Bam bam bira bam bam biramba (firulì firulà)

Rihanna non ha colpe (semmai ha cosce). Non ho ancora visto la sua esibizione ai VMAs al di fuori di Youtube, ma sono oltremodo certo che:

1) La scarsa qualità generale della performance è da imputare alla compressione mpeg;
2) Lassù l’aria deve essere piuttosto rarefatta e la carenza di ossigeno si fa sentire;
3) Portare in alta quota quei due mortadelloni attaccati alle anche deve essere uno sforzo immane anche per il più prestante dei muli da soma;
4) Il look da vittima di morte violenta è la moda del momento (CSI is OK, EMO is KO);
5) Il microfono era collegato alla versione demo craccata (da un pirata inesperto) di Singstar 2.0 per Playstation Portable;

A margine di ciò, devo dire che trovo abbastanza ridicolo lo stile a metà strada tra X-Files e un rave party all’obitorio che contraddistingue l’ultima Rihanna, ma lei resta il miglior prodotto di consumo non durevole del momento. Qualche impercettibile inesattezza di esecuzione, per quel che mi riguarda, non lascia certo stupefatti, tantomeno abbassa la stima che ho nei confronti non tanto della “Rihanna artista” (che è zero) bensì del “Rihanna progetto“. Ascoltando i suoi ciddì si nota chiaramente che dietro le sue cosce spalle c’è un fonico bionico che ne corregge informaticamente le numerose sbavature, intervenendo pesantemente a colpi di effettazione su Protools. Spesso il non funzionare live non è un difetto, bensì una forma implicita di ringraziamento da parte di chi ci mette la faccia, nei confronti del suo team. C’è chi sale sul palco dicendo “Ringrazio Dio, la mia casa discografica e i miei produttori per tutto il lavoro che hanno fatto per me” e chi invece – senza lamentele o senza cercare il facile pietismo dell’ex alcolizzata redenta – non ha remore nello svelare al mondo che quel lavoro è stato fatto davvero e risulta fondamentale per continuare a funzionare universalmente.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.