Blogbabel frigna, ci avrei scommesso le blogosfere

Incredibile – ma poi neanche tanto – leggere di un tale, inutile polverone. Aderendo alla catena del link-brindisi scrissi: “So che forse me ne pentirò”. E fui profetico. Anzi no, perché non ho niente di cui pentirmi. Le reazioni dei gestori di Blogbabel al meme in ascii-art mi fanno inorridire, più della catena stessa. In questo momento si stanno comportando come una major musicale che si lagna tirando fuori dal cilindro magico scuse futili quando i propri artisti (cioè se stessi, in questo caso) non sono al top della Billboard dei singoli più venduti. Non è che costoro, magari, abbiano un certo interesse che la classifica dei blog più popolari rimanga immobile, con la loro cerchia di amichetti (che loro chiamano “relazioni vere e spontanee”) ai primi posti della chart (la quale, per inciso, ha la stessa credibilità di Manuela Arcuri come attrice)?

Poi, se è vero che (leggo tra i commenti):

la mamma dei cretini è sempre incinta… Io spero sempre nella buona fede e nell’intelligenza delle persone.

l’idiozia dei blogger, che […] hanno in mano uno strumento eccezionale e lo usano per cazzate.

se l’Italia è il paese con il più alto tasso di nani, ballerine, e varietà del sabato sera un motivo ci sarà…

direi che quelli che guardano quella classifica dall’alto delle loro sicurezze, non stanno certo dando il buon esempio. Forse era meglio ammettere la sconfitta (eh già, ma mi rendo conto che è dura, nel Paese dei nani e delle ballerine…), impacchettarla, portarla a casa, e rivedere i propri algoritimi di calcolo domani pomeriggio invece che andare al centro commerciale a fare shopping.

Per quanto mi riguarda saluto e ringrazio tutti quelli che sono arrivati qui grazie ai link incrociati, link che mi hanno fatto scoprire che esistono tanti altri blog interessanti a cui, perché no, fare una visita ogni tanto, e che, probabilmente, non avrei mai raggiunto.

Pur detestando da sempre le catene, devo fare i complimenti a chi ha originato questa, perché ha avuto il coraggio (magari senza essere in grado di prevederlo, quindi non vedo il motivo per cui bisogna subito sputar condanne) di boicottare lo status quo di una statistica che più che basata su calcoli matematici sembra impressa su tavole di pietra. E se Blogbabel sta aspettando un Mosè a cui affidarle, credo che l’attesa sarà ancora lunga.

Update: Si aggrega all’indignazione: Gianmix

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.