Se rinasco, rinasco Corrado Fumagalli

Sexy Bar è uno dei capisaldi del trash televisivo notturno. Io ormai non ho più le forze per seguire certe cose in tv (ho abbandonato ai tempi dell’esordio di Zelica, passata dai troni defilippiani agli sgabelli del softporno), ma Elena – che ringrazio per aver accettato l’ennesima sfida – si sveglia alle 3 per guardare quei programmi un po’ porno (cit.):

Ogni sera, da piu’ di 10 anni, sulle emittenti private di tutta Italia, un omino dall’aria truffaldina e accento bergamasco, ci saluta con il suo cavallo di battaglia: “Alla Grande!”. Non è una televendita, non  è un cartomante, non è un santone predicatore e non è un ruffiano che sponsorizza suonerie discutibili… Lui è Corrado Fumagalli: pelato, lampadato, basso e con l’aria da maniaco del boschetto, quest’insignificante ometto è riuscito a crearsi un businnes tramutando il talk show tradizionale in un dibattito privo di significati tra pornoattrici, stelline dell’hard, produttori, magnacci di vario tipo, travestiti brasiliani, ragazzi smutandati dal fisico scolpito e spogliarelliste. La formula ha un che di elementare e si chiama Sexy Bar ( Non è l’unico programma del suo “Corrado Video” che va in onda sul satellite ma è la trasmissione piu’ attinta dalle tv locali verso la mezzanotte e dintorni). C’è uno studio colorato e accattivante con dei tavolini e un bancone. Appollaiate su sedie e sgabelli ci sono tipe desnude di età compresa tra i 18 (in genere ragazze dell’est) e over 40 accompagnate a volte da uomini non ben definiti che gravitano nel mondo del porno in generale.  Tra gli sponsor della trasmissione si annovera un settimanale il cui nome è “ Il Pornale“, giornale di annunci per scambisti avventurieri, single allo sbaraglio e mogli annoiate.

Ogni puntata ha un tema, in genere assolutamente stupido al fine di una discussione che possa produrre qualcosa di concreto. Si spazia dall’età della prima volta delle ospiti in studio fino alla cura delle unghie di ognuna di loro passando per racconti di triadi e cotte da spiaggia tra donne. A sfondo di cio’ ci sono personaggi fissi come La Cesira: un uomo attempato vestito da donna che urla e strepita per lo studio battibeccando con le varie rumene e sudamericane che non capiscono alcunché di cio’ che viene loro detto e mostrano le tette e la lingua in pose ammaliatrici ogni volta che la telecamera le inquadra. A infarcire ulteriormente quest’inutile spazio per maniaci si aggiungono 2 elementi: le mail dei telespettatori e lo spogliarello di una delle tipe estratta a sorte. Le lettere sono enunciate in genere da una biondina di nome Brigitta (da vistare il sito e la sua storia che pare scritta da un bambino analfabeta) che non riesce ad acchiappare un accento o una doppia neppure per sbaglio (lei non è una porno attrice e non si spoglia mai, ma una volta a Fumagalli è scappato che ci hanno dato in una spiaggia per nudisti) e suonano pressappoco così: “Ciao, sono **** e scrivo da ****, vi seguo da 8 anni (e vantatene!) e devo dire che siete tutte bellissime e bravissime ( a far che?? ) . Volevo chiedere se potete inquadrare i piedi delle ragazze ospiti in studio e dirmi se vi piace la limonata calda o fredda. Grazie e complimenti per la trasmissione.
Ne sussegue così un dibattito con continui rimandi allo sponsor e inquadrature delle copertine dei nuovi film in uscita delle varie ospiti in studio e dopo la pubblicità si spoglia una delle ragazze, come già detto. Quando va bene è una ballerina professionista che esegue numeri pazzeschi al palo lanciando le gambe per aria ergendosi su tacchi spaventosi… Quando va male è un’attempata che si muove come un Pinocchio sotto acido e si spoglia con la sensualità di un comodino dell’Ikea.

Quando viene l’estate il gruppetto di SexyBar si sposta a bordopiscina in qualche villa della pianura padana iniziando da giugno a sponsorizzare l’evento clou del settore hard che si svolge a settembre e fortemente voluto dal Fumagalli: il BergamoSex. In quest’ultima edizione del programma è stato introdotto il pubblico: praticamente tutti uomini. Da una rapida occhiata li ho già divisi in 2 gruppi. Ci sono gli over 40 con panza pronunciata, capello rado, camicia a scacchi, pelo che spunta dall’orecchio e perdita di bava dinanzi alla prima coscia mostrata… e ci sono i ragazzini curiosi che vanno lì in gruppo per fare gli splendidi e avere qualcosa da raccontare a scuola il giorno dopo…ovviamente nella speranza che i genitori e la ragazza non incappino in quel canale proprio mentre li inquadrano a urlare e fischiare mentre una figliola succinta si esibisce sculettante. Giunti alla fine della puntata i boys reggi microfono e le ospiti si alzano in piedi e alla prima nota della sigla sono già a petto nudo a strusciarsi tra di loro con Fumagalli, reuccio del trash erotico, che passa in mezzo ai suoi sudditi tastando le redditizie chiappe (e non solo) che da anni gli fan portare a casa il pane quotidiano e tutto il companatico.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.