Anno nuovo, vita vecchia

Mi assenterò per qualche giorno da casa (e dall’ufficio) per le consuete cause di forza maggiore: ormai è prassi. Per cui gli aggiornamenti della settimana saranno strettamente correlati alla mia capacità (inesistente, dovrei chiamarla più che altro “colpo di c**o”) di intromettermi furtivamente nella rete wireless privata dell’albergo che mi ospiterà (che è lo stesso dell’altra volta, per cui un barlume di speranza c’è). Voglio precisare, per andar via senza pesi sulla coscienza (forse non li avrei comunque, ma facciamo finta) che, nel bene o nel male, considero chiuso l’affaire Blogbabel e probabilmente non tornerò sull’argomento, anche se avrà dei comprensibili strascichi. Quello appena trascorso è stato un weekend di fuoco per questo blog che è stato etichettato in tutti i modi possibili ed immaginabili (“parte marcia della blogosfera“, per esempio, mi è piaciuto molto) e la cosa veramente paradossale sta nel fatto che Chissenefrega ha raggiunto il suo momento di massima popolarità schierandosi contro i meccanismi assurdi che proprio la popolarità di un blog decretano.

Ma a parte l’exploit polemico (tra l’altro chi legge questa pagine abitualmente sa quante ne abbiamo affrontate di polemiche qui, alcune erano solo flame nudi e crudi, altre sono sfociate in illuminanti discussioni e confronti, spaziando dai conflitti generazionali all’aborto, alla musica dance), questo blog non è la roccaforte della resistenza anarchica dei blog sfigati contro il potere, come qualcuno sembra aver erroneamente percepito (ma probabilmente sono io che mi sono spiegato male). Chissenefrega è un contenitore di leggerezza dietro al quale esiste, sia da parte di chi scrive, che da parte di chi legge, la comune volontà di divertirsi, sdrammatizzare e non prendersi troppo sul serio, affrontando argomenti volutamente tendenti al disimpegno. Qui eravamo arrivati e da qui si riparte.

Approfitto di questo “editoriale” (ecco, adesso diranno che me la tiro e ho la testa montata come Alfonso Signorini) per segnalare due divertenti iniziative di Warp to e Julius. Il primo ha ideato delle simpatiche strisce a fumetti a sostegno dei blog invasi dai teenager scatenati (Karamp-Assault le ha chiamate lui); il secondo ha aggiunto questo blog in una esilarante composizione di follia giapponese.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.