Dopo 22 anni, Uan è qui

“Tutti pazzi per la tele” è uno show-amarcord che tenta di decantare le lodi della tv, ma sembra più che altro una versione accasciata su se stessa di Paperissima. E quando – finalmente – inizia a carburare con qualche idea propria, è troppo tardi. Peccato, perché gli ingredienti per mettere in scena qualcosa di piacevole ci sarebbero stati tutti (anche senza attingere alle library delle televisioni estere e rifornendosi di filmati direttamente dalle Teche Rai), ma la cuoca Antonella Clerici non riesce ad amalgamarli a dovere. Lontano dai suoi fornelli, si nota che le manca l’apporto delle Anne Moroni e dei Beppe Bigazzi (perchè, si sa, la Clerici senza Bigazzo non può vivere – e infatti è pure incinta) e non riesce a tenere le fila di un progetto ambiziosamente rischioso come un talk show di prima serata. Dipendente dai fogliettini come una studentessa un po’ dormiente, la padrona di casa si accontenta di fare della fiacca “metatelevisione” lasciando ospiti pagati profumatamente  (Pamela Anderson, nello specifico) ad ammuffire in un angolo riuscendo, in due ore di programma, a chiederle solo se il famoso costume rosso che indossava in Baywatch l’aveva scelto lei. Momento più alto dello show, lo spogliarello di Pamela Anderson davanti a Luca Giurato la carrambata ai danni di Paolo Bonolis: dopo ventidue anni, Uan è tornato a chiedergli gli alimenti. Vive in un sottoscala ed è curato da una badante moldava, fatica ad arrivare a fine mese, prende la pensione minima, puzza di lozione antipulci, ma tutto sommato sopravvive. Sarebbe ora che qualcuno gli offrisse un ruolo da concorrente in qualche reality. Nonostante tutto, sono stato davvero contento di aver rivisto quel cane malandrino dal pelouche fucsia, che tutti avremmo voluto come amico d’infanzia per combinare marachelle tipo suonare i campanelli e poi scappare (impresa assai ardua, visto che Uan non aveva le gambe). [Momento nostalgia off].

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.