www.chissenefrega.com

Nel pomeriggio di oggi ho tagliato il cordone ombelicale con mammà-Wordpress ed eseguito lo switch del blog da wordpress.com verso un server autonomo. Tutto dovrebbe risultare trasparente e – tranne l’incasinamento momentaneo della sidebar laterale – non comportare particolari disguidi tecnici (mi sto toccando). Il nuovo blog, che sarà attivo dal 4 maggio, potrà essere raggiunto tramite il nuovissimo inidirizzo www.chissenefrega.com, che vi invito calorosamente a bookmarkare e a tenere come indirizzo di riferimento per accedere a Chissenefrega. Ora, sinceramente preferivo il dominio “.net”, ma ho fatto un po’ di casino con la configurazione dei domini, per cui ci tocca tenercelo così. Resta comunque inteso che l’indirizzo www.chissenefrega.net rimarrà attivo e reindirizzerà verso il nuovo blog avente estensione dot-com. Inoltre, anche il vecchio indirizzo http://chissenefrega.wordpress.com porterà a chissenefrega.com. Tutti i post, vecchi e nuovi, con relativi commenti e permalink, troveranno repositoraggio (bel neologismo) sul nuovo spazio autogestito. Tutti i link ai post del vecchio blog saranno reincanalati automaticamente nei corrispondenti post del blog nuovo.

Qualche puntualizzazione necessaria:

BLOGROLL: Chiedo cortesemente a chi linka Chissenefrega dal proprio blogroll, di modificare l’indirizzo e farlo puntare a www.chissenefrega.com, ciò per una questione puramente statistica.

FEED: Se leggete questo blog tramite il feed rss, sappiate che se usate Feedburner non cambia nulla, il feed è sempre quello, ovvero: http://feeds.feedburner.com/chissenefrega. Se siete tra quelli della vecchia guardia che usano il feed standard di wordpress.com (del quale non mi ricordo nemmeno quale sia l’indirizzo) siete caldamente invitati (anzi, praticamente obbligati) a passare a Feedburner per ricevere i futuri aggiornamenti.

AVATAR: Essendo il nuovo blog completamente staccato da WordPress.com, tutte le funzioni collegate alla “dashboard” non saranno comprensibilmente più attive, incluse le “fotine” di fianco ai commenti. Poco male, visto che chissenefrega.com supporta Gravatar (come il 99% dei blog a questo mondo) e Gravatar è di proprietà di WordPress! Se avete un account su WordPress.com siete già automaticamente anche utenti Gravatar, basta che vi logghiate qui e carichiate la foto che volete compaia accanto ai vostri commenti. Fatto? Fatto! Ci vogliono due secondi due.

COMMENTI DAL 25/4 al 30/4: Purtroppo, per questioni di carattere tecnico, i commenti lasciati negli ultimi cinque giorni, al momento sono scomparsi. Sono, tuttavia, presenti nel blog vecchio: smuoverò i miei informatici di fiducia per vedere se è possibile recuperarli in qualche modo. Mi scuso per questo disguido in particolar modo con xXbambOLinaxX che si era scatenata commentando ovunque negli ultimi giorni: per farmi perdonare prometto che scriverò il post che mi ha chiesto sui Cinema Bizarre (!!!!).

QUESTIONE ADSENSE: Questo blog da sempre è in perdita peggio che l’Alitalia, e fintantoché Berlusconi non organizzerà una cordata con a capo Ligresti, ho deciso di arrangiarmi. D’altronde, gestire l’unico blog al mondo con 100.000 accessi mensili e nessun annuncio pubblicitario non è poi un gran primato. Se tra qualche giorno vedrete cose tipo questa meravigliosa inserzione comparire nel template:

non buttate il piccì dalla finestra (e soprattutto non scrivete a me chiedendomi come fare per diventare il 275001simo), ma ragionate sul fatto che tutti i competitor nazionali di questo blog (ovvero i topper della classifica di Wikio Gossip) e quelli esteri (non c’è bisogno di citarli, da quanto sono noti), sono tutti dei blog cosiddetti “commerciali“. Le sfide vanno affrontate ad armi pari (beh, tranne ad “Amici di Maria”) e Chissenefrega non può trovarsi impreparato o imbavagliato da policy preconfezionate o da decisioni gestionali prese da terzi, se vuole crescere e consolidare il suo primato di blog più superfichissimo dell’universo. A questo proposito, mi sto accordando con la Nasa per lanciare nello spazio le registrazioni di alcuni miei post letti da Cristiano Malgioglio con sullo sfondo “Ready set go” dei Tokio Hotel, in modo da scongiurare qualsiasi eventuale tentativo colonizzatore.

Garantisco che le inserzioni pubblicitarie che andranno a comparire, saranno il meno possibile invasive, non influiranno sui contenuti del blog che rimarranno quelli di sempre, ed avranno lo scopo di racimolare un minimo di fondo cassa per coprire i costi fissi dei domini, dell’hosting e – perchennò – per lanciare iniziative.

Bon: detto questo cosa ci rimane da dire? Le idee per la testa sono molte, il tempo per metterle in atto sempre più tiranno, ma l’entusiasmo per il blogging è inevitabilmente al top, anche di fronte alle avversità e ai momenti down legati a questioni talvolta inesprimibili per iscritto. L’indipendenza di oggi è un piccolo passo per l’uomo e un passo ancora più piccolo per l’umanità, ma rappresenta uno stimolante nuovo inizio che va al di là dei consolidati successi che mi auguro di poter condividere ancora per un altro paio di milioni di volte (almeno).

P.S. Ringrazio obbligatoriamente Gabriele per i consigli sul set-up e Alnz per le customizzazioni, il supporto alla ripresa dati ed il beta testing su Ubuntu.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.