Who cares? della settimana – 7/08

5) Per riprendersi una vita (e anche un po’ di Siae). Max Pezzali, sempre meno cantante nazionalpopolare e sempre più similtricheco di Pavia, ha scritto un libro. L’ho visto esposto proprio l’altro giorno da Feltrinelli e sono rimasto di stucco: il fatto che adesso io abbia la certezza che l’ex leader degli 883 ha fatto almeno le elementari, non mi fa certo rivalutare il testo di “mezzo pieno o mezzo vuoto“, ma ammetto che l’opera letteraria “Per riprendersi una vita” mi ispira la stessa curiosità che mi ispirò “3 metri sopra il cielo” che, peraltro, abbandonai a pagina 21. Prometto che se qualcuno che conosco si compra il tomo, me lo farò prestare (sperando di superare pagina 21).

4) Almeno Fabrizio Corona c’aveva la Moric. Prima la liason intellettuale con Flavia Vento e adesso l’arresto per bancarotta fraudolenta: gli capitano tutte le peggiori sfighe, a questo Matteo Cambi.

3) La Pravda. Starnazzano giornali e telegiornali: “Russia, laser impazziti a una festa tecno, decine di giovani perdono la vista“, ma si dimenticano di dire che era una festa sponsorizzata da Playboy.

2) Nuovi talenti punto it. Con il ritardo che la contraddistingue, la Rai lancia sul web un portale dove ciascuno può esibire la propria arte e sperare di diventare – se gli va bene – il volto nuovo del servizio pubblico, o – se gli va male – l’erede di Simona Ventura. Il mio preferito, al momento, è il canottierato imitatore sudaticcio (urge colletta per comprargli un ventilatore).

Top “…Who cares?” of the week:

1) Nessuno può lasciare Baby in un angolo. Credo che Dirty Dancing (insieme a Pretty Woman) sia una delle pellicole più consumate degli archivi di Rai Uno. Trama: Ereditiera non eccessivamente attraente regala a stangona bionda squattrinata un buono-aborto da spendere nella clinica di famiglia, al solo scopo di sbarazzarsene e poter concupire indisturbata il Kledi del momento.

PS: Nonostante tutto, “(I’ve had) The time of my life” ci fa sempre tanto sognare, signora mia.

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.