That’s Amore VS Il Galà di X-Factor (Chissenecronaca in contemporanea)

Su Mtv Inizia That’s Amore with Domenico Nesci e contemporaneamente durante il Galà di X-Factor, i Cluster stanno cantando “Enjoy the Silence” con Morgan che balla in canottiera bianca da muratore. Ecco, adesso mi toccherà fare zapping sfrenato per non perdermi neanche mezzo sencondo di nessuno dei due show.

Pioggia a catinelle da Domenico: reality bagnato, reality fortunato? Mah, non credo, visto che il programma va in onda per tre sere alla settimana, come se Mtv volesse sbolognarsi al più presto questa zavorra di caciocavalli Auricchio e di Prosciutti Rovagnati. I Cluster fanno le imitazioni degli altri concorrenti di X-Factor: questi ragazzi sono dei veri fenomeni, voglio vederli dal vivo! Da una limousine tricolore si apprestano a scendere le quindici aspiranti fidanzate in bikini. Ma il fondo è sdrucciolevole e la prima ragazza che mette piede in terra, scivola sotto l’auto come una pera cotta. In quel momento, sotto l’auto, di pere ce ne sono tre, quindi. Aram Quartet con il loro pezzo forte, a X-Factor: “Per Elisa”. Ribadisco il guidizio della scorsa settimana, sfiorano un’altra volta l’eccellenza. A Villa Nesci, cocktail di benvenuto per le pretendenti: per farsi conquistare sono disposte ad affrontare qualsiasi prova, anche il palpeggio mammario alla ricerca del silicone perduto. “Io cerco una donna vera” dice Domenico. “No, tu cerchi una donna americana e le americane hanno tutte le tette rifatte” precisa la bionda Kim. “Beh, le mie sono vere!” esclama la lentigginosa – ma piatta come l’encefalogramma del padrone di casa – Megan. Ancora non sa (o forse sì?) che sarà lei la vincitrice.

Nel frattempo Mara Maionchi, in un filmato da bollino rosso, bacchetta Saverio Grandi, l’autore dell’inedito di Tony: analizza il brano e gli fa apportare delle modifiche al testo:

[…]”aspettavo te”, ma cosa vuoi aspettare, a 19 anni uno deve dire “ti vorrei ingroppare”, a 19 anni non si aspetta nessuno, a 19 anni ti tira il ca**o, a 19 anni si sco*a perché si vuole sco*are non perchè sei innamorato di questa ca**o di donna…

Ovazione del pubblico in studio, grandissima Mara! Tony canta in playback, perché è ancora sotto cortisone dalla settimana scorsa: un diciannovenne da rottamare. C’è da chiedersi, comunque, perchè il medesimo autore, scrivendo per i cantanti di Amici partorisca delle porcherie inaudite, mentre “Mi togli il respiro” risulti piuttosto gradevole.

Di Kristen, l’afroamericana sudaticcia che aveva problemi con le ascelle, abbiamo già detto. “Penso che quella cosa delle ascelle faccia parte della sua cultura e la accetto“, dice la ragazza, parlando di Domenico. Bell’immagine che ha della cultura italiana, dove ha studiato, al Bagaglino? Domenico presenta Ashley, il suo country-mentore anabolizzato, quello che durante “A Shot at Love” ispirava la stessa fiducia del mostro di Marcinelle. Canta Emanuele a X-Factor. Su Mtv c’è la pubblicità del programma di Ambra, che è comunque più interessante di qualsiasi canzone del pettinatissimo rocker.

Le ragazze di Domenico iniziano a battibeccare per futili motivi. Tra le partecipanti mi sembra di vedere anche le gemelle meteorine di Emilio Fede. E anche lo stesso Emilio Fede. Effetti collaterali dello zapping. Le tipe sono, comunque, per la maggior parte delle emerite cesse. Vogliamo parlare della mezza cinese che sembra reduce da un frontale con un trattore? Ci si tuffa in piscina, Domenico sfoggia lo stesso costumino che aveva quando giocava a “Shot at Love” e merita menzione il commento che l’ornitologa Tila Tequila fece dei suoi attributi: “non sapevo che l’Italia fosse un Paese così piccolo“.

Torna Leona Lewis sul palco di X-Factor: credo che sia l’unica popstar di cui non ho mai parlato in questo blog. All’inizio non mi convinceva pienamente, ma ora dopo mesi e mesi di martellamenti ne sono diventato dipendente, talmente tanto che Spirit non mi basta più e sarei pronto a mettere la firma perchè incidesse testè un nuovo album. Ashley prepara una festa in piscina per le ragazze, ma stavolta la piscina è riempita di spaghetti e polpette. Le ragazze, divise in tre squadre (indovinate? Bianca, rossa e verde) devono tuffarsi ed azzannare il maggior numero di palle di carne. “Come and eat my meatballs” incita Domenico, tra carne macinata volante e spruzzi di Pomì. Si discute un po’ del pelo pubico di Hunter, e Domenico non sembra molto a suo agio. Dopo la prova e il premio (una gita sulla neve, tutta da sniffare) è il momento delle eliminazioni. Delle quindici pretendenti sarebbe da farne sparire subito come minimo diciotto. Fuori la puzzona e la mezza cinese. Ad X-Factor, invece, dentro il gruppo anticipatore di tutte le mode emo finalmente riunito: i Bluvertigo, che solo stasera di Siae deve aver percepito tanto quanto negli ultimi sei anni (soldi girati immediatamente a saldo del debito col make-up-artist di Andy).

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.