Checcefrega de Blogbabel, noi c’avemo Wikio Blogs

Questo è il MILLESIMO post di Chissenefrega. Ci sarebbe da festeggiare, invece su questa giornata di fine marzo aleggia un clima di mestizia unito a lacrimazione di sangue per la teatrale chiusura di Blogbabel, la classifica più controversa della blogosfera. Agli amici di Blogbabel piacciono le feste comandate: il giorno dell’Epifania erano partite minacce e anatemi, a Pasqua la chiusura del servizio, ora chissà cosa succederà a Ferragosto. Lo spegnimento del portale sembra una scelta solo temporanea, giusto il tempo di creare un po’ di clamore intorno alla vicenda (infatti i Nostri non hanno perso tempo a farsi intervistare dalla Rai [nulla di male, ma il fatto che lo sbandierino ai quattro venti in grassetto sulla loro defunta homepage la dice lunga sull’arroganza che lamentano in altri]) che culminerà in uno dei seguenti modi:

  1. Blogbabel verrà riaperto il 1° aprile con un messaggio beffardo di Giovy che annuncia “Era un pesce d’aprile e ci siete cascati tutti come allocchi. Questo dimostra la nostra superiorità cerebrale mentre voi blogger babbei e plebei continuerete a grattare con le unghie il fondo delle nostre classifiche ghbuaghhuauauauh (ghigno satanico)”;
  2. I vertici di Blogbabel verranno chiamati in videoconferenza su Skype da Condoleeza Rice che consiglierà di riaprire la baracca in seguito al suicidio di massa di tutti i blogger che occupavano i posti in classifica dall’undicesimo in poi. Nel caso in cui il consiglio non venisse seguito, l’esercito americano spedito in missione a casa di Ludo, troverà casualmente delle armi di distruzione di massa (tipo un nuovo algoritmo sconfiggi-meme) nel suo sottoscala. E il resto sarà storia;
  3. Blogbabel riaprirà solo quando Swan comparirà in abiti succinti sulla copertina di Maxim.


Postilla: questo post ironizza, nello spirito del blog, su un avvenimento riguardo al quale – secondo la personale ed inutile opinione dello scrivente – non sarebbe necessario drammatizzare più di tanto, ma che sembra divenuto di rilevanza nazionale. Bah, sarà. In merito alla questione, io mi sono già espresso lo scorso gennaio, scatenando ire funeste placatesi nel giro di una twitterata. Se volete saperne di più, interpellate Paulthewineguy, vera pietra dello scandalo. Se volete saperne di meno, interpellate Wikio, a cui probabilmente della faccenda non frega proprio un emerito cavolo, ma resta l’unica ragione di vita per noi blogger rosi dall’invidia e dal celhopiulunghismo.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.