Tre, due, uno… duepuntozero!

Eccoci qua: pronti? Via! La “Rinomata sproloquieria” diventa la “Community dei non fatti“. Nuova grafica, nuovo slogan, piena libertà di azione unita a quella, da sempre garantita, di espressione. Oltre a tutto quello che ho già scritto qui sotto, consiglio di surfare un po’ around, per vedere se l’impalcatura tiene, e di rispondere – se volete – al sondaggio qui sulla destra.

Inoltre…

Nel caso in cui riscontraste bug o malfunzionamenti, fatemelo sapere mediante la form di contatto. Potrebbe volerci qualche giorno affinché i criceti che sgambettano sulle ruote dietro le quinte del blog prendano bene il ritmo e tutto si assesti. Vi invito a dare una letta alla nuova pagina di prsentazione; se volete essere inseriti nel blogroll, just ask. Prima di ricominciare con le nostre solite fesserie, vorrei dare spazio (per quel poco che può servire) ad una segnalazione “seria” che mi ha inviato Federica. E’ una faticaccia fare il blogger impegnato, ma quando ci vuole ci vuole: il primo maggio, un gruppo piuttosto cospicuo di ragazzi napoletani in partenza per il concerto di Piazza San Giovanni a Roma, è stato letteralmente tenuto in ostaggio per l’intera giornata presso una stazione dalle FS subito dopo la partenza. Dice Federica:

Come al solito noi Napoletani siamo la schifezza dell’Italia, non sottostiamo mai alle leggi, e tante belle cose che sai. Dire che spesso ciò è vero è scontato, ma dire che ancora più spesso ciò è enfatizzato dai media spero non mi faccia risultare di parte.
Sono napoletana ma non condivido molti dei comportamenti dei miei concittadini; però, come dicevo, lo Stato italiano ha deciso di tagliarci dal resto d’ Italia in un giorno in cui andare a Roma non sarebbe stato solo per divertimento ma anche per dovere civile e morale.

Non aggiungo altre considerazioni, dico solo che condivido l’indignazione di migliaia di giovani a cui è stata negata la possibilità di partecipare al concerto, pur avendo regolarmente pagato il biglietto per il viaggio. Per ulteriori informazioni vi rimando a questo link, oppure a questo. Ricordando che l’Italia è una e che ciascuno ha il diritto di manifestare le proprie opinioni, chiudo la parentesi profonda. Meglio riderci su, ragazzi. Il prossimo anno, cambiate concerto.

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.