Un corpo immerso in un liquido si bagna

L’unica nozione che ho di fisica, oltre a “velocità uguale spazio fratto tempo”, è la seguente:

un corpo immerso in un liquido riceve una spinta dal basso verso l’alto pari al peso del volume del liquido spostato

c’è da dire che se il corpo in questione fosse quello di Giuliano Ferrara, oggigiorno lo stesso Archimede avrebbe difficoltà a dimostrare il suo teorema. Ma non so niente di fisica, dicevo, per cui non sto qui a tentare di spiegare la questione della querelle tra l’onorevole Gabriella Carlucci e il CNR che tiene banco in queste febbricitanti settimane di campagna elettorale. Wikipedia illustra l’accaduto in maniera piuttosto divertente, ma tutt’altro che obiettiva. Cioè, io capisco che redigere la biografia della sorella di Milly deve essere parecchio impegnativo, però frasi tipo:

Il 26 ottobre 2001 alla guida del suo Porsche mentre era al cellulare non ha rispettato uno stop, causando un incidente stradale. Non fermandosi per la costatazione, scappò sulla corsia preferenziale.

e

Non solo la Carlucci non chiede scusa, ma in un post pieno di errori grammaticali ed ortografici pretende ancora di avere ragione

io non mi aspetterei di trovarmele nella Treccani e in nessun’altra enciclopedia.

Già che sono qua apro una parentesi: mi sembra che questa campagna elettorale si stia giocando molto sulla scacchiera della blogosfera. Ogni cinque minuti nasce un blog a supporto di questo o quell’altro candidato, ci si abbandona a promesse fatte in Times New Roman e alla denigrazione dell’avversario a colpi di file PDF. Abito su questi schermi da quasi due anni e devo dire che non mi piace neanche un po’ aprire le mie windows e vedere i sorrisoni politici di certi personaggi più o meno sconosciuti che elemosinano voti. Non mi piace che WordPress sia diventato una enorme bacheca di blog-manifesto nati ieri e che moriranno all’indomani delle elezioni trasformando le promesse e i buoni propositi in tonnellate di megabyte di spam. Chiusa parentesi.

Tornando in topic, devo ammettere che da blogger abituato a collezionare montagne di insulti gratuiti, mi sento molto solidale con ciò che sta succedendo in questi giorni alla Gabry. Sembra quasi che le carampane della scienza siano più resistenti di quelle dei Tokio Hotel. Ma la Carlucci è sempre stata forte, fortissima: quindici anni fa a Buona Domenica, da novella Spiderwoman scalava i grattacieli Mediaset, si lanciava dall’alto di una torre appesa solo ad un elastico preso in prestito dagli slip di Gerry Scotti e come la Donna Cannone si faceva sparare da Cologno a Lambrate atterrando illesa su un materasso a molle Eminflex. Oggi quelle imprese sono lontane e fanno solo curriculum televisivo, ma le sono servite a farsi le ossa per surfare sulle onde della Rete e parlare al popolo dal suo blog. E, al di là delle ideologie e dei contenuti, bisogna riconoscere a questa donna almeno il merito di essere una delle poche persone “famose” che ha capito come funziona il mondo dei blog, e cioè così: anche nel torto marcio, devi incassare i colpi più bassi con signorilità e non farti intimorire se su 100 commenti ai tuoi post, 99 sono di offese alla tua persona e uno promoziona il Cialis. Detto questo, quando torna a fare Buona Domenica?

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.