That’s Amore, la finale – E così Domenico scelse Megan

Vai a quel Paese, Mtv!! Per quanto mi sforzi (molto poco, in realtà) di criticare i tuoi show, evidenziandone gli aspetti più ridicoli e le peculiarità più spazzatureggianti, alla fine mi faccio sempre abbindolare e non solo me li guardo tutti d’un fiato, ma mi tocca pure ammettere che qualcosa di buono – infondoinfondo – c’è.

Fatta la tara degli eccessi televisivi, lo show sentimental-mozzarelloso di Domenico Nesci (partito male e migliorato nel corso delle misere sei puntate dal budget calante), riesce sia a farti abbozzare qualche mezzo sorriso, che a cullarti con le flaccide braccia del sentimentalismo (la sera dell’eliminazione di Kathleen e Talor avevo le lacrime agli occhi come davanti a “Thelma&Louise” nella scena in cui Susan Sarandon e Geena Davis si lanciano dal canyon). Anche nei momenti più marcatamente trash, in “That’s Amore” si sente un retrogusto di “focolare domestico”, un focolare dove ogni tanto la polenta si carbonizza, ma grazie ad un corposo gotto di Chianti ed una barzelletta su Berlusconi, anche il cuoco meno navigato può ottenere la remissione dei propri peccati. E forse il peccato più grande di That’s Amore non è stato il rappresentarci in un – comunque divertente, seppur ultraabusato – stereotipo. Bensì il rappresentare un maschio italiano medio che per sei settimane si vanta di essere riuscito a sedurre le più deplorevoli zoccolacce degli States, ma che alla fine sceglie come amore per la vita il più tipico esemplare del “femminino sacro“.

E a proposito di donne coraggiose, ce n’è una che si è davvero sfranta per noi, che si è offerta di guardare e raccontare tutti, ma proprio tutti, i momenti topici di ciascuna puntata dello show. Grazie infinite, Elena! (pubblico in ordine contrario, per puro gusto estetico: avete da leggere per tutto il weekend…)

La finale: La musichetta della sigla, mi mancherà…Questa tarantella con il faccione di Domenico Nesci su uno scooter che porta la pizza aggirando i maggiori monumenti Italiani…Come potremo farne a meno? Ed ecco le nostre due ultime concorrenti andare in Italia assieme al polletto pronte a conoscere la sua famiglia: Catapultate in un paesino delle campagne calabresi di nome Acquaro la prima cosa che notano è che sono tutti vecchi e nessuno fa nulla o lavora. Che deliziosa immagine dell’Italia! Infilata Kim in una bettola di albergo, Megan viene scarrozzata su un’Ape verde per il paese e, una volta giunti al Bar Carmelo, si danno al Crodino come da tradizione. Quindi il tour prosegue verso una macelleria dove la carcassa di un roseo maiale viene scannata per la gioia del pubblico. E poi via verso il clou della giornata: l’incontro con la famigliola! Ci sono tutti…dai genitori ai bisnonni e visto che Megan è una chiavica in cucina, le comari si metton d’impegno a insegnarle a preparar la pasta in casa. Durante la cena la timidina viene bombardata di domande e va completamente in palla, si aggiudica i complimenti delle donne di casa ma non ha gran successo con gli uomini. Il giorno dopo tocca a Kim, dopo la colazione in pasticceria si va a passeggiar, con stivali da 400 dollari minimo, per le campagne umidiccie ove il nonno li aspetta per ammazzare un pollo

Stronzetta bionda rischia di vomitare mentre è costretta a reggere il decapitato corpicino piumato. A cena le insegnano a preparare il salame ( si vede che le hanno letto in faccia che era piu’ portata per quello che per la pasta ) e le sue tette finte conquistano le attenzioni degli omini attempati e la curiosità delle signore presenti. A sorpresa par che la bionda abbia fatto centro in famiglia molto piu’ della povera e anonima Megan. Tornano in America e all’aeroporto il tamarro Texano li va a recuperare con il Camper. Ormai è il giorno della finale e, dopo un ultimo incontro a due, cene romantiche, bagni in piscina e pause relax…arriviamo alla conclusione di questo programma di un certo peso. Domenico attende le giovinette in una piattaforma sopra la piscina; il colore di sfondo prescelto è un ben augurale viola e candele son sparse ovunque mentre l’orchestra dal vivo ci mette tutto il suo impegno a sopportare Ashley che cazzeggia lì vicino credendosi un direttore di fama mondiale. Kim fa il suo ingresso con abitino nero glitterato e tacchi vertiginosi, capelli biondi cotonati e aria spavalda. Megan sembra Barbie gran galà con un vestito blu lungo e i capelli lisci lisci. I truccatori si son dati un bel da fare con entrambe. Il nostro connazionale, emozionato e in lacrime fa un discorso di chiusura che rischia di far addormentare i telespettatori e quindi raccatta la sua ultima bandierina ed è a Megan che chiede di esser la sua Bambina per la vita. Lei accetta incredula, Kim rimane basita e si volge con l’aria di una che sta incassando una sprangata sulle gengive…e di spalle se ne va, così, senza nemmeno una scenata come ci si poteva aspettare da una simile stronza. Con l’attacco di O Sole Mio da parte di un bambinetto mal cresciuto vestito a festa ha fine l’ultima puntata mentre il principino tricolore e la sua principessa di campagna limonano festosi ballando stretti stretti e pronti a realizzare un futuro assieme.

La domanda sorge spontanea quindi: riusciranno a durare piu’ di due settimane o faranno la fine di Bobby e Tila? Avremo un That’s Amore 2 con nuovi e allegorici stereotipi del nostro bel paese? [in realtà un’appendice allo show che inizia a raccontare in chiave realitystica la storia della vita da fidanzati di Domenico e Megan c’è già stata, si intitola “More Amore“, ed è stata soppressa da MTv dopo sole due puntate, causa bassi ascolti – ndCsnf] Confidiamo in Mtv per queste e altre nuove trash-trovate!

Puntata 5: Puntata cuscinetto in attesa della finale. Per arricchirla e renderla intrigrante vengono inserite scene pacchiane che manco al Grande Fratello nei momenti peggiori di calo auditel: Sono convocati altri 2 scarti di Tila Tequila…La biondina Amanda e l’anonimo Michael. A loro due il compito di interrogare le donnine e farsi un’idea di come sono, quanto amano Domenico, se sono sincere e altre stupiderie così.
L’unico intoppo è che Amanda vorrebbe farsi Talor lì su due piedi e i suoi ormoni iniziano a fremere. Alla fine, secondo questi due padri confessori d’eccellenza le migliori sono Megan e Kim ( guarda caso eh…sti spoiler del copione finale, mannaggia a loro! ). Alle 4 ragazzuole vengon dati dei vestiti di latex, plastica, finta pelle e quindi fatte accomodare su dei Go Kart: la gara di oggi è quella di sfidarsi sui bolidi finchè non ne resta solo una… E così dribblando putti, siepi, sequoie e arredo da giardino la bella Kim – tette finte brucia in finale la Campagnola Megan e si aggiudica una serata al chiar di luna e limonino palpeggiato con Domenico. La mattina dopo le nostre eroine sono una contro l’altra nella visione di alcuni video tratti dai loro confessionali così, per accendere gli animi e accrescere nuove gelosie e invidie. Purtroppo pero’, non si picchiano come speravo. La sera grande eliminazione: Verginella e Talor escluse. Peccato perché nel pomeriggio Kathleen ci aveva dimostrato che, malgrado la sua scarsa esperienza con gli uomini, di certo si era applicata molto con i Calippi alla Fragola visto come ha ciucciato l’alluce di Domenico davanti a tutti…Verginella, vogliamo ricordarla così.

Puntata 4: In ritardo di 10 minuti sul palinsesto arriva That’s Amore, con il solito avviso che ci ricorda che i contenuti sono sconsigliati a un pubblico di minori… Ma io direi che è da sconsigliare a chiunque.
La puntata si apre con litigi nel bagno di prima mattina con le oche superstiti e il gallo cedrone nostrano che va a chetar gli animi, quindi, le convoca sul balcone per una sorpresa. Da lassu’ avvistano 5 macchinoni tricolori scortati dalla polizia ( niente popodimeno eh ) e lì sopra chi ci sta? Chiocce madri e polletti padri pronti a assistere le spumeggianti figliole e dar man forte alla conquista del cuore italiano di Domenico.
Costretti a dormire in un’unica stanza già si odiano tra famiglie e non mancano di farsi notare la madre e la madrina della Stronzetta Mora che continuano a chiedere chupiti ma hanno l’aria di essersene già scolate a fiumi. Moleste e chiassose attirano l’odio di chiunque, anche delle statue e dei putti sparsi per il villone. Si cena, cinque bei tavolini e Domenico passa dall’uno all’altro a conoscer le famiglie; tutti parlano bene delle ragazzuole, le sponsorizzano meglio di come la Marcuzzi ci invita a mantenere i nostri intestini regolari… Dopo cena una bella gara di succhiamento di crema da una pila di cannoli e sputazzo in una ciotola. Al grido di ” Noi succhiamo meglio!” vince la famiglia della stronzetta mora…Con Domenico quelle 3 salgono su in una piccola discoteca privata e iniziano a sversarsi di alcolici e le carampane non mancano di provolarsi il texano che se le limona entrambe…ha del coraggio, è da riconoscerlo. Arriavano tutte le altre famiglie e nel giro di poco partono risse tra le ubriache e le altre ragazze; Verginella arriva alle mani e piange. Così Domenico sceglie, per la sicurezza della casa, di cacciare Stronzetta Mora e vecchiarde al seguito.
La pace ritorna e al momento delle eliminazioni i genitori e i famigliari accorsi tornano a ricordarci quanto siano belle, genuine, pure e sante le concorrenti …( quindi non hanno mai visto le puntate precedenti ) così, Domenico, per non deludere nessuno decide di tenere tutte e 4 in semifinale e salvare capra e cavoli…

Le cronache delle puntate precedenti sono qui.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.