Chissenecapodanno (con punta polemica)

Anno vecchio che va, anno nuovo che viene. Tempo di bilanci, statistiche e previsioni. E, perché no, di togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

L’anno scorso, in questo periodo, mi meravigliavo per le 280.000 visite e i 3.700 commenti al blog. Oggi non finisco di sbalordirmi per le oltre 1.730.000 pagine viste, più di 35.000 commenti spalmati nei 909 post, un’altalenante presenza entro i top 200 di blogbabel (anche se in caduta libera, vista la trascuratezza degli ultimi tempi) ed il cartellino timbrato quotidianamente nella top-five di WordPress Italia (posizione altrettanto precipitata nell’ultimo mese). Giusto questo merita una riflessione, perché quando aprii Chissenefrega (senza uno scopo ben preciso e tuttora non è che ve ne sia uno), i blog su questa piattaforma erano poco più di 300.000 e i più quotati erano diari personali o contenitori di opinioni piuttosto tecniche su computer, tecnologia, Linux e varie geekosità. Attualmente WordPress ospita oltre due milioni di blog, e tra quelli italiani ho visto un fiorire di agende del pettegolezzo, oltre che conversioni di intimi diari privati in non autorizzate gazzette di personaggi pubblici. Ormai non c’è blog che non parli degli smutandamenti di Britney Spears o che non faccia recensioni dei trashprogrammi televisivi e non posso che provare soddisfazione per essere uno degli sciagurati progenitori di tale tendenza.

La concorrenza è l’anima della creatività ed uno stimolo per migliorarsi. L’importante è non prendersi troppo sul serio. D’altronde siamo tutti blogger amatoriali dediti al cazzeggio, disponiamo di un po’ di tempo libero e lo consumiamo, anziché in palestra, anziché masturbandoci, anziché leggendo un buon libro, cercando soddisfazioni per il nostro smisurato ego tra i pixel delle foto di una Paris Hilton senza trucco (vabbè, poi solo i migliori vengono intervistati dalle radio o citati sui giornali …tiè). A tutti i lettori di questo blog e ai colleghi blogger vanno i miei migliori auguri per un 2008 prolifico possibilmente di idee proprie. Auguri a tutti, tranne a quelli che gestiscono siti e blog infarciti di adsense e pubblicità accalappiaclick e che copiano copiosamente i post di Chissenefrega, beceramente senza nemmeno un link alla fonte spacciandoli per scritti di produzione propria (uno dei numerosi esempi, da confrontare con questo. Il sito in questione è recidivo, usa la netiquette come carta igienica e nutre la pochezza intellettuale dei suoi autori – per non parlare di quella dei suoi lettori – con plagi ripetuti, hotlinking e scorrettezze in genere).

A questi ultimi soltanto auguri di spiacevoli attacchi di dissenteria in un campo coltivato a zucchine, a tutti gli altri buona fine e buon principio.

Detto ciò, bando alle inezie e via ai festeggiamenti. Il Chissenecapodanno si aprirà con un concerto di qualità: “Sonata Gimme More #9 per piano allegretto andante in si bemolle maggiore“, diretta dalla maestra Bree Tney:

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Si prosegue con la nostra miglior performer che ci intratterrà con i suoi vocalizzi giusto il tempo di farci digerire il cenone:

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Allo scoccare della mezzanotte, fuochi pirotecnici, panettone, spumante, torrone, trenino d’ordinanza e baci sotto il vischio per tutti, ballando i classici della musica da revival, interpretati da un gruppetto di stelline cadute:

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

A seguire lo spettacolo hot del ballerino Jaymes Thorp ci accompagnerà fino all’alba, con l’augurio che non lo veda mai suo padre.

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Update: vedo che i gestori del blog citato sopra sono già corsi ai ripari inserendo il link, la giustizia nella blogosfera funziona meglio che a Forum

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.