifiche universali, anche a quella dei migliori rimedi contro un tavolino che traballa. Sti “ex-inediti” a me fanno pietà. Infatti interessano talmente tanto anche gli opinionisti che Platinette sposta la conversazione sull’abito che la De Filippi indosserà a Sanremo (per chi ancora non lo sapesse, Maria presenterà la serata finale del festival con Bonolis). E’ il momento della prova “Bando di concorso” di cui non vi spiegherò il meccanismo perchè non ho capito niente, fatto sta che un componente della squadra blu ha il diritto di inscenare una esibizione supplementare. La scelta ricade su Adriano che balla il suo cavallo di battaglia hip-hop e ritorna in testa alle mie preferenze facendo le sue tipiche tre o quattro mossettine ma talmente accattivanti che vorrei imparare e farle anche io. Ennesima sfida di canto: Silvia, la sopravvalutata reginetta del pianobar, contro Martina, il mento più veloce del west.

Momento miusikol, “Across the Universe” per i bianchi. Ammetto la mia completa ignoranza su questo musical, paragonabile a quella di Luca per la lingua inglese. “Il massacro dei Beatles” deve essere il sottotitolo di questo meraviglioso prodotto. Molto più efficace la telepromozione Chateau d’Ax con Michela Coppa ed Edelfa Chiara Masciotta. I blu interpretano “Peter Pan” con Daniela (nessuno le ha ancora detto che è in sovrappeso stasera, poco male lo faccio io ora) nel ruolo di Campanellino. Vestita di rosa e appesa per aria sembra uno degli elefanti di Fantasia. Ma questa, purtroppo, è realtà. Infatti Daniela rischia l’eliminazione, ma viene salvata in extremis dalla commissione che, invece, elimina a sorpresa una certa Andreina, ballerina. Dico “a sorpresa” perchè io questa Andreina non mi ero mai accorto nemmeno che c’era.

Beh, ce la siamo cavata rapidamente stasera. Per fortuna: la De Filippi adesso ha un “blocco pubblicitario”, io un blocco di stomaco.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.